Piattaforme per il trading finanziario

Il trading online, anche conosciuto come TOL nell’abbreviazione all’inglese è il modo migliore per interagire dalla propria scrivania di casa o dell’ufficio, oppure anche da dispositivi mobili ormai, con il mondo della borsa e della finanza, ovvero con tutti gli strumenti finanziari attualmente disponibili per investire il denaro

In Italia il trading online è arrivato fin dal lontano anno 1999 e da allora ha conosciuto un successo ed ua espansione che forse in pochi potevano pronosticare. Fare trading online in Italia è stato possibile dal momento in cui la Consob ne ha regolamentato tutti gli aspetti; la Consob è infatti l’authority italiana che si occupa dei mercati finanziari e della loro regolamentazione per lo scopo preciso di tutelare i partecipanti e quindi anche i piccoli traders retail.

Oggi quindi chiunque possiede un capitale anche apparentemente infimo, può decidere di partecipare alla negoziazione di:

  • Azioni
  • Obbligazioni
  • Titoli di Stato
  • Futures
  • Coppie di Valute

Se ti interessa capire come investire il tuo denaro online (per iniziare bastano anche solo 100€) devi proseguire nella lettura di questo elaborato. Vogliamo infatti parlarti di “piattaforme finanziarie”, gli strumenti attraverso i quali la negoziazione di beni di vario tipo online diventa effettivamente possibile e con essa, come è noto, si possono fare profitti veramente eccezionali.

Devi sapere che il trading finanziario online svolto sulle piattaforme finanziarie è una modalità di investimento a bassissimo costo per i propri capitali. Le commissioni richieste per utilizzare le piattaforme sono infatti realmente trascurabili ed inoltre si ha accesso a quotazioni dei titoli e grafici sempre aggiornati ed assolutamente in tempo reale. Con le piattaforme finanziarie spesso si può fare analisi sia tecnica sia fondamentale, ma non solo, ci sono pure molte altre svariate funzioni ed opzioni che attendono l’investitori che vuole guadagnare.

Facendo trading online si approfitta della forma più moderna e diretta possibile di investimento perchè si ha sempre tutto sotto controllo, in tempi rapidissimi e con la massima celerità, ti basti pensare alla velocità con la quale avviene la diffusione delle notizie su internet: un solo click e puoi conoscere cosa sta accadendo dall’altra parte del mondo e come questo può impattare l’andamento dei titoli e dei beni che stai attentamente monitorando per piazzare un eseguito.

Le piattaforme finanziarie utilizzate da coloro che vivono il trading online come una vera e propria professione, ti aiutano a fare trades proprio come se fossi in ufficio ed anche con un orario simile, dalle 9.00 alle 17.30 pomeridiane orario in cui aprono e sono attive anche contemporaneamente le principali sessioni di contrattazione mondiali. Pensa che con le piattaforme finanziarie esiste anche lo straordinario e si chiama afterhours !

Con alcuni tipi di piattaforme finanziarie puoi anche avere accesso direttamente alle notizie che influenzano il titolo che segui, senza dovere andare su siti esterni. Puoi fare analisi fondamentale senza alcuno sforzo ed essere quindi sempre a conoscenza degli avvenimenti cruciali per un titolo un indice o un gruppo di essi. Per esmpio puoi conoscere le analisi statistiche, i bilanci, la finanza i grafici in tempo reale e l’analisi su un titolo.

Piattaforme finanziarie: come funzionano

CFDs sono strumenti finanziari complessi. L’80.6% dei trader retail perde denaro. Informati sui rischi prima di fare trading.

Tutti coloro che intendono partecipare al mondo dei mercati finanziari online possono farlo con il sistema dell’home banking al quale è possibile appoggiarsi e che è del tutto sicuro ed alle piattaforme strutturate appositamente per far fare trading in rete. Se non sai cosa sia l’home banking, è presto detto. Con questo termine si possono indicare le operazioni “bancarie” ovvero di trasferimento in entrata ed uscita di denaro effettuate da persone che sono in possesso di una connessione remota con la propria banca, tutto questo è ovviamente oggi reso possibile da internet e dagli smartphone sempre più diffusi.

Ecco a te alcuni esempi di servizi di home banking dei quali hai sicuramente approfittato anche tu delle volte:

  • Consultare l’estratto conto
  • Bonifici bancari direttamente online
  • Ricariche del cellulare
  • Pagamenti effettuati direttamente in rete
  • E da ultimo il nostro oggetto di interesse: investimenti online – line

Grazie a questi nuovi sistemi che hanno reso più semplice la vita del singolo e più pratica quella degli istituti bancari di qualsiasi tipo è stato possibile ridurre i costi dei servizi e soprattutto dimezzare i tempi per il trasferimento del denaro ed anche non da ultimo, risparmiare tempo in file estenuanti alla banca o in posta.

Ad esempio una delle migliori piattaforme finanziarie è sicuramente Plus500, offre a tutti gli iscritti un conto demo gratuito e tantissimi strumenti avanzati.

Per iniziare a investire con la piattaforma finanziaria di Plus500 clicca qui.

Piattaforme finanziarie: i market maker

In fatto di piattaforme finanziarie sono i broker che decidono quale tipo di servizio fornire, tra le varie possibilità ci sono i Market Makers. Il Market Maker non è un broker che si pone da intermediario tra il mercato ed il trader, ma semplicemente si fa garante dell’esecuzione degli ordini creando un mercato artificiale ed autogestito ecco perchè è chiamato “Market Maker” , ovvero broker che fa il mercato.

L’ordine che viene inviato dal trader non raggiunge realmente il mercato finanziario ma viene gestito per intero, è possibile fare questo riproducendo quasi alla perfezione le quotazioni che vengono a formarsi sui mercati reali del forex o altri mercati finanziari. Accade, in pratica, che il trader si immette a mercato ed il broker Market Maker entra a mercato a sua volta assumendo una posizione contraria al fine di garantire la liquidità e poi la gestiscono internamente attraverso Dealing Desk che può essere sia gestito da persone sia automatizzato.

Il Dealing Desk può decidere di operare in due modi differenti, o mantenendo la controparte del trade immesso al mercato dal cliente oppure abbinando a quella posizione una opposta immessa dal mercato da un altro cliente, in modo tale da azzerare il rischio per il broker stesso. Quindi è evidente che non c’è alcuna truffa perchè i Market Maker non fanno trading contro i clienti come alcuni pensano ma solo invece corretti. Essi si limitano a garantire l’esecuzione degli ordini a mercato ed al massimo assumono la posizione opposta e poi fanno il contro bilanciamento del rischio.

Di conseguenza quello che affermano alcuni secondo i quali nessun trader può realmente risultare vincente sul lungo periodo affidandosi ad un Market Maker parte dai presupposti sbagliati e da una incomprensione totale del loro ruolo.

Anni fa probabilmente c’era un fondo di verità, ma il problema è che oggi con la grande concorrenza che esiste in questo settore un broker che opera in maniera truffaldina non potrebbe durare molto a lungo ed i suoi clienti alla fine lo abbandonerebbero senza pensarci due volte. I broker Market Makers sono soliti trarre il loro profitto essenzialmente dagli spread che applicano sulle operazioni di trading. Anche se da un dealing desk ci si aspetta anche che generino profitti. Per questo vengono individuati tra i clienti quei traders che statisticamente tendono a subire perdite invece che profitti. Ecco perchè il maket maker può decidere di mantenere la posizione contraria invece di cercare una controparte.

Piattaforme Finanziarie: ECN

Con il nome ECN si identificano gli Electronic Communications Network, si tratta di un sistema che raggruppa le quotazioni provenienti dalle anche fornitrici di liquidità e automatizzano il processo di clearing e settlement nel trading abbinando gli ordini contrari un po come fanno i Dealing Desk automatizzati.

Quando ad esempio si fa trading sul Forex può capitare che vi siano offerte di acquisto o di vendita che non riescono a trovare una controparte e quindi vengono mostrate nel Book del broker ECN che ti da la possibilità di osservare le quotazioni BUY e SELL offerte in ogni momento e le quantità disponibili a tali prezzi. Quindi anche un normale tradaer retail ha qui la possibilità di fare accesso ai mercati interbancari e di disporre di spread bassissimi ma pagando invece una commissione per fare trading. I broker ECN guadagnano dalle commissioni che si prendono per offrirti la possibilità di investire.

Piattaforme Finanziarie NDD (No Dealing Desk)

Un broker Forex di questo tipo i garantisce l’accesso diretto al mercato interbancario, può però trattarsi sia di un STP (Straight Through Processing: in modalità STP, le transazioni sono completamente informatizzate e vengono immediatamente trasformate sul mercato interbancario senza alcun intervento di broker), oppure di un STP + broker ECN di cui abbiamo già parlato.

Con un broker di questo tipo non esiste alcun “requote” dei prezzi il che significa avere più libertà di scambio. Gli spread offerti da questi tipi di piattaforme sono molto più bassi quindi in teoria il trading è molto più conveniente, il problema semmai è che non sono fissi, quindi se la volatilità sui mercati è in aumento durante i principali annunci economici potrebbero esserci delle variazioni. Inoltre il broker di questo tipo No Dealing Desk, può anche applicare una commissione su ogni transazione e decidere autonomamente dell’aumento degli spread. In ogni caso è una tipologia di broker adatta soltanto a chi ha grossi capitali da investire.

Piattaforme finanziarie di opzioni binarie

L’ultima tipologia di piattaforme finanziarie di cui parleremo sono quelle relative alle opzioni binarie. Si tratta di un sistema di investimento assolutamente nuovo e che ha rappresentato una novità assoluta nell’ambito dei mercati finanziari riscuotendo un enorme successo specialmente tra i traders che vogliono aderire ad una tipologia di negoziazioni più diretta e semplificata.

Le piattaforme di opzioni binarie richiedono capitali minimi per potere investire ed ogni trade che si compie ha una quota fissa prestabilita direttamente dal trader che in questo modo sa fin dal principio a quanto ammonta il rischio che corre nel fare l’investimento. Utilizzare le piattaforme di opzioni binarie risulta essere alquanto conveniente dal punto di vista dei costi del trading, in quanto il trading binario è praticamente a costo 0, non sono infatti presenti costi relativi ne alle commissioni ne agli spread che vengono invece applicati dalle tipologie di piattaforme finanziarie che abbiamo poc’anzi descritto.

Le modalità di investimento a livello pratico sulla piattaforma stessa non differiscono molto da quelle di un broker Market Maker perchè si ha davanti la piattaforma con il grafico di prezzo sulla quale è possibile fare analisi tecnica e d anche fondamentale attraverso i numerosi strumenti messi a disposizione dai broker che rendono molto più agevole l’acquisizione di notizie in tempo reale, ma anche l’analisi tecnica del grafico attraverso gli indicatori tecnici e grafici.

Il broker si prende l’onere di piazzare i tuoi eseguiti a mercato in base ad una scelta molto semplice, per questo viene detta binarie, perchè ci sono soltanto due possibilità. Il trader sulle piattaforme di questo tipo è chiamato ad investire o sul fatto che il prezzo del bene salirà o scenderà in un certo lasso di tempo che egli può scegliere a sua discrezione, soprattutto in base alle notizie di cui è a conoscenza oppure alle analisi grafiche effettuate in precedenza.

I beni sui quali si può investire, a prescindere dal fatto che il sistema di investimento sia alquanto diverso da quanto sono soliti proporre i classici broker Forex, sono praticamente gli stessi perchè si hanno a disposizione le coppie di valute, come anche il mercato delle materie prime e degli indici e non manca ovviamente neanche il mercato azionario. Esistono inoltre alcune varianti interessanti rispetto alla tipologia classica di opzioni binarie chiamata Call/Put, come le opzioni binarie Tocca o non tocca, oppure le opzioni binarie intervallo. Tutte queste tipologie di opzioni binarie sono disponibili sulle piattaforme di trading messe a disposizione direttamente dai broker specializzati del settore.

La cosa interessante delle piattaforme per il trading binario sono i profitti sulle operazioni che si possono conoscere ancora prima di investire perchè si basano su percentuali fisse stabilite dal broker per ogni trade. I ritorni base partono da un minimo del 75% del capitale investito, ma per alcune tipologie di opzioni binarie si può arrivare anche fino al 400%.

Con 24option ad esempio avete a disposizione una piattaforma professionale con rendimenti che ragiungono l’89%. E’ una piattaforma regolamentata da Consob, il massimo della sicurezza per chi vuole fare trading di opzioni binarie.

Per iscriverti a 24option o avere maggiori informazioni clicca qui.

Conclusioni

Tutte le tipologie di piattaforme finanziarie a cui abbiamo fatto cenno hanno i loro pregi ed i loro difetti ed indubbiamente è fantastico che oggi tutti possano avere accesso al mercato interbancario per avere modo di investire e far crescere i propri capitali, ma certo non bisogna dimenticare che fare trading è una attività che può essere a rischio e bisogna sempre ragionare bene sugli investimenti da effettuare affinché siano vincenti e lucrativi nel tempo.

SHARE

LEAVE A REPLY