Generali piano industriale 2021: più dividendi

Generali ha presentato il piano industriale 2021. L’obiettivo è accrescere i dividendi per i prossimi esercizi. Fra i principali target del gruppo, la riduzione del debito alla fine del triennio e la crescita degli investimenti strategici. Il titolo debole a Piazza Affari.

Generali business plan 2021

Un incremento medio annuo dell’utile per azione tra il 6% e l’8%. Accantonamento di 1 miliardo di euro per gli investimenti strategici nel triennio. Sono questi due punti chiave del nuovo piano al 2021 presentato nelle scorse ore dai vertici del gruppo Generali.

La compagnia triestina ha dichiarato che l’obiettivo è espandersi ulteriormente ed aumentare i clienti in America Latina, portandoli dagli attuali 5,8 milioni a quota 11,8 milioni fra tre anni.


Hai mai provato ad investire con il trading binario ? E' una modalità di investimento che molte persone stanno utilizzando per ottenere profitti ulteriori. Affidati ad un broker regolamentato come IQ Opption. Se cerchi un sito sicuro con cui iniziare a guadagnare è il broker che fa per te. Provalo subito qui


Il management punta ad una crescita sostenuta anche in Asia, con un incremento degli agenti dell’80 per cento.A contribuire al raggiungimento dei target, una progressiva riduzione delle spese per circa 200 milioni di euro e una serie di iniziative volte alla ridistribuzione del capitale.

La società promette anche più dividendi agli azionisti, con un payout atteso tra il 55% e il 65%.

Generali prospettive Italia ed Europa al 2021

In Europa le intenzioni del gruppo sono di consolidare i risultati sia in Italia che in Germania, quest’ultimo secondo mercato per la società di Trieste per premi raccolti complessivi (16 miliardi di euro).

Nel dettaglio, in Italia si punta in particolare ad un incremento della produttività degli agenti, stimata nel range 10-15%.

Nel piano di Generali spicca l’utile netto dell’asset management a 400 milioni di euro al 2021 rispetto ai 187 milioni del 2017. I ricavi netti dalla clientela sono stimati in progresso del 35 per cento alla fine del triennio.

Previsto anche un aumento della generazione di capitale oltre i 10,5 miliardi di euro, con focus sulla crescita per i prodotti Vita, per gli introiti da commissioni e per le attività delle divisioni “Danni”, “Health” e “Protection”. Il debito al 2021 è atteso in calo tra 1,5 e 2 miliardi di euro.

I vertici del Leone di Trieste si sono posti come obiettivo un “Return on Equity” medio superiore all’11,5 per cento.

Philippe Donnet, ceo del gruppo, ha sottolineato che le scelte strategiche contenute nel Piano contribuiranno ad accelerare la crescita.

Questa mattina a Piazza Affari il titolo Generali è in calo dello 0,84 per cento a quota 14,165 euro.

NESSUN COMMENTO

Rispondi