Boeri (Inps) prepara proposte rivoluzionarie per il Governo

Il Presidente dell’Inps Tito Boeri ha dichiarato che entro Giugno presenterà al Governo Renzi un pacchetto di proposte / suggerimenti, che dai contenuti si prospettano addirittura rivoluzionarie.

In attesa infatti di venire dettagliate dalla sua squadra di lavoro, si sa già che in primis tutti gli over 55 disoccupati o con redditi bassissimi, dovranno ricevere una reddito minimo garantito che permetta loro di vivere, visto che difficilmente a quell’età si riesce a trovare un’altra occupazione.

Boeri smonta le tesi contrarie ad un provvedimento del genere in questo modo: “Non credo assolutamente che dare loro un trasferimento, che sarà basso, li esponga al rischio di non mettersi in cerca di un lavoro”. Si tratta purtroppo infatti di persone che difficilmente riescono a trovare una nuova occupazione a prescindere, se si pensa che il 90% di loro, quando perde un lavoro a questa età, rimane per sempre disoccupato (solo il 10% riesce a reinserirsi nel mercato del lavoro)”.
In più una maggiore flessibilità di uscita dal lavoro per rendere più elastica e razionale la riforma Fornero, attraverso un processo a 360 gradi che armonizzi e renda più eque le regole sulla pensione, in modo da tagliare dei privilegi assurdi, attraverso i quali recuperare risorse da destinare ai soggetti più poveri o in difficoltà.
Un attivismo, quello del Presidente dell’Inps, che però non è piaciuto a tutti, a cominciare dai sindacati (che a volte si oppongono veramente a tutto come impostazione fissa, anche a delle proposte buone), ma Boeri a loro ed a tutti i suoi oppositori risponde: “Rivendico il diritto di poter fare delle proposte. Non è certamente un modo di violare le regole della democrazia, come qualcuno ha sostenuto”.

E poi una notizia positiva si avrà a breve per tutti i pensionati: le pensioni saranno pagate il 1’ di ogni mese! L’accordo con le banche c’è, ed ora Boeri aspetta solo un decreto ad hoc del Governo: “E’ una manovra a costo zero per le banche e per lo Stato, mentre ne trarranno un grande beneficio tutti i pensionati”.

NESSUN COMMENTO