Italia: produzione industriale in crescita

La produzione industriale cresce del 2,2 per cento a novembre rispetto al 2016 mentre segna una variazione nulla sul precedente mese di ottobre. È quanto rilevato nell’ultimo rapporto dall’Istat.

Produzione industriale Italia novembre 2017

La produzione industriale registra un progresso del 2,2 per cento lo scorso novembre rispetto all’analogo periodo del 2016 mentre segna una variazione nulla sul precedente mese di ottobre. È quanto reso noto dall’Istat.

L’incremento su base annua è dovuto principalmente alla crescita del 3 per cento dei beni di consumo e del 2,8 per cento dei beni strumentali.

Aumento del 2,1 per cento anche per i beni intermedi mentre flessione dello 0,4 per cento per il comparto dell’energia.

A margine della presentazione del rapporto, l’Istituto di statistica ha sottolineato come la crescita del 2,2 per cento della produzione industriale su base annua nel mese di novembre 2017, sia soltanto l’ultimo di una serie di risultati positivi che si sono registrati in tutto lo scorso anno, fatta eccezione per il mese di gennaio.

Un trend positivo che ha avuto inizio nella seconda parte del 2016.

Industria: produzione autoveicoli in rialzo

La produzione di autoveicoli in Italia nel mese di novembre è aumentata del 6,3 per cento rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. È quanto diffuso dallo stesso Istituto di statistica. Prendendo in esame i primi 11 mesi dello scorso esercizio, la crescita è stata pari all’8,4 per cento rispetto a quanto registrato a fine novembre 2016. Esaminando il dato generale della produzione industriale nel trimestre compreso da settembre a novembre 2017, l’Istat evidenzia una diminuzione dello 0,2 per cento rispetto ai precedenti periodi.

Con riguardo ai primi undici mesi dell’anno, la produzione dell’industria aumenta del 2,7 per cento rispetto all’analogo lasso temporale del 2016. Nel dettaglio, l’indice mensile registra risultati positivi per le divisioni dell’energia (+4 per cento) e dei beni intermedi (+0,1 per cento).

Variazioni negative, sempre su base mensile, per i beni di consumo (-0,7 per cento) e per i beni strumentali (-0,3 per cento).

Con riferimento alle attività economiche, i settori maggiormente in crescita nel 2017 sono stati le industrie manifatturiere (+5,2 per cento), la produzione farmaceutica (+17,9 per cento) e la fabbricazione di mezzi di trasporto (+5 per cento)

Flessioni invece per l’attività estrattiva (-11,2 per cento), per la fabbricazione di computer e prodotti di elettronica (-6,3 per cento), per le industrie di bevande e alimentari (-1,7 per cento).

NESSUN COMMENTO

Rispondi