Leva finanziaria nel trading on-line: la differenza tra leva conto e leva operativa

Il concetto di leva finanziaria riveste un ruolo fondamentale all’interno del mondo del trading on-line. Bisogna allora partire dalla distinzione fondamentale tra la leva conto e la leva operativa, concetti che vengono tra loro fraintesi, provocando delle conseguenze nefaste per chi fa trading.

La leva conto si calcola come il rapporto tra il controvalore della posizione e la liquidità disponibile sul conto. Se il mio capitale disponibile è di 20.000€ ed apro una posizione di un lotto sul cambio EUR / USD, cioè una size di 1,0 con un valore nominale di 200.000€, la leva conto in questo caso sarà uguale a 10: cioè ai 200.000€ della posizione diviso i 20.000€ della mia liquidità effettivamente disponibile, per questo la leva conto viene definita giustamente anche leva reale.

La leva operativa indica invece il rapporto tra il controvalore e il margine richiesto dal broker. Se utilizziamo un broker con leva 800, vuol dire che il broker preleverà 250€ (cioè 1/800 del valore nominale) come margine per consentirci di aprire l’operazione. Chiaramente, il margine non viene effettivamente prelevato, ma semplicemente a livello contabile viene utilizzato il capitale residuo disponibile per calcolare ed aprire altre posizioni.

Ricordiamoci sempre che sia i profitti reali che i rischi delle nostre operazioni di trading sono strettamente legate solo alla leva conto, perché se ad esempio il mercato si muovesse di + /- 1%, le ripercussioni sul capitale del conto trading sarebbero moltiplicate di un fattore pari a questo stesso valore della leva conto.
Qui nascono le grosse insidie ed i pericoli economici per chi fa trading in maniera sprovveduta, perché per iniziare a guadagnare sul serio si deve operare con grandi capitali, oppure con leve alte, se il capitale da investire è basso, ma possiamo affermare senza girarci troppo attorno che chi opera con leve basse ha molte possibilità di sopravvivere a lungo sui mercati, mentre chi utilizza delle leve finanziarie alte rischia di finire per strada in poco tempo, anche se la sua competenza è buona, perché i rischi sulle singole operazioni di trading on-line sono comunque molto elevate.

La leva quindi deve essere sempre inferiore a 10 (sopra si rischia di perdere velocemente cifre ingenti non avendo poi il capitale per rifarsi), l’optimum sarebbe operare a leva uguale ad 1, ma a meno che non si sia già molto facoltosi diventa difficile operare in queste condizioni, allora è molto buono lavorare anche con leve inferiori a 5.

Speriamo di avervi fornito delle informazioni di base, per non compiere errori grossolani facendo trading on-line.

SHARE
Scrittore e Giornalista Freelance

LEAVE A REPLY