Iren piano industriale 2023, cresce il dividendo

Il CDA di Iren ha approvato il piano industriale al 2023. Il dividendo 2018 cresce a 8,4 centesimi dai 7 dello scorso esercizio. Fra 5 anni arriverà a toccare i 13,5 centesimi. Investimenti in aumento del 20 per cento a 3 miliardi di euro. Il margine operativo lordo atteso sopra quota 1 miliardo. Piazza Affari accoglie positivamente il nuovo business plan, con il titolo che chiude l’ultima seduta in rialzo.

Iren nuovo piano industriale

Nelle scorse ore presentato dal consiglio di amministrazione del gruppo Iren il piano industriale al 2023. La società multiutility di Reggio Emilia ha previsto per il 2018 un incremento del dividendo del 20 per cento a 8,4 centesimi a fronte dei 7 centesimi erogati nel precedente anno.

L’azienda prevede inoltre una crescita del 10 per cento su base annua per arrivare a quota 13,5 centesimi nel 2023.


Hai mai provato ad investire con il trading binario ? E' una modalità di investimento che molte persone stanno utilizzando per ottenere profitti ulteriori. Affidati ad un broker regolamentato come IQ Opption. Se cerchi un sito sicuro con cui iniziare a guadagnare è il broker che fa per te. Provalo subito qui


Nel nuovo piano industriale previsti inoltre complessivi 3 miliardi di euro in investimenti, registrando un incremento di mezzo miliardo in più rispetto a quanto contenuto nel precedente.

Tra le altre voci di bilancio, il margine operativo lordo (ebitda) dovrebbe oltrepassare la soglia di 1 miliardo di euro al 2023, pari ad un incremento di 200 milioni rispetto al precedente esercizio.

Iren utile netto in crescita

Tra gli altri dati contenuti nel nuovo piano strategico del gruppo, l’ebit è previsto in rialzo del 4 per cento annuo a quota 530 milioni a fine 2023.

In crescita anche l’utile netto di gruppo del 3,9 per cento a 300 milioni di euro. Il payout ratio medio stimato dal 2019 è pari al 50 per cento.

Tra i target del nuovo piano, la graduale crescita della società nel servizio idrico integrato e nel teleriscaldamento, puntando naturalmente a riconfermare le attuali concessioni per la distribuzione di gas, servizio idrico e igiene urbana.

Il presidente di Iren, Paolo Peveraro, ha messo in risalto come il nuovo piano industriale mira principalmente a gratificare gli azionisti ma soprattutto gli stessi territori, grazie ad un programma di investimenti di 3 miliardi di euro, oltre mezzo miliardo in più di quanto previsto nel precedente business plan.

Come confermato dallo stesso Massimiliano Bianco, amministratore delegato della controllata dei Comuni di Genova, Torino, Piacenza, Parma e Reggio Emilia, la multi-utility punta a raggiungere i 2 milioni di clienti al 2023.

A Piazza Affari il titolo Iren ha chiuso l’ultima seduta in progresso dell’1,71 per cento a quota
2,136 euro.

NESSUN COMMENTO

Rispondi