Previsioni Ethereum 2019

 Ethereum (Ether) è la seconda criptovaluta più capitalizzata in assoluto, direttamente alle spalle di Bitcoin. Vista questa posizione di grande rilievo, se sei interessato ad investire o fare trading sulle criptovalute non puoi fare a meno di sapere l’opinione degli esperti sul progetto Ethereum e sulla sua moneta virtuale, gli Ether. Qui vogliamo proprio fare un’analisi critica, riportando anche le previsioni degli analisti per il 2019.

Prima di cominciare dobbiamo chiarire un punto: la nostra redazione fa trading online anche su Ether, ma non detiene posizioni di lungo termine sulla criptovaluta. Per questo la nostra è una visione imparziale ed un’analisi oggettiva della quotazione, del progetto e del suo ipotetico futuro.

Vedremo anche quali sono le migliori piattaforme per investire in Ethereum. Ad esempio 24option permette grazie ai segnali (clicca qui per saperne di più) di essere subito operativi.

Perché credere in questo progetto

Ethereum è un progetto decisamente più avanzato di Bitcoin, perché non si tratta di una “semplice” criptovaluta. O meglio, è possibile trasferire gli Ether ad altre persone, comprare cose in Ethere e via discorrendo, ma non c’è soltanto questo. Ethereum è una virtual machine, cosa che potrebbe non suggerirti nulla ma che stiamo per spiegare meglio.

La grande utilità Ethereum

Quello che succede è che tutti i dispositivi connessi alla rete le prestano la loro potenza di calcolo, un po’come succede per Bitcoin. Anche in questo caso l’unione dei vari dispositivi crea una rete decentralizzata: significa che tutti i dispositivi sono connessi direttamente tra loro, senza un server centrale che detti le regole per tutti.

Questa rete ha una grande potenza di calcolo, come puoi immaginare, perché unisce milioni di computer in tutto il mondo. Unendosi, questi dispositivi creano una macchina “super”, che ha la potenza di calcolo di tutti i computer che la compongono messi insieme; per questo si dice virtual machine, perché la rete è in grado di comportarsi come se fosse una sola macchina anche se è fatta di tanti dispositivi connessi tra loro.

Chi è interessato può pagare con i suoi Ether e noleggiare questa potenza di calcolo, in modo da sfruttarla per costruire dei programmi e delle applicazioni da inserire all’interno della rete. Ad esempio potremmo creare all’interno di Ethereum un social network, un negozio dove tutto si paga in Ether, un videogioco o qualsiasi altra applicazione. In particolare si possono creare degli smart contracts, ovvero dei contratti intelligenti che sono in grado di regolare da soli i rapporti tra le due parti.

Tutto questo rende Ethereum un progetto molto più grande, ambizioso, ed in ultima analisi anche più utile, di Bitcoin. Molte aziende hanno già creato delle realtà all’interno della rete ed altre l’hanno usata per gestire i processi aziendali su blockchain. Questo tipo di tecnologia ha un’utilità evidente, destinata ad essere la maggior fonte di successo del progetto.

Un team vincente

Non basta avere un’idea vincente, nemmeno un progetto vincente: bisogna anche avere un team in grado di gestirlo al meglio, ed è proprio questo l’aspetto primario da valutare di una criptovaluta. Già in passato abbiamo visto ICO molto interessanti fallire per l’inesperienza di chi le guidava. Ethereum, fortunatamente, può contare su un team molto integrato, mondiale e di alto livello.

Il fondatore del progetto è Vitalik Buterin, un programmatore molto esperto e soprattutto uno dei primi ad essersi interessati di Bitcoin e delle criptovalute. Buterin ha anche gestito per un periodo la rivista più importante del settore, consolidando le sue conoscenze e le sue amicizie nel settore. In questo modo ha potuto portare una serie di menti brillanti con lui nella sua avventura in Ethereum.

Ad oggi, il team conta su una grande rete di sviluppatori che lo sostengono. In Svizzera è nata anche la Ethereum Foundation, organizzazione economica che si occupa di valorizzare le startup brillanti basate sull’utilizzo di questa rete e di far conoscere questa realtà sempre di più.

Quali sono le minacce?

Esattamente come ci sono dei buoni motivi per credere in un brillante futuro per Ethereum, altre cose possono spaventare gli investitori. Come abbiamo detto il progetto è molto buono, ma anche per questo ha portato con sé dei concorrenti importanti. In particolare NEO, Tezos e Cardano sono progetti che negli ultimi anni hanno avuto grande successo.

Alcuni di questi nomi sono anche in grado di risolvere il problema principale di Ethereum, ovvero quello della scalabilità. Lo stesso Vitalik Buterin ne ha parlato più volte, ammettendo che allo stato attuale c’è un problema con la blockchain difficile da risolvere: l’architettura di questa rete, infatti, funziona bene finché c’è un numero relativamente piccolo di informazioni da convalidare.

La convalida delle informazioni (es. Transazioni, acquisti, ecc.) non viene eseguita dalla virtual machine di Ethereum, ma dai singoli blocchi. Questo significa che se le informazioni fossero molte, oppure molto complesse, sarebbe molto difficile affidare ai singoli dispositivi la loro convalida. Quello della scalabilità rimane comunque un problema molto importante anche per Cardano, Tezos e tutti i diretti concorrenti di Ethereum.

Previsioni 2019

Ethereum è un progetto utile, ambizioso e con dei punti deboli che non sono stati superati al momento da nessun diretto concorrente. Inoltre il settore delle criptovalute, che tende a muoversi in blocco, sta andando molto bene nel 2019; anche la notorietà delle crypto sta aumentando, e quella di Ethereum in particolare cresce esponenzialmente grazie al nuovo interesse di massa verso le altcoin.

A fronte di tutto questo, a nostro modo di vedere il 2019 sarà un anno molto positivo per Ethereum. Con una capitalizzazione attuale di circa 30 miliardi di dollari, c’è ancora moltissimo spazio per gli acquisti e per veder crescere il prezzo. Il nostro target per l’anno in corso è intorno ai 450$. Si tratta di un’affermazione molto ambiziosa, ma anche giustificata da quello che abbiamo visto fino a questo momento.

Cosa ne pensano gli analisti, invece?

Abbiamo analizzato 83 analisi autorevoli pubblicate da gennaio ad oggi:

  • Il 78% degli analisti concorda nel fatto che il 2019 sarà un anno positivo per Ethereum
  • Il 64% prevede che a fine anno il prezzo sarà superiore a 500$
  • Il 48% prevede un valore superiore ai 1.200$ entro la fine del 2020

Nel complesso anche i professionisti dell’analisi di mercato sembrano concordare con le nostre ipotesi iniziali.

Come investire in Ethereum

Se stavi considerando l’idea di investire in Ethereum, ora sai che ci sono molte conferme che ti danno un buon motivo per farlo. Attenzione però al modo in cui concludi i tuoi investimenti: molto spesso gli exchange di criptovalute vengono hackerati, ed il livello di sicurezza informatica è ancora molto basso.

Il nostro consiglio è quello di guardare direttamente al mondo dei broker online, che sono estremamente sicuri. Quelli che ti presentiamo qui sono due dei servizi più conosciuti, che hanno ricevuto l’autorizzazione della Consob ad operare in Italia e rispecchiano tutte le norme europee di tutela degli investitori. I broker offrono un livello di affidabilità e convenienza senza dubbio più alto degli exchange di criptovalute; inoltre sono più semplici da utilizzare, visto che non dovrai aprire wallet o cose simili da integrare poi con la piattaforma.

24Option

Deposito minimo: 250 euro
Possibilità di fare pratica con un conto demo: sì, gratis ed illimitata

24Option, oltre ad essere sponsor ufficiale della Juventus, è anche uno dei top broker nel panorama europeo. Si tratta di un servizio di trading già utilizzato da milioni di persone, che consente tra le altre cose anche di investire in criptovalute. Potrai acquistare o vendere allo scoperto Ethereum, in modo da puntare a tuo piacimento sul rialzo o sul ribasso della sua quotazione.

Iscrivendoti a 24Option potrai ricevere vari servizi ausiliari che ti aiuteranno a ponderare gli investimenti e migliorare le tue abilità nel trading online:

  • Un ebook gratuito che ti permette di conoscere tutte le basi della materia, portandoti direttamente ad un livello di skill intermedie/avanzate;
  • I segnali di trading gratuiti di Trading Central, multinazionale specializzata nelle raccomandazioni ai trader. 24Option è uno dei pochissimi broker al mondo che offre questa integrazione, specialmente interessante perché avviene senza alcun costo;
  • Un calendario economico direttamente inserito nella piattaforma, in modo da rimanere sempre aggiornato sui più importanti eventi dei mercati finanziari.

Per saperne di più su 24option visita il sito ufficiale.

eToro

Deposito minimo: 200 euro
Possibilità di fare pratica con un conto demo: sì, gratis ed illimitata

EToro è diventato con ogni probabilità il broker più popolare di quest’anno, in quanto i suoi servizi sono ulteriormente migliorati. Nel caso in cui non lo sapessi, con questo broker hai la possibilità di copiare in automatico qualsiasi investitore; se sei alle prime armi nel mondo del trading questa è sicuramente una delle possibilità più interessanti, in quanto puoi limitarti a scegliere chi copiare e lasciare che sia lui a studiare le strategie di investimento in Ethereum.

Ovviamente hai la possibilità di navigare tra vari trader, in modo da scegliere con attenzione quelli da copiare, così come puoi fare trading in prima persona o dividere il tuo budget in più trader da copiare nello stesso momento. Questa funzionalità, detta copy trading, ha stravolto il mondo della speculazione online e sta diventando sempre più popolare. In ogni momento, poi, puoi smettere di copiare e riprendere indietro il tuo capitale eventualmente maggiorato per le operazioni andate a buon fine.

Per saperne di più su eToro visita il sito ufficiale

NESSUN COMMENTO