Risparmio gestito: Generali, raccolta mensile in rosso

Un mese di Maggio negativo per l’industria del risparmio gestito in contrazione di 6,91 miliardi di euro rispetto ai +2,93 miliardi registrati in aprile. Male sia le gestioni collettive che quelle di portafoglio. Le principali società italiane in rosso, con davanti a tutti Generali (-1,38 miliardi). Dati positivi per Ubi Banca e Mediolanum. È quanto diffuso da Assogestioni.

Raccolta risparmio gestito maggio 2018

L’agitazione sui mercati incide negativamente a maggio sulla raccolta fondi delle principali società italiane di risparmio gestito. Secondo l’ultimo report di Assogestioni, l’industria del Belpaese ha archiviato il mese in rosso di 6,91 miliardi di euro a fronte di un dato positivo in aprile (+2,93 miliardi).

L’ultimo ribasso così marcato era stato registrato a febbraio (-4 miliardi di euro). Il saldo da inizio 2018 è dunque pari a 9,9 miliardi di euro.Nel dettaglio, il patrimonio gestito è sceso a 2.064,5 miliardi di euro a maggio rispetto ai 2.090 miliardi archiviati alla fine di aprile. Di questi, 1.062,6 miliardi di euro sono stati accumulati nei fondi e 1.001,9 miliardi nel comparto delle gestioni.

Risultati negativi sia per i fondi (-2,56 miliardi) che per le gestioni di portafoglio (-4,34 miliardi di euro).

Per quanto concerne la divisione dei fondi aperti, in evidenza gli obbligazionari che salgono a quota 3,56 miliardi di euro dal rosso di 862 milioni di aprile. In territorio negativo invece i fondi azionari (-157 milioni) rispetto al dato positivo del mese precedente (+693 milioni).

In lieve calo i fondi bilanciati a 1 miliardo di euro rispetto a 1,33 miliardi di aprile. Arretrano anche i flessibili a 392 milioni di euro dall’ultima rilevazione mensile (+1,65 miliardi).

Società di gestione, rosso Generali

Mese complicato per le società di gestione italiane ad iniziare dal gruppo Generali che ha chiuso maggio con una raccolta in rosso di 1,38 miliardi di euro.

In territorio negativo anche Intesa Sanpaolo, in contrazione di 206 milioni di euro. Arretra anche la raccolta nel mese di Amundi (-310 milioni di euro) ed Anima (-670,6 milioni).

Risultati positivi invece per il gruppo Ubi Banca a 372 milioni, per Mediolanum a quota 129,3 milioni, per Poste a 99,6 milioni e per Azimut a 31,3 milioni.

Tra le società estere, in particolare evidenza Morgan Stanley con una raccolta fondi pari a 514,9 milioni di euro. Bene anche Axa (338,2 milioni), Ubs (267,4 milioni) e Bnp Paribas (53,4 milioni).

NESSUN COMMENTO