Ubi Banca: utile trimestrale in crescita

Ubi Banca ha archiviato il primo trimestre dell’anno con un utile in forte crescita. In calo i crediti deteriorati. Il management del gruppo prevede un taglio di 1.569 dipendenti per le banche Etruria, Marche e Carichieti entro il 2020, il cui closing è avvenuto proprio nei giorni scorsi.

Ubi Banca: risultati trimestrali

Ubi Banca ha chiuso il primo trimestre del 2017 con un utile netto in rialzo del 59,4 per cento a quota 67 milioni di euro rispetto all’analogo periodo del 2016. Un dato superiore al consenso degli analisti.

Il risultato della gestione operativa è cresciuto del 12,6 per cento a 276,1 milioni di euro. I crediti deteriorati lordi sono diminuiti del 18,5 per cento sul precedente anno. La gestione operativa è aumentata del 12,6 per cento a quota 276,1 milioni di euro rispetto all’analogo periodo dello scorso esercizio.

I proventi operativi sono saliti del 3,3 per cento a 798,2 milioni di euro e le commissioni nette sono cresciute nel periodo toccando i 350,9 milioni di euro. Il risultato dell’attività finanziaria della banca è stato pari a 65,4 milioni di euro a fronte dei 15,7 milioni di euro del 2016.

Gli oneri operativi sono diminuiti a 522 milioni dai 527,6 milioni di euro del precedente esercizio.

Ubi Banca: impieghi e raccolta clientela

Gli impieghi verso la clientela sono aumentati a 84,5 miliardi di euro dai precedenti 81,9 miliardi registrati nel 2016. Da segnalare la riduzione dello 0,9 per cento dei crediti deteriorati lordi a 12,406 miliardi di euro, pari al 13,9 per cento del totale dei crediti.
La raccolta diretta della clientela è scesa a quota 67,4 miliardi di euro dai 69,1 miliardi dello scorso esercizio. La raccolta indiretta è invece aumentata del 5,8 per cento a 86,9 miliardi di euro.

Il patrimonio netto consolidato del gruppo Ubi Banca è risultato in lieve calo a 8,974 miliardi di euro dagli 8,990 miliardi di fine dicembre 2016.

Per quanto riguarda gli indici patrimoniali, il Cet1 fully loaded dell’istituto è salito all’11,29 per cento dall’11,22 per cento della fine dello scorso esercizio. Il gruppo Ubi Banca ha reso noto di aver programmato un taglio di 1.569 dipendenti delle banche Etruria, Marche e Carichieti da portare a termine entro il 2020, pari a circa un terzo del totale della forza lavoro.

Il titolo Ubi Banca questa mattina ha aperto a Piazza Affari con una flessione dello 0,365 per cento a quota 3,822 euro.

NESSUN COMMENTO