Calendario fiscale dicembre 2018: appuntamenti con il Fisco

Eccoci giunti al mese di dicembre 2018! Le tredicesime degli italiani saranno assorbite dalle spese per lo shopping dei regali di Natale, per il Cenone di Capodanno e, soprattutto, dalle tasse e imposte da versare all’amministrazione tributaria.

Ecco il Calendario fiscale per il mese di dicembre 2018 con tutte le scadenze e gli appuntamenti con l’Agenzia delle Entrate da segnarsi in agenda.

Appuntamento con il Fisco: Scadenziario mese di dicembre 2018

3 dicembre

I contraenti dei contratti di locazione e affitto che non abbiano optato per il regime della “cedolare secca” sono tenuti al versamento dell’imposta di registro sui contratti stipulati in data 01/11/2018 o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 01/11/2018.


Hai mai provato ad investire con il trading binario ? E' una modalità di investimento che molte persone stanno utilizzando per ottenere profitti ulteriori. Affidati ad un broker regolamentato come IQ Opption. Se cerchi un sito sicuro con cui iniziare a guadagnare è il broker che fa per te. Provalo subito qui


Per procedere al versamento dell’imposta, è necessario utilizzare il Modello “F24 versamenti con elementi identificativi” (F24 ELIDE) con modalità telematica (per i titolari i Partita IVA) o, anche, presso Banche, Agenzie Postali, Agenti della riscossione (per i non titolari di Partita IVA).

7 dicembre

I contribuenti che sono stati ammessi alla definizione agevolata dei carichi tributari affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 30 settembre 2017 ai sensi dell’art. 1, commi 6 e 8, lettera b), numero 2), del D.L. 148/2017 (c.d. rottamazione-bis), ma che non sono riusciti a saldare le rate in scadenza nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018 e intendono regolarizzare aderendo alla definizione agevolata prevista dall’art. 3, comma 21, del D.L. 119/2018 (c.d. Rottamazione-ter) devono procedere all’adempimento entro il 7 dicembre 2018.

Si ricorda che il pagamento delle somme dovute per la definizione agevolata può essere effettuato:

  • mediante bollettini precompilati relativi alle rate scadute nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018;
  • presso gli sportelli dell’agente della riscossione.

17 dicembre ’18

Entro il 17 dicembre i soggetti che esercitano attività di intrattenimento o altre attività indicate nella Tariffa allegata al D.P.R. n. 640/1972 devono procedere con il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività svolte con carattere di continuità nel mese precedente.

I soggetti contribuenti che corrispondono redditi di pensione di cui all’art. 49, comma 2, lett. a) del D.P.R. n. 917/1986 di importo non superiore a euro 18.000,00 annui sono tenuti al versamento della rata relativa al canone TV trattenuta ai pensionati.

I contribuenti che pongono in essere transazioni finanziarie senza l’intervento di intermediari né di notai sono tenuti al versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin Tax).

I Sostituti d’imposta dovranno procedere con il versamento delle ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese precedente.

I contribuenti Iva mensili devono procedere alla liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente.

Ultimo giorno utile per i contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 novembre 2018, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve).

I soggetti IVA sono tenuti all’emissione ed alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente.

I soggetti esercenti il commercio al minuto e assimilati devono provvedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente.

20 dicembre ’18

I condomini in qualità di sostituti d’imposta che hanno operato ritenute a titolo di acconto sui corrispettivi pagati nel periodo giugno 2018 – novembre 2018 per prestazioni relative a contratti d’appalto, di opere o servizi effettuate nell’esercizio d’impresa il cui importo cumulato mensilmente non abbia raggiunto la soglia di EUR 500,00 al 30 novembre 2018 sono tenuti al versamento delle stesse ritenute.

27 dicembre

I contribuenti IVA soggetti agli obblighi di liquidazione e versamento sia mensili sia trimestrali sono tenuti al versamento dell’acconto IVA relativo all’anno 2018

Gli operatori intracomunitari con obbligo mensile sono tenuti alla presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

31 dicembre ’18

Gli eredi delle persone decedute in data successiva al 28 febbraio 2018 che presentano la dichiarazione dei redditi per conto del de cuius sono tenuti al versamento dell’IRPEF dovuta, a titolo di saldo per il 2017, in base alla dichiarazione dei redditi 2018, dal soggetto deceduto, senza alcuna maggiorazione.

I soggetti autorizzati a corrispondere l’imposta di bollo in maniera virtuale sono tenuti al versamento della 6° rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2018.

I contribuenti tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche, delle società di persone e degli enti ad esse equiparati e dell’Irap (Modelli 730/2018, REDDITI Persone Fisiche 2018 e REDDITI SP-Società di persone ed equiparate 2018 e dichiarazione IRAP 2018) sono tenuti a regolarizzare, mediante ravvedimento, il versamento della 2^ o unica rata dell’imposta sul valore degli immobili situati all’estero.

Gli eredi delle persone decedute tra il 1° marzo 2018 e il 30 giugno 2018 sono tenute alla presentazione in formato cartaceo, della dichiarazione dei redditi del contribuente deceduto e della scheda contenente la scelta per la destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’IRPEF.

I soggetti che effettuano le operazioni di cui all’art. 22 del D.P.R. n. 633/1972 (commercio al minuto e attività assimilate) che intendono optare, a partire dal 1° gennaio 2019, per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e prestazioni di servizi di cui agli articoli 2 e 3 del D.P.R. n. 633/1972 sono tenuti all’esercizio dell’opzione tramite un apposito servizio on-line presente sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

Le persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni che applicano il regime forfetario agevolato di cui all’art. 1, commi da 54 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 devono procedere con la regolarizzazione, mediante ravvedimento, del versamento della 2° o unica rata dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali e dell’IRAP dovuta a titolo di acconto per l’anno 2018.

NESSUN COMMENTO

Rispondi