Ottimo il Petrolio Greggio che vola oltre i 47.50 $/barile

I prezzi del Petrolio sono stati in grandissima difficoltà questo inizio settimana, ma dopo un bel rally che è durato qualche giorno, i traders hanno deciso di prendere profitto questo lunedì mattina. Il Brent è invece al di sopra dei 50 dollari con dei massimi di 53, e attualmente sta reggendo il prezzo proprio sotto il livello chiave di 53. I futures del petrolio sono invece in netta ripresa dopo aver registrato un guadagno complessivo mensile di oltre il 4%, attestandosi sul suo massimo delle ultime 6 settimane.

I prezzi del Petrolio sono caduti del 3% durante la sessione asiatica del martedì, e gli investitori hanno deciso di prendere profitto in quanto gran parte dei mercati del petrolio sono saliti.

andamento-petrolio-settembre-2015

I prezzi del petrolio sono rimasti volatili in quanto sono precipitati del tre per cento dopo un rally dell’otto percento, in precedenza sui rapporti che l’OPEC era disposta a parlare con altri produttori per ottenere dei prezzi del petrolio ragionevoli.

I prezzi erano sulla buona strada per subire una terza perdita mensile fino a quando un rapporto del governo degli Stati Uniti ha mostrato un calo del circa l’1% della produzione di greggio e un bollettino mensile dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio ha espresso preoccupazione del gruppo per il basso prezzo del petrolio.

Compreso il rally di lunedì scorso, i prezzi WTI hanno registrato un guadagno nelle ultime tre sessioni del 27,5%, o più di $ 10 al barile. L’aumento è stato alimentato da un commento dell’OPEC che ha affermato che il cartello era disposto a parlare con altri produttori per raggiungere prezzi del petrolio ragionevoli, oltre che dalla revisione al ribasso dei dati di produzione da parte degli Stati Uniti dalla US Energy Information Administration.

I prezzi WTI sono saliti nella giornata dello scorso giovedì sulla notizia che il Venezuela stava contattando altri membri dell’OPEC per organizzare una riunione di emergenza per creare un piano per fermare la caduta del prezzo del petrolio. Il petrolio è salito anche nella giornata di venerdì a fronte delle numerosi tensioni in Yemen.

Per la produzione, si stima che la produzione di Giugno da parte degli Stati Uniti sia stata di 9.3 milioni di barili al giorno, giù oltre dell’1%. La produzione sembra essere in calo in questo periodo, ma nonostante questo calo di produzione, i mercati globali hanno ancora molte scorte.

NESSUN COMMENTO