Ford: vendite giù nel 2018, crollano gli utili

Ford Motor ha chiuso il 2018 con un forte calo delle vendite. Dimezzati gli utili d’esercizio e confermati i tagli ai dipendenti nel Vecchio Continente. Risultati negativi soprattutto in Europa e Cina. Nell’ultimo trimestre il gruppo di Detroit ha registrato un risultato netto negativo superiore a 100 milioni di dollari

Ford bilancio 2018

I dati in rosso in Cina ed Europa hanno contribuito a far chiudere il bilancio 2018 di Ford con utili in forte contrazione.

Nel dettaglio, il gruppo di Detroit ha archiviato lo scorso esercizio con profitti totali di 3,7 miliardi di dollari, più che dimezzati rispetto ai 7,7 miliardi del 2017.

Crollo anche per l’utile per azione, sceso a 0,92 dollari da quota 1,93 dollari del precedente anno.

Cresce invece il fatturato del produttore di auto nel 2018 a 160,3 miliardi di dollari rispetto ai 156,7 miliardi del 2017.

Ford Motor, risultati trimestrali

Nell’ultimo trimestre del 2018, Ford Motor ha registrato un rosso di 116 milioni di dollari, ovvero di 0,03 dollari per azione, a fronte di utili complessivi di 2,5 miliardi di dollari (0,66 dollari per azione) dell’analogo periodo del 2017. Sui risultati hanno pesato oneri straordinari per complessivi 900 milioni di dollari.

I dati trimestrali sono stati influenzati negativamente dal calo di vendite in tutte le aree al fuori del Nord America. Gli utili nel periodo sono risultati pari a 0,30 dollari per azione, un dato inferiore alle stime degli analisti. I ricavi nel trimestre sono aumentati dell’1 per cento a quota 41,8 miliardi di dollari.

Nel dettaglio, saldo negativo per le attività estere del gruppo, superiori a 800 milioni di dollari. In rosso soprattutto l’Europa e la Cina, con un Ebit in contrazione rispettivamente a 400 milioni e un miliardo di dollari.

Il risultato operativo è sceso a 1,5 miliardi dai 2,1 miliardi registrati nello stesso trimestre dello scorso esercizio. L’azienda ha confermato i tagli per migliaia di posti di lavoro in Europa nel corso del 2019.

Il presidente e ceo di Ford, Jim Hackett, ha ammesso che il 2018 non è stato un anno facile ma le prospettive per il gruppo nel 2019 sono previste in crescita, seppur in rallentamento.

Il titolo Ford ha chiuso l’ultima seduta in Borsa a Wall Street in progresso del 3,12 per cento a quota  8,60 dollari.

NESSUN COMMENTO