Terna (TRN)
Terna – Rete Elettrica Nazionale è un operatore di reti per la trasmissione dell’energia elettrica con sede a Roma, Italia. Attraverso Terna Rete Italia, gestisce la Rete di Trasmissione Nazionale con oltre 72 000 km di linee elettriche in alta tensione. È il primo operatore indipendente d’Europa per chilometri di linee gestite. È quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Quotazione Azioni Terna in tempo reale

Terna ha chiuso il 2016 con un utile in crescita, un ebit in aumento e un debito in calo per la prima volta dalla quotazione a Piazza Affari. Dividendo complessivo pari a 20,6 centesimi di euro per azione.

Terna risultati bilancio 2016

Terna ha archiviato lo scorso esercizio con una crescita del 6,3 per cento dell’utile netto a quota 633,1 milioni di euro, superando il consenso degli analisti fermo a 607 milioni di euro.

In rialzo dell’1,3 per cento l’ebit a 1,036 miliardi di euro ed anche il risultato ante imposte a 933,2 milioni di euro. I ricavi della società nel 2016 sono aumentati dell’1 per cento a quota 2,1 miliardi di euro, con il margine operativo lordo cresciuto dello 0,4 per cento a 1,544 miliardi di euro. Gli investimenti complessivi sono stati pari a 854,3 milioni di euro, in linea con le stime del management della società.

Buone notizie sul fronte dell’indebitamento finanziario netto che a fine dicembre 2016 è sceso a 7.958,9 milioni di euro rispetto a 8.002,7 milioni di euro registrati nel precedente esercizio. Si tratta del primo calo dalla quotazione a Piazza Affari, un risultato migliore delle attese degli analisti fermo a 8.187 milioni di euro. Il patrimonio netto del gruppo è risultato in crescita a 3,5 miliardi di euro dai 3,34 miliardi di fine esercizio 2015.

Terna: andamento delle azioni in Borsa

Terna dividendo e stime 2017

Il consiglio di amministrazione di Terna proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo per l’esercizio 2016 di 20,6 centesimi di euro per azione. Una cedola in rialzo del 3 per cento rispetto a quanto erogato dalla società nel 2015. Il pagamento, al netto dell’acconto di 7,21 centesimi, per i restanti 13,39 centesimi è previsto dal prossimo 21 giugno.

Per quanto riguardo le previsioni per l’anno in corso, il management di Terna stima ricavi in ulteriore crescita a quota 2,25 miliardi di euro e un margine operativo lordo a 1,58 miliardi di euro.

Sul fronte degli investimenti, previsti nei prossimi 5 anni un totale di 4 miliardi di euro, quasi un terzo in più di quanto contenuto nel precedente piano industriale. Di questi, 900 milioni di euro sono stati già destinati all’anno in corso.

L’utile per azione è atteso a fine 2017 a quota 34 centesimi di euro. L’amministratore delegato di Terna, Matteo Del Fante, ha commentato i conti annuali sottolineando una chiusura di 2016 estremamente positiva, con tutti gli indicatori economici e finanziari in rialzo.