Enel: utile e dividendo 2017 superiori alle attese

Enel ha chiuso il 2017 con un utile netto in rialzo del 47 per cento a quota 3,77 miliardi di euro e un dividendo in miglioramento del 32 per cento. Risultati di bilancio di gran lunga superiori alle attese degli analisti. Confermati dall’ad, Francesco Starace, i target economici e finanziari per il 2018.

Enel: risultati esercizio 2017

Enel ha battuto le previsioni degli analisti per il 2017. Il gruppo ha archiviato l’esercizio con un utile netto consolidato in crescita del 47 per cento a quota 3,779 miliardi di euro rispetto ai 2,57 miliardi di euro del 2016.

L’utile netto ordinario è stato registrato in progresso del 14,4 per cento a 3,7 miliardi di euro mentre i ricavi sono saliti del 5,7 per cento a 74,64 miliardi di euro. L’aumento degli introiti è dovuto principalmente alla maggiore vendita e al trasporto di energia elettrica, alle attività di trading, ai positivi effetti dei cambi. Il margine operativo lordo (ebitda) è aumentato del 2,5 per cento a 15,65 miliardi di euro mentre l’ebit è cresciuto del 9,8 per cento a quota 9,79 miliardi di euro.

L’indebitamento finanziario netto del gruppo energetico è risultato nel periodo in lieve calo dello 0,4 per cento a quota 37,41 miliardi di euro.

Enel: dividendo 2017, quotazioni e target

Il consiglio di amministrazione della società ha proposto la distribuzione di un dividendo complessivo per l’intero esercizio 2017 di 0,237 euro per azione, un dato in crescita del 32 per cento rispetto al precedente anno. Un acconto di 0,105 euro per azione è stato già corrisposto agli azionisti lo scorse mese di gennaio.

Francesco Starace, amministratore delegato di Enel, ha commentato positivamente i dati di bilancio dello scorso esercizio, evidenziando in particolare gli investimenti per circa 1 miliardo di euro nella digitalizzazione delle reti di distribuzione, il miglioramento della generazione dei flussi di cassa e un debito netto al di sotto della soglia prevista per il 2017. Italia e Sud America rappresentano le aree più importanti per la crescita del gruppo. Il numero uno di Enel ha inoltre confermato gli obiettivi economici e finanziari per l’esercizio 2018.

Viene inoltre ribadito un pay-out del 70 per cento sull’utile netto e un dividendo minimo di 0,28 euro per azione a partire dall’esercizio 2018.

Il titolo Enel ha chiuso l’ultima seduta a Piazza Affari in flessione dell’1,6 per cento a quota 4,796 euro.

NESSUN COMMENTO