Lavoro: disoccupazione cresce e occupati giù

Cattive notizie sul fronte del lavoro per l’Italia dopo gli ultimi dati diffusi dall’Istat. A maggio si registrano 51mila occupati in meno rispetto ad aprile. Cresce la disoccupazione, anche quella giovanile.

Lavoro Italia: disoccupazione in crescita

Nel mese di maggio il tasso di disoccupazione in Italia è aumentato all’11,3 per cento.

Dopo un periodo positivo lungo otto mesi, scendono anche gli occupati in Italia. Nel mese di maggio l’Istituto di statistica ha stimato che sono 51mila persone in meno su aprile 2017. Nel dettaglio, in crescita soltanto i dati relativi agli over 50 ed ai contratti a termine dei dipendenti.

Il tasso di disoccupazione è salito dello 0,2 per cento.

Situazione non positiva nemmeno per i giovani senza lavoro, un dato in crescita di 0,2 punti percentuali a quota 37 per cento.

Gli analisti si attendevano un incremento del tasso di disoccupazione ma in misura inferiore (11,2 per cento).

Lavoro Italia: inattivi e occupati

Per quanto riguarda gli inattivi nella fascia di età tra i 15 ed i 64 anni, ossia la categoria di individui che non hanno e non cercano lavoro, la stima da parte dell’Istat nel mese di maggio rimane pressoché stabile, registrando nello specifico un dato in flessione per gli uomini e una crescita per le donne.

La classe degli inattivi risulta in diminuzione invece nella fascia tra i 25 ed i 34 anni ed in aumento per quanto concerne gli over 50. A seguito di tali rilevazioni, il tasso di inattività risulta a maggio pari al 34,8 per cento, un dato invariato rispetto al mese di aprile.

Analizzando i valori su base annua, il numero di occupati è aumentato dello 0,6 per cento, ovvero 141mila unità in più rispetto al mese di maggio 2016.

Un incremento, nello specifico, che interessa i lavoratori dipendenti, in progresso di 313mila unità. Da segnalare invece la marcata flessione, di 172mila unità, per gli autonomi. In evidenza, sempre con riferimento ai dodici mesi, gli occupati over 50 che sono risultati in progresso di 407 mila unità. Nell’analogo intervallo temporale, in calo i disoccupati dell’1,8 per cento, per complessive 55mila unità. Flessione anche per gli inattivi che scendono dello 0,9 per cento, ovvero -129mila unità.

L’Istat tiene a sottolineare che malgrado la diminuzione registrata nel mese di maggio, nel periodo marzo-maggio gli occupati sono cresciuti dello 0,3 per cento rispetto ai tre mesi precedenti, con un dato in rialzo di 65 mila unità.

 

SHARE

LEAVE A REPLY