Forex online: investimento o truffa? Consigli per principianti

Il mondo del trading online diventa sempre più popolare, anche nel nostro Paese. Eppure c’è ancora qualcuno che fa confusione: si tratta di una truffa? Di un investimento? Oppure di altro ancora? In questa guida vogliamo fare chiarezza una volta per tutte, in modo da chiarire di che cosa si tratti realmente e quali siano gli step da affrontare se si è agli inizi.

In particolare ci concentreremo sul Forex, ovvero il mercato delle valute. Dal momento in cui il mondo del trading è molto ampio, è meglio iniziare prendendo in considerazione un settore preciso; quello del Forex è il più popolare in assoluto ed è anche il primo ad essere diventato oggetto di speculazione online, per cui risulta sicuramente il più appropriato.

In questa guida vedremo anche perché è conveniente utilizzare SOLO piattaforme REGOLAMENTATE e certificate. Un esempio può essere quello di 24option(qui per visitare il sito ufficiale) che attualmente è la migliore in quanto a facilità di utilizzo e strumenti gratuiti, ma ce ne sono molte altre.

Trading online: né truffa né investimento

A grande sorpresa dobbiamo fermare entrambe le posizioni: il trading online, specialmente quello sul Forex, non è né una truffa né una forma di investimento. Potrà sembrarti strano, ma con le dovute spiegazioni capirai che non esiste altro giudizio oggettivo che si possa dare su questo tipo di attività.

Perché il trading sul Forex non è una truffa

Prima di tutto, è piuttosto facile spiegare come mai non si tratti di una truffa o di un qualsivoglia specchietto per le allodole. Il trading sul Forex è una cosa molto seria, ed il mercato delle valute vede ogni giorno scambi per oltre un triliardo di dollari. Si tratta, non a caso, del mercato più liquido in assoluto; si stima anche che circa il 90% dell’intero volume di scambi sia dovuto a mosse speculative, non al commercio internazionale tra valute diverse o all’effetto dei depositi interbancari per la gestione della liquidità delle istituzioni finanziarie.

Il trading online è una delle forme con cui è possibile speculare sull’oscillazione del prezzo delle valute: nello specifico è l’unico modo che i privati hanno per farlo, in quanto le banche ed i cambiavalute applicano commissioni troppo alte per pensare di trarre profitto dalle operazioni condotte usandoli come intermediari.

Gli intermediari finanziari del Forex online sono i broker di CFD, ovvero delle aziende che si occupano di fornire ai propri clienti l’accesso al mercato delle valute. Ne esistono di diversi, ed alcuni di questi sono effettivamente una truffa in piena regola. Per essere sicuro, un broker necessita di avere ottenuto una licenza per operare come intermediario all’interno di uno dei paesi membri dell’Unione Europea; per operare in Italia, poi, deve ulteriormente avere ottenuto un’autorizzazione speciale dalla Consob. Sia la Consob che le autorità europee vigilano sull’operato dei broker, assicurandosi che questi rispettino i migliori standard di servizio, di tutela e sicurezza dei risparmiatori.

I broker che la nostra redazione raccomanda sono i seguenti:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Utilizzando uno di questi tre servizi, puoi stare certo di non avere mai spiacevoli sorprese e di poter operare sul mercato Forex al pari dei professionisti che usano grandi postazioni computerizzate dall’ultimo piano del grattacielo di una banca. Pertanto no, il trading online sul Forex non è assolutamente una truffa, ma bisogna farlo utilizzando un broker serio.

Perché il trading online non è un investimento

La definizione di investimento varia a seconda del dizionario su cui cerchiamo, ma per essere un “investimento” è necessario che un’operazione finanziaria preveda due condizioni:

  • Deve esserci un versamento di capitale che ha per fine l’ottenimento di un capitale maggiore in un secondo momento;
  • Deve essere il capitale a lavorare, non chi lo ha investito. Questo succede, ad esempio, quando compriamo un’azione e la teniamo in un cassetto per alcuni anni prima di rivenderla ad un prezzo più elevato di quello a cui l’abbiamo acquistata.

In economia si distinguono sempre questi due fattori produttivi: il lavoro ed il capitale. La caratteristica principale degli investimenti è proprio che il capitale produce altro capitale, con un apporto nullo o minimo di lavoro. Questo non è assolutamente ciò che accade nel mercato del Forex online.

Il mercato del Forex non si basa su investimenti di lungo termine, ma sulla speculazione dovuta ai piccoli movimenti di prezzo che possono verificarsi nell’arco di pochi minuti, ore o al massimo qualche giorno. Non avrebbe senso comprare dollari americani con la speranza che tra dieci anni valgano molto più di ora; per quello ci sono i listini azionari, ed in generale gli strumenti finanziari orientati all’investimento di lungo termine.

Nel Forex il lavoro è più importante del capitale, perché il trader deve essere attento e vigile su ogni entrata e chiusura delle sue posizioni. Prima ancora di mettersi al lavoro bisognerebbe anche formarsi su questo specifico tema, ed il capitale senza il buon lavoro del trader non può in alcun modo crescere. La componente del lavoro, dunque, è decisamente più rilevante di quella del capitale (anche perché per cominciare a fare trading bastano 100/200 euro). Il trading online è un lavoro, sia che lo si svolga part-time nei ritagli di tempo che come professione principale.

Per fare un esempio, prendiamo la piattaforma di 24option. Ci sono tantissimi esperti che studiano i mercati e poi offrono agli utenti consigli su come muoversi con successo e profitto sui mercati attraverso segnali di trading gratuiti (qui trovi tutti i dettagli), dunque si tratta di un lavoro serio a tutti gli effetti.

Il consiglio più importante: l’ottica del lavoratore

Se vuoi mettere le basi del tuo successo nel trading di valute online, allora devi quanto prima accettare il fatto che non si tratti di un investimento ma di un lavoro. Per questo non puoi confidare nel fatto che i soldi si moltiplichino da soli: sono le tue scelte a fare la differenza, in ogni singolo trade che apri o chiudi.

Detto questo, sicuramente quello del trader è un lavoro molto speciale. In primo luogo, non ha limiti ai guadagni che possono essere generati; in secondo luogo non ha né clienti né fornitori di cui preoccuparsi, e può essere svolto in ogni parte del mondo semplicemente utilizzando un dispositivo ed una connessione; da ultimo, è un lavoro che esisterà sempre e che non è minacciato dal mutare del contesto competitivo dei mercati per via della globalizzazione, della robotica o dell’avvento di nuove tecnologie. Anche gli algoritmi, sempre più utilizzati nel mondo della finanza, possono coesistere benissimo con gli speculatori fisici.

Anche chi si collega soltanto un’ora a settimana sul sito del suo broker, per quell’ora in cui è collegato, sta lavorando. Ecco perché non si dovrebbero utilizzare termini come “Investire nel trading” o “Giocare in Borsa”: il trading non è un investimento, e soprattutto la Borsa non è un gioco. Una volta che si entra in questa ottica si può realmente cominciare un percorso costruttivo nel mondo del Forex trading.

4 consigli fondamentali per chi comincia

Veniamo a quattro consigli che possono davvero fare la differenza per chi si trova al primo passo del percorso, che per chi mostra dedizione e voglia di costruire un proprio bagaglio di strategie può rivelarsi anche molto lungo. Sono consigli validi per tutti i trader alle prime armi, comunemente ripetuti da tutti i trader esperti.

Il conto demo è sempre il punto di partenza

Molte persone si cimentano nel trading utilizzando fin dal primo momento un conto reale, cosa che può rivelarsi piuttosto pericolosa. Prima di rischiare il proprio capitale è bene fare un passo indietro, chiedendosi se sia realmente il caso di affrontare i mercati finanziari con le conoscenze che si hanno al momento.

Per fortuna tutti i principali broker, tra cui i tre che abbiamo elencato prima (Plus500, eToro e 24Option) mettono a disposizione dei propri clienti un conto demo gratuito ed utilizzabile illimitatamente. Non si rischia nulla: tutto il denaro è virtuale e ci viene fornito direttamente dal broker, per cui non potremo né prelevare i guadagni né perdere dalle operazioni che non sono andate a buon fine.

La formazione non è mai abbastanza

Il mestiere di chi fa trading sul Forex è forse il più basato sulle informazioni che ci sia al mondo. Bisogna conoscere bene l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale, che sono i principali metodi di elaborazione delle previsioni dei trader professionali: l’analisi tecnica si basa sulla statistica, mentre quella fondamentale si concentra sullo studio delle notizie provenienti dai mercati finanziari.

Entrambe le tipologie di analisi sono, al loro interno, un Universo di cui si potrebbe parlare per giornate intere. Arrivare a padroneggiarle è già molto, ma comunque non è ancora abbastanza: per avere successo è necessario mantenersi informati sui dati macroeconomici internazionali, i quali si possono conoscere comunque piuttosto facilmente avvalendosi di un calendario economico.

Nemmeno il miglior Forex trader del mondo può realmente smettere di formarsi, per cui non preoccuparti: non arriverai mai a sapere davvero tutto. L’importante è che nel tempo tu sappia sempre di più, in modo da elaborare strategie sempre più precise e previsioni sempre più accurate. La formazione passa sia dallo studio di libri ed eventualmente corsi, sia soprattutto attraverso l’esperienza: man mano che concludi sempre più operazioni, noterai da solo cosa funziona meglio e cosa funziona peggio.

Il copytrading è un grande aiuto

Se stai cominciando a fare trading online oggi, hai un grande vantaggio che fino a qualche tempo fa non esisteva: la possibilità di fare copytrading. In particolare, uno dei tre broker che ti abbiamo segnalato prima si concentra proprio su questo: ecco perché consigliamo alla maggior parte dei trader alle prime armi di iniziare il proprio percorso registrandosi su eToro.

Il copytrading ti permette di scegliere degli speculatori esperti e di successo, copiandoli in automatico con una parte del tuo portafoglio che puoi decidere tu stesso. Questo significa che in parte potrai trarre vantaggio dalla copia vera e propria delle operazioni dei professionisti del Forex trading; in parte potrai anche sfruttare l’osservazione di queste operazioni per imparare il modo in cui questi speculatori ragionano, così da formulare a tua volta delle strategie efficaci per affrontare i mercati finanziari.

Il copytrading ha rivoluzionato il modo di imparare a fare trading online, proprio perché oggi chiunque può copiare le mosse dei grandi investitori e lasciare che il tutto avvenga in automatico. Allo stesso tempo devi comunque essere in grado di analizzare le informazioni su ogni investitore che eToro ti mette a disposizione, in modo da investire copiando delle persone che siano realmente coscienti di ciò che fanno con le loro operazioni. Per saperne di più sul copytrading potete visitare questa pagina per i dettagli.

Le delusioni sono parte del gioco

Chi comincia a fare boxe, istintivamente, spera che questo non lo porti mai ad incassare un pugno in faccia; chi comincia a guidare spera di non tamponare mai nessuno, chi si fidanza spera che con il proprio partner non ci sia mai una litigata importante. Allo stesso modo chi comincia a fare trading spera di non vedere mai un’operazione chiudersi in rosso, oppure di non “bruciare” mai un account al punto da far scendere a zero il saldo.

La realtà è che tutte queste speranze sono soltanto un modo per ingannare noi stessi e cavalcare l’entusiasmo di una nuova avventura. Le delusioni ed i problemi sono parte del gioco, anche nel trading online. Molti professionisti che oggi guadagnano cifre a sette zeri con il Forex, nelle interviste, raccontano proprio dei loro errori iniziali e di come sia stato difficile alle volte rialzarsi da quei momenti. La differenza tra chi riesce e chi fallisce, in buona parte, è proprio che chi riesce prende il fallimento momentaneo come un modo per fare esperienza e porre le basi del suo successo futuro.

L’etichetta della truffa è un modo per de-colpevolizzarsi

Per concludere vogliamo dirti una cosa importante, da non dimenticare mai fino a che si continua a fare trading online: molte persone, forse anche tu stesso, continueranno a dirti che il trading online è una truffa. Non importa se l’evidenza dice il contrario, sia per via della severissima regolamentazione dei broker, sia per il numero di casi di successo che esistono e che presumibilmente continueranno ad esistere.

La cosa migliore è sempre affidarsi a broker regolamentati per non avere rimpianti e problemi di nessun genere. Ad esempio scegliendo nomi di prestigio come 24option( qui trovi il sito ufficiale) o eToro (qui per visitare il sito ufficiale) si possono dormire sonni tranquilli in quanto si ha la certezza di operare con quello che di meglio offre il mercato,

Quando una persona perde il suo denaro facendo trading ha fondamentalmente due opzioni: ammettere di non essere abbastanza bravo o abbastanza formato, oppure etichettare l’intero settore come una truffa e sentirsi in pace con la sua sconfitta. Per natura, gli esseri umani sono portati a scegliere la seconda opzione. Questo non significa niente, ed è un’ulteriore distrazione che troverai sulla tua strada. Nei momenti difficili della carriera di un trader si può finire per pensarlo, magari in un momento di delusione, ma anche in questo caso l’importante è rialzare la testa e guardare oltre, con razionalità.

SHARE

LEAVE A REPLY