Debito pubblico Italia in crescita, scende deficit

Debito pubblico Italia in crescita, scende deficit

Il debito pubblico dell’Italia sale al 132 per cento. Peggio di noi soltanto la Grecia. Scende invece il deficit al 2,5 per cento. È quanto certificato da parte di Eurostat che ha esaminato i conti pubblici di tutti i Paesi che compongono l’area euro. In calo il deficit totale in Ue.

Debito e deficit Italia 2016

L’Italia ha archiviato il 2016 con un deficit in calo al 2,5 per cento rispetto a quota 2,6 registrato nel precedente anno. Il disavanzo è stato così pari a 41,9 miliardi di euro.

Con riguardo al prodotto interno lordo del nostro paese, è risultato pari a 1.681 miliardi di euro, un dato in progresso dai 1.652 miliardi di euro registrati complessivamente nel 2015.


Hai mai provato ad investire con il trading binario ? E' una modalità di investimento che molte persone stanno utilizzando per ottenere profitti ulteriori. Affidati ad un broker regolamentato come IQ Opption. Se cerchi un sito sicuro con cui iniziare a guadagnare è il broker che fa per te. Provalo subito qui


Prosegue senza sosta invece la crescita per il debito pubblico italiano che ha ormai toccato il 132 per cento del prodotto interno lordo, a fronte del 131,5 registrato a fine dicembre del 2015. Nel dettaglio, il dato si è portato sino a quota 2.218 miliardi di euro, in netto progresso dai 2.173 miliardi registrati nel precedente anno.

Il saldo primario del nostro paese è risultato pari all’1,5 per cento del Prodotto interno lordo, un dato pressoché stabile rispetto al 2015. La spesa per gli interessi è invece stata del 4 per cento del Pil, in flessione di 0,1 punti percentuali sui dati del precedente esercizio.

Sempre in un raffronto con l’anno 2015, il rapporto tra il debito delle Amministrazione pubbliche e il prodotto interno lordo è aumentato di 0,5 punti percentuali.

Debito pubblico area Euro: solo la Grecia fa peggio

L’Italia in questo momento dimostra di possedere il secondo debito pubblico più alto di tutta la zona euro. Fa peggio di noi soltanto la Grecia con un valore del 180,8 per cento.

L’Eurostat inoltre ha reso noto che la quota di debito pubblico del nostro paese riguardante i prestiti e le risorse destinate ai fondi salva-stati dei paesi europei, è risultata pari al 2,5 per cento del prodotto interno lordo.

L’istituto di statistica ha sottolineato che nell’Ue a 28 il valore del debito pubblico è diminuito a quota 83,2 per cento a fronte dell’84,5 rilevato nel precedente esercizio.

Uno sguardo complessivo infine è stato fornito anche in merito a tutti i 19 paesi dell’area euro, evidenziando un deficit totale in calo all’1,5 per cento del prodotto interno lordo da quota 2,1 del 2015.

NESSUN COMMENTO

Rispondi