Fineco, raccolta record. Mediolanum ringrazia i Pir

Nel mese di maggio raccolta record per FinecoBank a 464 milioni di euro. Da inizio anno sfiora i 2,44 miliardi. Bene anche Banca Mediolanum a 311 milioni di euro grazie ai Piani Individuali di Risparmio (Pir).

Finecobank risultati

Finecobank ha archiviato il mese di maggio con una raccolta netta totale in crescita del 9 per cento a quota 464 milioni di euro. Di questi, 308 milioni di euro sono stati ottenuti grazie ai prodotti del risparmio gestito che hanno registrato un incremento del 159 per cento rispetto all’analogo mese dello scorso anno.

Nel dettaglio, nel periodo gennaio-maggio, la raccolta registrata attraverso la rete dei consulenti finanziari è risultata in rialzo del 15 per cento sfiorando i 2,2 miliardi di euro.

Per quanto riguarda la clientela, da inizio anno sono stati 52.378 i nuovi clienti, di cui 10.851 riferiti a maggio, in progresso del 12 per cento nei dodici mesi. Complessivamente il numero di clienti totali ha raggiunto 1.155.000 unità, pari ad un incremento del 7 per cento sul 2016.

Dal primo gennaio 2017 la raccolta netta complessiva di Finecobank è aumentata del 9 per cento a quasi 2,44 miliardi di euro, con la raccolta gestita pari a 1,46 miliardi di euro.

La raccolta amministrata è stata di 478 milioni di euro mentre quella diretta è salita a 496 milioni.

Il patrimonio totale di Finecobank è aumentato del 13 per cento su base annua a 63,4 miliardi di euro.

Alessandro Foti, amministratore delegato di Finecobank, commentando i risultati di maggio, ha messo in risalto la solidità della raccolta e la crescita organica della rete di consulenti finanziari.

Alla Borsa di Milano il titolo Finecobank è in rialzo dello 0,48 per cento a 7,185 euro.

Banca Mediolanum raccolta maggio

Banca Mediolanum ha chiuso il mese di maggio con una raccolta netta totale di 311 milioni di euro. Una spinta al rialzo dovuta soprattutto al contributo fornito dai Piani Individuali di Risparmio (Pir).

Il saldo dal primo gennaio 2017 sale a quota 1,998 miliardi di euro.

La raccolta in fondi comuni e in fondi di gestione è risultata pari a 617 milioni di euro, per un ammontare totale, nel periodo gennaio-maggio, di 2,385 miliardi di euro.

Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum, ha sottolineato che i buoni risultati dei flussi sono stati supportati dal riscontro estremamente positivo registrato dai Piani Individuali di Risparmio (Pir). Finora è stato superato il miliardo di euro.

A Piazza Affari il titolo di Banca Mediolanum è in progresso dello 0,73 per cento a quota 7,53 euro.

SHARE

LEAVE A REPLY