Criptovalute

Quotazioni Criptovalute principali

LogoSimboloNomeQuotazioneVar. %Market Cap

Basata su Ethereum, Bananacoin (BCO) è la nuova criptovaluta che segue l’andamento della banana: ogni token rappresenta il contratto di acquisto futuro di 1 Kg di banane che saranno prodotte nelle piantagioni di Laos.

Sembra finzione ma in effetti è già realtà: superato l’entusiasmo della “febbre da Bitcoin” ora si apre la possibilità per i trader ed investitori di reperire sul mercato delle criptovalute nuovi orizzonti e nuove opportunità di investimento.

Bananacoin (BCO) rappresenta un Altcoin interessante ed estremamente vantaggioso per tutti coloro che sono alla ricerca di un asset “trasparente” che consente di visualizzare la quotazione ed il pricing della materia prima legato all’export delle banane. Infatti, si tratta di un dato facilmente verificabile da tutta l’audience e non soggetto a distorsioni.

Per promuovere la crescita delle piantagioni di banane, due imprenditori russi e un agronomo thailandese hanno battezzato un nuovo modo per finanziare l’espansione della coltivazione di alberi di banane.

Bananacoin rappresenta una nuova modalità ed opportunità di investimento per i trader. È effettivamente così? C’è da chiedersi quali siano le ragioni che dovrebbero stimolare e giustificare la scelta del progetto di investimento. Come può l’industria ortofrutticola di banane essere legata ad una tecnologia Blockchain? Scopriamolo in questa guida dedicata al Bananacoin.

Investire in Bananacoin: che cos’è questa nuova criptovaluta?

Ecco la nuova frontiera futura del mercato delle criptovalute: il Bananacoin (BCO) è la nuova moneta virtuale paritaria che consente ai trader ed investitori di diversificare il proprio portfolio di asset digitali e di poter introitare guadagni derivanti dall’andamento delle performance del prezzo delle piantagioni di banane di Laos.

È davvero conveniente e promettente investire in Bananacoin? Qual è il potenziale? È un asset trasparente e qual è il livello di rischiosità? Ovviamente, vale la pena ricordare e sottolineare il fatto che investire in criptovalute comporta sempre il sostenimento di un livello di rischio che può arrecare una perdita di capitale investito.

Per questo motivo è importante sempre valutare in modo adeguato come poter diversificare al meglio i propri investimenti per minimizzare il rischio. Banana può rappresentare una scelta strategica vincente per chi è alla ricerca di un investimento sostenibile ed ecologico.

Che cosa significa acquistare Bananacoin? Per i trader che decidono di investire acquistando la criptovaluta Bananacoin significa sostenere finanziariamente la crescita della prima piantagione ecocompatibile coltivata a Laos.

La sua tecnologia è basata su Ethereum e la sua quotazione o performance riflette l’andamento monetario del prezzo all’esportazione di 1 kg di banane. Vale la pena sottolineare il fatto che negli ultimi sette anni il prezzo delle banane è salito tra il 4 e il 7 per cento l’anno; di conseguenza, si può ben capire che l’investimento può risultare potenzialmente promettente ed interessante.

La nostra missione è quella di coltivare una varietà biologica e sana di banane conosciuta come “Lady Finger” nelle nostre piantagioni di Laos e di esportarle in Cina dove la domanda è maggiore dell’offerta”, è quanto riportato sul sito istituzionale e mission strategica dichiarata ai vari stakeholder e potenziali sostenitori finanziari per progetto di investimento.

I token Bananacoin rappresentano un algoritmo crittografico in un database decentralizzato e distribuito (blockchain), parimenti alle altre valute digitali.

In conformità con la documentazione legale del progetto Bananacoin, il token Bananacoin costituisce uno Smart Contract o “contratto intelligente” per l’acquisto di 1 Kg banane da coltivare e produrre in futuro.

I token non possono essere classificati come denaro in quanto non sono considerati “mezzo di pagamento legale” ai sensi della legislazione di qualsiasi giurisdizione, né possono essere considerati aventi valore di valute o di titoli esteri.

Finalità del Progetto di investimento “Bananacoin”

Il progetto Bananacoin è stato concepito da un gruppo di professionisti con oltre 3 anni di esperienza nella produzione di banane a Laos ed è supportato costantemente da un pool di validi esperti sviluppatori di software e avvocati professionisti.

L’obiettivo strategico del progetto “Bananacoin” è quello di revisionare strategicamente il business e le modalità di esportazione relative alla produzione e alla distribuzione commerciale di banane.

I Founder del progetto hanno fissato un obiettivo: decentralizzare il processo di espansione del business e diffonderlo globalmente, superando i “tradizionali” schemi di instaurare partnership.

Il progetto Bananacoin si prefigge l’obiettivo ambizioso di promuovere il riconoscimento della tecnologia blockchain sul mercato delle materie prime, in stretta connessione con il supporto di altri partners Bitcoin, Ethereum, etc. etc.

Non a caso i token che vengono emessi utilizzano la tecnologia blockchain (Ethereum) e riflettono l’andamento e la performance della quotazione dell’export price di 1 Kg di banane.

Per raggiungere questo obiettivo, i sostenitori del progetto hanno pianificato l’implementazione delle seguenti iniziative strategiche:

  • Emissione e vendita del token Bananacoin, con un valore nominale di 0,5 USD (prezzo nominale di 1 token) legato al valore di mercato di 1 Kg di banane;
  • Acquisto di un’area per la produzione di banane (coltivazione) utilizzando fondi ricevuti dai finanziatori,
  • Raccolta e vendita di banane coltivate,
  • Messa in circolazione dei token Bananacoin per procedere con la negoziazione dell’asset,
  • Nel medio termine si sta pianificando di aumentare la superficie di produzione a 1.000 ettari e di presentare il progetto a vari Fondi agricoli asiatici.

TGE (Token generation event) è un modello di crowdfunding che consente di emettere token digitali in cambio di investimenti: ogni token conferisce al detentore di criptovalute il diritto di ricevere capital gain secondo le condizioni contrattuali sottoscritte.

Bananacoin: i vantaggi economici e tecnologici

Per quanto concerne i vantaggi tecnologici derivanti dall’acquisto e dall’investimento in Bananacoin possono essere di seguito sintetizzati:

    • convenienza, i token sono gestiti mediante l’utilizzo di portafogli (E-Wallet),
    • utilizzo della tecnologia Blockchain Ethereum, una delle più sicure e stabili sul mercato delle criptovalute,
  • facilità d’utilizzo dato che non richiede conoscenze specialistiche in crittografia o tecnologia blockchain.

Per quanto concerne i vantaggi economici:

  • decentralizzazione ed indipendenza dalle Autorità monetarie: i token non dipendono da banche o istituzioni finanziarie, ma sono direttamente legati alla produttività dell’azienda e alla sua attività di esportazione,
  • “protezione” dalla spirale dell’inflazione: i token il cui valore è legato e riflette la quotazione del valore di mercato delle banane consentono di mettersi “al riparo” dalla volatilità inflattiva che caratterizza le monete legali. Occorre sottolineare che negli ultimi 7 anni, il prezzo di 1 kg di banane è aumentato del 4-10% ogni anno (vedi diagramma),
  • l’uso della tecnologia blockchain garantisce una maggiore trasparenza, chi investe in questo progetto ha l’opportunità di accedere ad una serie di informazioni trasparenti legate alla crescita e raccolto delle banane, oltre che al volume del quantitativo di banane che viene commercializzato sul mercato.

Come acquistare BCO

Per iniziare ad investire nel progetto Bananacoin è necessario detenere nel proprio Wallet l’Ethereum o il Bitcoin.

È possibile utilizzare carte di credito/debito bancarie o eseguire altri trasferimenti di denaro per acquistare la valuta digitale come PayPal, Qiwi, Advcash, Alipay. Si possono anche scambiare altre criptovalute per acquistare Bananacoin: i modi più comuni per acquistare valuta criptata sono gli Exchange o i siti di servizi specializzati e robot.

Ecco dove puoi acquistare Bananacoin:

Ad oggi 1 BCO vale 0,5 USD, sono state venduti ben 3.415.650 su 14 m di token emessi e rappresentano un investimento con interessante e potenziale di crescita nel prossimo futuro. Il consiglio è quello di valutare l’acquisto di Bananacoin per diversificare la strategia di pianificazione degli investimenti personali.

Tra le varie criptovalute interessanti che i trader devono considerare nello loro strategie di investimento per il 2018, il Dash rappresenta sicuramente una delle migliori valute digitali sul mercato.

Negli ultimi anni la criptovaluta Dash ha continuato a raggiungere un crescente e costante successo tra gli investitori, grazie alle sue peculiarità che gli hanno consentito nel tempo di essere maggiormente performante e di ottenere maggiori consensi.

Già lo scorso anno 2017 la criptovaluta Dash è passata da un valore di poche decine di dollari fino a toccare quota $1500 dollari per poi ripiombare a 803$ ad oggi (25 gennaio 2018).

Si pensi solo che la criptovaluta Dash ha registrato le seguenti performance: in 3 mesi +148,24% e in 1 anno +5195,09%, il che fa ritenere che sia davvero interessante investire sulla criprovaluta Dash nel nuovo anno 2018.

Si prevede infatti che il 2018 sarà l’anno in cui l’attenzione dei trader e degli investitori verrà più concentrata sulle alternative al Bitcoin: il continuo rally che in questi giorni sta interessando gli Altcoin sta conquistando sempre di più gli appassionati delle criptovalute alternative al Bitcoin.

Tra queste, la criptovaluta Dash sta attirando l’attenzione su di sé e mira ad essere tra le Best Ten per il 2018. Vediamo in questa guida quali sono le sue caratteristiche e quanto vale un Dash in Dollari.

Dash: Quanto vale in Dollari?

Il Dash Coin è un Altcoin che viene appellato “contante digitale”, ha un funzionamento che richiama quello del Bitcoin. Del resto come le valute digitali “alternative” all’oro delle crypto, anche il Dash ha conosciuto negli ultimi mesi una quotazione performante: il prezzo è aumentato esponenzialmente, consentendo a questa criptovaluta di diventare una delle Top 10 al mondo, sia in termini di capitalizzazione che di prezzo.

Dopo aver conquistato importanti traguardi ed accumulato successi crescenti nel 2017, anno appena concluso, i maggiori esperti si chiedono se la sua brillante quotazione continuerà anche per il corrente anno 2018.

Negli ultimi 3 mesi la performance del Dash è stata del +148,24%: ha esordito l’anno 2017 con una quotazione di $11,39 di gennaio e lungo tutto l’arco annuale è arrivata a quota ai $1.140 registrata in data 31 dicembre 2017.

Ben si può comprendere che la sua performance sia stata veramente ottimale e parificabile ad altre criptovalute “alternative” al Bitcoin come Ripple, Nem, Ardor, Stellar, etc.

Oggi il Dash vale 803$ e in Euro? Oggi 25 gennaio 2018 un Dash vale 649 Euro, la sua capitalizzazione di mercato è di €4,019,866,340.45, MINIMO IN 24 ORE / MASSIMO IN 24 ORE €491.7602 / €557.4454 e VOLUME DEGLI SCAMBI IN 24 ORE €109,262,933.96 (dati aggiornati al 25 gennaio 2018).

Che cos’è il Dash? Ha caratteristiche in comune con il BTC?

Creata il 19 gennaio 2014 (circa 4 anni fa), il Dash funziona in modalità assimilabile al Bitcoin, in quanto è anch’essa totalmente decentralizzata e consente quindi di inviare e ricevere pagamenti anonimi, grazie al sistema di crittografia.

Come il BTC anche la criptovaluta Dash si basa su una blockchain pubblica, dove sono contenute tutte le transazioni effettuate dagli users.

Si tratta di una valuta digitale open source P2P che introduce nuove interessanti funzionalità per migliorare il suo utilizzo.

I punti di forza del Dash

I punti di maggiore forza della criptovaluta Dash sono ascrivibili ai seguenti:

  • decentralizzazione per permettere agli utilizzatori di inviare denaro senza dover fare affidamento ad un’Autorità centrale come una Banca,
  • valuta digitale privata, l’anonimato deve essere garantito in tutte le transazioni,
  • velocità, tutte le transazioni digitali tra utenti devono essere rapide altrimenti non può essere utilizzata quotidianamente.

Come la maggior parte delle criptovalute, il Dash ha un numero massimo che può essere “minato”: per adesso ci sono all’incirca 8 milioni di Dash e ha fissato il proprio limite a 18 milioni, mentre i Bitcoin hanno fissato il loro limite a 21 milioni.

Secondo i maggiori trader, il Dash è una criptovaluta molto promettente che ha subito un rialzo davvero interessante e anche promettente per il 2018.

Tra le principali novità introdotte dal Dash si annoverano le seguenti:

  • Instant Send, consente di ricevere una conferma definitiva della transazione in un lasso di tempo compreso tra 1 e 5 secondi;
  • i Dash Miners espletano le stesse funzioni di Security dei Bitcoin Miners;
  • Private Send che permette aumentare la privacy delle transazioni;
  • Treasury ovvero un Fondo Cassa che consente alla criptovaluta a Dash di autofinanziare il proprio sviluppo.

Inoltre, i MasterNode che sono funzionalmente assimilabili ai nodi della Rete Bitcoin hanno diritto di voto su come distribuire i fondi del Treasury.

Ciò rende pienamente operativa la criptovaluta Dash come una delle prime DAO (Decentralized Autonomus Organization). Lo sviluppo della criptovaluta Dash sta procedendo molto velocemente e c’è attesa per lo sviluppo del Dash Evolution, il futuristico light wallet con interfaccia user-friendly.

OmiseGo (OMG) è una delle criptovalute emergenti più promettenti che occorre prendere in considerazione come valido asset su cui puntare ed iniziare a fare trading online per il corrente anno 2018.

Come comprare OmiseGo senza rischi? È possibile acquistare questa valuta digitale emergente senza pagare alcuna commissione? Qual è la sua attuale quotazione e cosa dicono gli esperti del settore?

Per il corrente anno 2018 si può iniziare a comprare l’asset OmiseGo che consente di diversificare la propria strategia d’investimento minimizzando il rischio.

Per guadagnare non occorre rischiare l’intero capitale accumulato investendo solo sul Bitcoin, la prima criptovaluta ad essere battezzata sul mercato delle valute digitali. In epoca più recente sono state battezzate anche le criptovalute “emergenti” che hanno sempre di più attratto gli investitori e i trader: tra queste non possiamo non considerare OmiseGo (OMG).

Che cos’è OmiseGo? Come acquistare questa valuta digitale senza il rischio di subire danni e truffe? Scopriamolo meglio in questa guida dedicata.

OmiseGo: come comprarla senza rischi?

OmiseGo è una criptovaluta “emergente”, davvero innovativa, la cui tecnologia è basata su Ethereum e, parimenti alle altre valute decentralizzate e paritarie, è da utilizzare come asset interessante da tenere nei portafogli digitali.

OmiseGo consente di scambiare valore peer-to-peer in tempo reale e di concludere transazioni finanziarie online; inoltre è un asset o “bene rifugio” da includere all’interno del proprio portafoglio investimenti, se si vuole iniziare ad introitare guadagni per il 2018.

Si tratta di una criptovaluta efficiente che molti analisti consigliano di comprare data la sua potenzialità per il prossimo futuro: certamente occorre prestare attenzione al fattore rischio dato che ogni criptovaluta può subire fluttuazioni repentine nel pricing.

Come comprare OmiseGo? Oltre ai più rischiosi Exchange o all’apertura di E-Wallet, è possibile acquistare la valuta digitale con i CFD. Vediamo i tre modi per comprare OMG.

Comprare OmiseGo sugli Exchange

È possibile acquistare la criptovaluta innovativa OmiseGO sugli Exchange ovvero Piattaforme telematiche conosciute sul mercato dei trader per essere malfunzionanti ed assai rischiose.

Se vuoi comprare OMG senza rischi, ti consigliamo di non farlo tramite gli Exchange dato che, essendo privi di regolamentazione, possono chiudere i “battenti” e fare sparire i fondi depositati dai detentori.

Di seguito la lista dei principali Exchange dove è possibile acquistare OMG con dettaglio della quotazione e del volume.

Bitfinex17.509 USD820970.133 OMG21.97%
Binance0.001576 BTC549232.350 OMG14.7%
Bittrex0.00157435 BTC455197.870 OMG12.18%
Bitfinex0.0015673 BTC386124.044 OMG10.33%
Huobi17.83 USDT312544.342 OMG8.36%
Huobi0.017468 ETH259455.603 OMG6.94%
Binance0.017261 ETH204517.280 OMG5.47%
Hitbtc17.85 USD161047.010 OMG4.31%
Huobi0.00158 BTC134382.623 OMG3.6%
Poloniex0.00156302 BTC130511.703 OMG3.49%
Bittrex17.5 USDT102461.855 OMG2.74%
Bittrex0.01711683 ETH72703.845 OMG1.95%
Bitfinex0.0171 ETH70027.504 OMG1.87%
Bx thailand645.01 THB29860.324 OMG0.8%
Poloniex0.01711424 ETH12797.356 OMG0.34%
Cryptopia0.00156022 BTC6742.371 OMG0.18%
Liqui0.0015807 BTC4152.069 OMG0.11%
Liqui0.01733335 ETH4063.731 OMG0.11%
Hitbtc0.0017 BTC3832.490 OMG0.1%
Liqui17.7656729 USDT3225.736 OMG0.09%
Hitbtc0.017557 ETH2770.760 OMG0.07%
Gate17.55 USDT2475.789 OMG0.07%
Ether delta0.018432387 ETH2199.854 OMG0.06%
Gate0.01726 ETH2163.460 OMG0.06%
Gate0.001592 BTC1406.156 OMG0.04%
Livecoin0.00159999 BTC1067.435 OMG0.03%
Coss0.02323997 ETH338.125 OMG0.01%
Livecoin20.10033 USD140.271 OMG0.0%
Livecoin0.01701257 ETH64.075 OMG0.0%
Coss0.0019 BTC44.479 OMG0.0%
Mercatox0.00237596 BTC12.630 OMG0.0%
Bit z0.00173498 BTC8.778 OMG0.0%
Tidex0.011 BTC0.273 OMG0.0%

 

Comprare OmiseGo: gli E-Wallet

OmiseGO White-label Wallet SDK è l’E-Wallet o portafoglio digitale annunciato e presentato sul sito istituzionale della criptovaluta che consentirà di implementare facilmente una varietà di soluzioni di pagamento sulla rete OMS.

Gli E-Wallet digitali consentono di sfruttare al massimo flessibilità di migliorare, aggiungere e personalizzare soluzioni di pagamento utilizzate in vari comparti dato che si tratta di una valuta decentralizzata che può essere scambiata liberamente da tutti gli utenti della rete.

Clicca per visualizzare il video dedicato (https://youtu.be/neCaG0LoKQ0).

Comprare OmiseGo con CFD: la modalità meno rischiosa

Per comprare OMG in modo più “sicuro” (tenendo in debita considerazione che si tratta di una valuta digitale soggetta a fluttuazioni), è importante prendere in considerazione i Contract For Difference o CFD, strumenti “derivati” che consentono di replicare la performance dell’asset sottostante (l’OmiseGo).

Si tratta della migliore soluzione per acquistare OmiseGo senza rischi dato che assicura l’assenza di truffe o comportamenti scorretti, un funzionamento tecnico perfetto (contrariamente agli Exchange), assenza di oneri e commissioni, semplicità e facilità nel fare trading con CFD e possibilità di trarre guadagno sia quando l’asset scende sia quando sale.

Quotazione OMG

Per quanto concerne la sua quotazione, l’OMG ha un valore di circa 17$, circolano 102 milioni di monete e ha una capitalizzazione di $1,821,653,434.05. Ad oggi 1 OmiseGo (OMG) equivale a 14.70 Euro (EUR) e 1 Euro (EUR) equivale 0.068048 OmiseGo (OMG) (dato aggiornato al 19 gennaio 2018).

IOTA è un’affascinante criptovaluta estremamente interessante che attrae i capitali dei trader e degli investitori che vogliono diversificare il portafoglio investimenti puntando ad Altcoin.

La criptovaluta IOTA è sempre più promettente e calamita lo “sguardo” di una buona fetta di investitori che sono alla ricerca di reperire valide ed affidabili piattaforme di trading online per comprare IOTA utilizzando la valuta corrente euro, senza rischi di essere truffati e senza commissioni esose.

È importante comprare IOTA in modo sicuro, senza subire rischi di essere privati dei propri capitali risparmiati nel tempo da investire sul mercato delle valute digitali paritarie e decentralizzate.

Questa guida si propone di approfondire come comprare la criptovaluta IOTA senza dover pagare commissioni. Quali sono Broker migliori e quali le modalità migliori per acquistare IOTA? Scopriamolo in questa guida.

Comprare IOTA senza rischi: quali sono i motivi?

Si può investire sul “bene rifugio” IOTA acquistandolo in euro senza pagare commissioni e senza correre il rischio di dover subire un danno patrimoniale o una truffa? E’ un quesito a cui la maggior parte dei trader in cerca di diversificazione del proprio portfolio di asset vorrebbe rispondere ad hoc.

IOTA è la criptovaluta che attrae sempre di più investimenti e, per il corrente anno 2018, è innegabile che si debba puntare sulla stessa per beneficiare del suo rally. Ma attenzione non investire mai tutto il capitale, i rischi di subire una perdita patrimoniale stanno dietro l’angolo!

Nata per supportare l’Internet delle cose, la crescita ed il successo di IOTA sono innegabili e sono dovuti proprio alle caratteristiche intrinseche e peculiari.

Infatti, IOTA è perfetta per concludere transazioni veloci, gratuite e telematiche con esercenti commerciali o negozi che accettano IOTA come valuta si pagamento.

I progettisti hanno concepito IOTA come valuta digitale con funzione di strumento di scambio di denaro e l’implementazione della tecnologia è stata così innovativa ed efficiente da essere in grado di attirare subito l’attenzione di grandi imprese (del calibro di Microsoft).

Con l’evoluzione della stessa e sull’onda del fascino del BTC come asset su cui investire, anche IOTA da mezzo di pagamento digitale si è evoluta in un vero e proprio asset su cui investire e ottenere guadagni derivanti dalla compravendita sulle principali Piattaforme di Trading online.

IOTA è infatti una criptovaluta che potrebbe avere un futuro promettente per i trader ed investitori che vogliono ottenere rendimenti interessanti sul capitale investito, beneficiando del rally della valuta digitale.

Per questi motivi IOTA attira su di sé l’attenzione degli investitori che vogliono comprare la criptovaluta senza dover sopportare rischi di essere truffati e senza commissioni.

Comprare IOTA in euro: Ledger Tangle

Vuoi acquistare IOTA in Euro senza correre il rischio si pagare esose commissioni e di subire truffe? Ecco la soluzione che devi prediligere: si chiama Ledger Tangle e si tratta di un innovativo ledger distribuito, sprovvisto di blocchi che funge da rete peer-to-peer autoregolata e decentralizzata.

Il maggiore vantaggio per chi compra IOTA con il Ledger Tangle è quello di consentire la conclusione di innumerevoli micro transazioni senza pagare commissioni, le quali renderebbero i trasferimenti monetari di importi esigui incredibilmente onerosi e antieconomici.

Tangle è in grado di concludere le transazioni con costi zero, in modo tale che si possa scambiare quantità di valuta (IOTA/EUR, IOTA/BTC, IOTA/USD etc.), archiviare i dati e tenere la contabilità dei dati in modo sicuro e verificabili sul registro.

L’innovazione principale di IOTA è costituita proprio dal Ledger Tangle, un libro mastro “light” che consente di trasferire moneta senza costi aggiuntivi.

Rispetto alle altre Blockchain, grazie all’esclusiva architettura IOTA Tangle, una rete peer-to-peer decentralizzata e autoregolata, per la prima volta sono abilitate sia micro sia nano transazioni.

Ciò consente agli sviluppatori di beneficiare di un nuovo set di tool per le loro applicazioni in IoT e Web. Ciò alimenta nuove opportunità di fare business per le aziende.

Comprare IOTA in EURO con i CFD: quali Piattaforme di Trading online?

Un altro modo per acquistare IOTA in modo sicuro e senza rischi di subire danni o truffe è quello di comprare IOTA in EURO con i CFD o “Contratti Per Differenza”, strumenti finanziari derivati regolamentati, autorizzati e sicuri.

Basta scegliere ed optare per uno dei Broker online sicuro ed affidabile del calibro di Plus500, eToro, 24Option, Iq Option, etc. per iniziare a negoziare a 0 commissioni e senza rischi di subire truffe CFD con sottostante asset criptovaluta IOTA.

Per iniziare a fare trading online con CFD su IOTA, ricorda che devi registrarti presso una delle Piattaforme di trading online regolamentate e procedere con l’apertura del Conto (Demo e/o Reale).

Versa gli Euro optando per una delle modalità di pagamento previste dal Broker (bonifico bancario, contanti, carta di credito/debito, Postepay, Paypal, Skrill, etc.) e riceverai l’accredito del deposito in IOTA sul tuo Conto.

Ricorda che con le migliori piattaforme CFD è possibile utilizzare Paypal, Postepay, Bonifico Bancario o Carta di credito senza nessun problema e in tutta sicurezza, senza pagare esose commissioni.

Oltre a questi vantaggi di poter acquistare IOTA in sicurezza in Euro, senza commissioni, con modalità di pagamento diverse, puoi introitare capital gain sia al rialzo che al ribasso.

Inizia a guadagnare investendo su IOTA, diversifica il tuo portfolio criptovalute beneficiando dei seguenti vantaggi: 0 costi e 0 truffe.

Il rally impressionante che sta continuando ad interessare la criptovaluta Ripple continuerà per tutto il 2018? Cosa c’è da attendersi? Il recente rialzo che ha raggiunto il massimo record di $2,44 deve portare a prevedere correzioni al ribasso oppure si assisterà ad un ulteriore rialzo?

Per rispondere a questi quesiti predittivi sul futuro andamento di Ripple per il 2018, occorre considerare le caratteristiche peculiari che contraddistinguono questa criptovaluta rispetto alle altre concorrenti.

Infatti, Ripple si distingue dalle altre valute digitali per il fatto di essere prediletta dal canale bancario e per non poter essere minata.

Queste caratteristiche che la rendono unica e “diversa” rispetto al Biticoin avrà un impatto positivo sulle sue previsioni per il 2018? Vediamo di capire meglio in questa guida tenendo in considerazione l’andamento del BTC e di ETH.

Ripple: analisi predittiva per l’anno 2018

Domanda interessante: “Conviene investire su Ripple o sul Bitcoin?” Dopo il crollo del Bitcoin arrivato in data odierna 11 gennaio 2018 a 12937.61 euro, anche Ripple (XRP) ha registrato negli ultimi giorni un andamento “ribassista” a 1,4 euro.

Forti ribassi che occorre valutare ad hoc per chi ogni giorno fa trading di criptomonete: quello che tutti gli investitori si stanno chiedendo nelle ultime ore è capire se conviene o meno investire in Ripple per il corrente anno 2018.

La buona finanza ci insegna che laddove si verificano forti ribassi, la strategia da implementare è quella di comprare ad un prezzo conveniente per sperare in un eventuale “rimbalzo”. In questo caso dopo 11 giorni dall’inizio dell’anno 2018, dobbiamo necessariamente quali saranno le previsioni che interesseranno le quotazioni di Ripple e, soprattutto, se tornerà a salire.

Per prima cosa occorre sottolineare subito il fatto che Ripple (XRP) ha una disponibilità di 99 miliardi di monete, mentre il Bitcoin ha un valore complessivo di 21 milioni di monete.

La differenza porta già a capire che Ripple non potrà mai eguagliare la criptomoneta numero 1, ma questo non significa che si debba “scartare” dalle proprie scelte di investimento.

Anzi, nel portafoglio di crypto che vogliamo costruire è ben tenere in considerazione come asset digitale su cui investire anche l’XRP. Perché? Se si esaminano anche le notizie aggiornate degli analisti finanziari è facile comprendere che possedere Ripple potrebbe essere una soluzione interessante per diversificare il proprio portfolio di investimento.

Vediamo cosa è successo nelle ultime settimane: il “crollo” della quotazione XRP è stato cagionato dal forte rally che la valuta prediletta dalle banche aveva registrato dopo Natale.

XRP era diventata la seconda moneta digitale per capitalizzazione, tanto da ipotizzare che avrebbe surrogato il BTC e, molti investitori infatti avevano puntato su XRP.

Tuttavia, il crollo verificatosi in data 8 gennaio 2018 ha deluso i trader che per un attimo avevano confidato su un possibile sorpasso di Ripple sui Bitcoin.

La quotazione di Ripple è “crollata” del 40% rispetto al record di 3,84 dollari raggiunto poco prima della Befana. Quali fattori hanno causato il “crollo” della criptovaluta californiana?

In primis, il crollo di Ripple è stato cagionato dalla smentita della notizia giunta da Coinbase, celebre e popolare società che gestisce il principale Exchange, in merito al progetto di inserimento di Ripple tra le valute digitali scambiabili sulla sua piattaforma.

Il fatto che la valuta californiana non sia scambiata sull’Exchange Coinbase pone seri dubbi sul fatto di entrare a fare parte del “salotto delle monete virtuali”.

Quotazione attuale Ripple

I vantaggi di Ripple nonostante il “crollo”

Nonostante il “crollo” che sta interessando le criptovalute e il forte “ribasso” di Ripple è importante considerare che per il 2018 la criptovaluta possa tornare a crescere: le sue caratteristiche peculiari sono molto apprezzate dagli investitori.

Ripple (a differenza di Bitcoin o Ethereum) non è un sistema nato con l’obiettivo di “rimpiazzare” banche e istituti finanziari, ma di collaborare con loro: la blockchain di Ripple non è “aperta” e decentralizzata, ma chiusa e rigidamente controllata, gli XRP non possono essere minati, come avviene per i Bitcoin o per gli Ether.

Per il futuro, fatte queste considerazioni sulla californiana, si prevede che il suo successo possa essere legato all’adozione della criptovaluta da parte degli istituti bancari e finanziari: se ciò potesse verificarsi realmente, la quotazione di Ripple potrebbe riprendere a salire rapidamente.

Inoltre, un’altra caratteristica molto interessante e vantaggiosa che impatterà sul suo “rialzo” deriva dalla sua velocità di trasferire somme di denaro da un continente all’altro in modo quasi immediato.

Tuttavia, ad oggi la speranza che Ripple possa essere la nuova sostituta del Bitcoin tende ad essere sempre più irreale; la discesa della californiana ha “effetti positivi” per l’Ethereum, la cui quotazione rimane positiva.

Tutto ciò che possiamo suggerire per il 2018 è di adottare una strategia di diversificazione del portfolio criptovalute in modo tale da massimizzare il rapporto rendimento/rischiosità.

Sebbene il crollo che nelle ultime ore sta interessando un po’ tutte le criptovalute, tra le migliori monete virtuali promettenti per il 2018 spunta Cardano (ADA), “l’alter ego dell’Ethereum”.

Molti investitori stanno guardando a Cardano come ad una delle Top monete virtuali su cui puntare per il corrente anno 2018 e per il futuro del trading online.

L’andamento della sua quotazione dalla fine dell’anno 2017 ad oggi è stata piuttosto altalenante, ma tutto sommato assolutamente positiva.

A prescindere dal crollo che sta interessando la neo crypto battezzata nel mese di settembre 2017, la quotazione ADA è passata dagli 0,03 dollari a fine novembre 2017 a 1,23 dollari agli inizi di gennaio 2017 per poi “riprecipitare” a 0,8829 dollari al 9 gennaio 2018.

Il prezzo di Cardano, al pari delle altre criptovalute, è soggetto a fluttuazioni e repentini mutamenti della quotazione, ma ciò che rileva è che in pochi mesi il prezzo di ADA è cresciuto di oltre 3000%.

Piuttosto promettente, non credi? Vediamo di capire meglio in questa guida cos’è Cardano (ADA) e quali sono i motivi alla base del successo di questa moneta virtuale.

Cardano (ADA): che cos’è e caratteristiche

Per il nuovo anno 2018 si dovrà valutare tra le prime più importanti e promettenti criptovalute su cui investire anche Cardano (ADA).

Si tratta di una neonata criptovaluta battezzata nel mese di settembre 2017 su input della società Input Output HK guidata da Charles Hoskinson, il Co-Founder di Ethereum.

Già la presentazione conferma l’affidabilità e la serietà della criptovaluta Cardano (ADA), il che validerebbe il fatto che le basi per il successo futuro sono ben solide ed in divenire.

Inoltre, dal punto di vista strettamente “tecnico”, Cardano è una blockchain pubblica decentralizzata, dalla quale viene emesso il token ADA: interessanti sono il linguaggio di programmazione Haskell e la sua blockchian basata sull’algoritmo del Proof Of Stake (PoS).

Quotazione Cardano (ADA)

Ecco la quotazione attuale della criptovaluta Cardano (ADA). Per acquistarla, venderla o fare trading clicca sui pulsanti Acquista o Vendita:

I motivi del successo di Cardano

Dalle sue caratteristiche tecniche e funzionali si può comprendere come questa moneta digitale sia sicura e flessibile dato che è creata “a strati” ed è idonea ad essere utilizzata dai diversi tipi di smart contract (“contratti intelligenti”) al pari dell’Ethereum.

Nonostante Cardano sia stata lanciata nel mese di settembre 2017 l’obiettivo del progetto è piuttosto ambizioso: esso punta per il prossimo futuro a consolidare lo sviluppo delle piattaforme di Smart Contract, al pari del suo competitor Ethereum.

Tuttavia, Cardano mira a competere con ETH consentendo agli user di concludere transazioni più rapide.

Inoltre, ADA è stata ribattezzata come la “Crypto degli scienziati”, anche questa denominazione sicuramente gioca un ruolo di prim’ordine per il successo di Cardano.

Infatti, può essere considerata la prima “peer-blockchain” che mira ad unire in un’unica moneta digitale il meglio dei Bitcoin (deposito di valore) con gli Smart Contracts di Ethereum, con un “pizzico” dei Litecoin (transazioni P2P economiche e veloci) per una ricetta vincente ed “appetitosa” per i trader.

Non a caso ADA è una moneta che nasce dall’ingegno di un team di accademici che hanno studiato ad hoc le caratteristiche che potrebbero portare Cardano a superare il Bitcoin.

Le basi per il futuro successo di Cardano ci sono veramente tutte e l’exploit, all’indomani della creazione, è una valida conferma del suo potenziale.

Cardano: una moneta Ecosostenibile?

Green Economy”, Ecosostenibilità Corporate Social Responsability e Rispetto dell’Ambiente stanno assumendo sempre di più valore aggiunto anche nel settore delle valute digitali.

Per fare fronte a questa nuova necessità il team di scienziati e di accademici non ha creato Cardano tramite i miner: ciò impatta sull’Ecosostenibilità della criptovaluta che avrà un grande impatto a livello di collettività e di benefici per la salvaguardia dell’ambiente planetario.

Si pensi a come la creazione dei Bitcoin sprechi e dissipi il consumo di energia elettrica: ciò ha un impatto negativo in termini di costi sulle future generazioni e sull’ambiente.

Il Wallet Daedalus

Sul sito istituzione di Cardano (ADA) è possibile reperire interessanti informazioni su come è possibile acquistare la neo criptovaluta.

Come ogni altra moneta virtuale, è necessario aprire un “portafoglio” o meglio un E-Wallet che consente di depositare gli ADA.

Il portafoglio è un’applicazione software che può essere installata su qualsiasi computer o smartphone con funzionalità di sicurezza avanzata che protegge i depositi grazie ai sistemi di crittografia più sofisticati.

In un recente futuro, il Wallet Daedalus non supporterà solo ADA, ma altre criptovalute come Bitcoin, Ethereum Classic e molte altre, utilizzabili come mezzi di pagamento o come asset su cui investire.

Apri il tuo Wallet Daedalus online, potrebbe essere la tua “miniera d’oro” per il tuo prossimo futuro!

L’exchange Coinbase è stato “travolto” dalla bufera di un episodio di insider trading legato all’inizio della negoziazione del Bitcoin Cash, uno dei più popolari hard fork del Bitcoin.

Coinbase sta svolgendo accertamenti ulteriori sui suoi dipendenti per verificare se abbiano approfittato indebitamente della conoscenza interna di informazioni privilegiate per trarre illecitamente profitto dal lancio sull’exchange del Bitcoin Cash (BCH).

In fin dei conti Coinbase è il principale “exchange” conosciuto al mondo con oltre 13 milioni di clienti e ha il suo quartier generale ubicato a San Francisco.

Coinbase è rinomato per aver realizzato una piattaforma semplice e facile da utilizzare per compravendere e negoziare le principali criptovalute.

Ora, sul popolare exchange gravano accuse pesanti per l’allarme “insider trading” dopo il debutto della criptovaluta Bitcoin Cash (BCH) lo scorso 19 dicembre 2017.

Si pensi che il solo lancio del BCH su questa piattaforma ha provocato un netto “rialzo” del valore della moneta virtuale da 1.8 a 3.6 mila euro nel giro di poche ore.

Un “salto” nella quotazione della neonata criptovaluta che destato tanti dubbi e sospetti sui dipendenti della Coinbase, i quali sembra che abbiano approfittato delle preziose informazioni sul pricing dei Bitcoin Cash e abbiano investito ingenti somme a pochissime ore dal debutto della valuta digitale sull’exchange.

Accuse pesanti di ‘insider trading’ ovvero di facile speculazione su cui il principale exchange a livello planetario sta adesso indagando per fare chiarezza sulla vicenda.

Panico su Coinbase dopo il debutto di BCH

Panico su Coinbase: l’importante Exchange più popolare a livello mondiale dopo aver aperto le porte a Bitcoin Cash (BCH), la nuova criptomoneta “alter ego” di Bitcoin (BTC), le ha dovute subito richiudere data la situazione “volatile” della quotazione.

Attualmente questa è la situazione per Bitcoin Cash:

 

Bitcoin Cash è la nuova criptomoneta “alter ego” di Bitcoin (BTC), un hard fork del software originale che replica la storia pregressa delle transazioni in BTC, ma se ne differenzia per il fatto di essere basata su una blockchain diversa ideata per velocizzare le transazioni.

Il lancio della valuta digitale è stato bloccato ripetutamente con interruzioni di servizio in quanto la quotazione della neonata moneta virtuale (battezzata nel mese di agosto 2017) ha cominciato a “fluttuare” enormemente.

Paura e sospetti dato che la sua quotazione ha raggiunto un picco massimo di $8.500 su Coinbase: ciò ha suscitato subito i sospetti di “insider trading” da parte dell’organico dell’exchange che avrebbe, secondo l’accusa, acquistato il BCH su altre borse.

Sfruttando a proprio vantaggio l’informazione che la criptovaluta stava per essere aggiunta alla piattaforma, i dipendenti di Coinbase si sarebbero gettati in una “folle” corsa che avrebbe innescato un aumento vertiginoso del volume degli scambi e una quotazione “rialzista” vertiginosa.

Dato l’aumento dei prezzi nelle ore che precedono l’annuncio, condurremo un’indagine su questo argomento”, ha commentato il CEO di Coinbase Brian ArmstrongSe riscontriamo prove di dipendenti o appaltatori che violano le nostre politiche, direttamente o indirettamente, non esiterò a licenziare immediatamente il dipendente e ad adottare le opportune azioni legali.

Armstrong aveva già precedentemente allertato lo staff di Coinbase a cui sarebbe stato proibito di scambiare BCH .

Abbiamo una politica precisa a Coinbase. La politica proibisce a dipendenti e appaltatori di negoziare in presenza di “informazioni non pubbliche rilevanti, ha continuato a replicare e sottolineare il CEO di Coinbase. “Oltre alle restrizioni di trading, si proibisce la comunicazione di informazioni non pubbliche al di fuori dell’azienda. Questo include amici e parenti.” Questo è in linea con la politica di prevenzione dell’insider trading.

Insider trading: è una truffa? Quali rischi si corrono?

La vicenda di Coinbase ci consente di fare considerazioni rilevanti su cosa significhi “Insider Trading”: l’insider trader è colui che riceve informazioni da fonte diretta (e attendibile) per mettere in atto una speculazione in Borsa.

In buona sostanza, l’insider trading consiste nell’abuso di informazioni privilegiate, notizie non ancora rese pubbliche che vengono sfruttate a proprio vantaggio per ottenere facili profitti.

Dal 1991 è un reato punito pesantemente anche in Italia, la legge comunitaria del 2004, che è stata recepita in Italia con la 62/2005 ha inserito nel nostro ordinamento alcune novità in materia di insider trading come la maggiore severità delle condanne, che comprendono reclusione da uno a sei anni e multe fino a tre milioni di euro.

Inoltre, il giudice infatti può incrementare l’importo dell’ammenda fino al triplo o fino al maggiore importo di dieci volte il profitto conseguito dal reato di aggiotaggio.

Ciò riguarda l’“Insider primario” ovvero colui che avendo le informazioni, in prima persona, decide di sfruttarle a proprio beneficio per ottenere introiti sul mercato finanziario in modo illecito.

Per quanto concerne il reato commesso dall’”insider secondario”, ovvero di colui che sfrutta a proprio beneficio informazioni avute dall’insider primario, esso è punito solamente con sanzioni derivanti dall’illecito amministrativo.

Dopo il Bitcoin, l’Ethereum è la seconda criptovaluta più prediletta e può scambiata sul mercato delle valute digitali. Come comprare Ethereum con Paypal? Dal 2014 ad oggi la sua quotazione si è moltiplicata per più di 2000 volte.

Comprare ETH è per molti investitori un vero affare dato che è molto promettente e consente di ottenere rendimenti interessanti.

Prima di decidere di comprare Ethereum occorre conoscere i potenziali rischi che sono insiti al progetto di investimento: il sogno di realizzare guadagni facili si può trasformare in un incubo fatto di perdite di capitale e di denaro.

Per evitare di dissipare tutto il capitale presente sul conto corrente bancario, una valida modalità di pagamento che molti trader preferiscono è quella di acquistare Ethereum utilizzando Paypal in modo sicuro e senza rischi di truffa.

D’altra parte Paypal è assolutamente sicuro e consente di inviare e di ricevere denaro in modo veloce, ottimale e senza pericoli di sicurezza informatica.

Acquistare Ethereum con carta di credito: rischi

La maggior parte delle persone che decidono di investire sulla seconda criptovaluta più importante dopo il Bitcoin, l’ETH, lo fa perché vuole aprire un e-Wallet o un Borsellino elettronico, utile per depositare valuta digitale.

Tuttavia, occorre da subito notare che comprare Ethereum sugli exchange comporta dei rischi che devono essere valutati ad hoc.

Molti di questi funzionano per un periodo di tempo e poi rendono “volatile” tutto il denaro dei clienti; di conseguenza, il grado di affidabilità è relativamente basso ed inserire il numero di carta di credito è assolutamente sconsigliato.

Gli acquisti diretti via Exchange rimangono comunque la strategia più semplice per investire sulla criptovaluta e consente ai clienti di registrarsi su una delle diverse piattaforme centralizzate, le quali offrono un servizio di conversione monete digital e valute legali emesse dalle Authorities.

I rischi di acquistare una criptovaluta tramite un Exchange sono piuttosto elevati dato che per prelevare e depositare moneta digitale si crea un indirizzo pubblico, senza che venga “consegnata” alcuna chiave privata al soggetto sottoscrittore.

Dato l’elevato rischio di vedersi “sparire” i fondi depositati ed il timore che il numero della credit card possa diventare oggetto di sguardi di malintenzionati, occorre prestare la dovuta attenzione e preferire sempre Paypal come metodo di pagamento per acquistare Ethereum ed ogni altra moneta virtuale.

Paypal è sicuro? Quali sono i vantaggi?

Paypal garantisce un elevato livello di protezione: è vero che lo stesso sistema di pagamento non può proteggere il trader dal rischio di una possibile truffa dell’Exchange, ma almeno garantisce che il numero della carta di credito non venga clonato o sia oggetto degli sguardi “fraudolenti” degli hacker.

Occorre una buona dose di cautela per evitare di essere truffati sulla Rete e Paypal sicuramente è una delle Società più sicure ed affidabili a livello globale.

Su Paypal ci si può davvero fidare: basta leggere le varie Recensioni non si può di certo temere che i nostri depositi vengano rubati, per questo milioni di persone ogni giorno decidono di utilizzare Paypal per inviare denaro in maniera sicura.

Il Conto Paypal è la scelta vincente per acquistare ETH in quanto i vantaggi derivanti dal suo utilizzo sono ascrivibili ai seguenti:

  • Possibilità di comprare ETH autorizzata senza fornire i dati della propria carta di credito o bancomat;
  • Possibilità di pagare online e se il cliente non è soddisfatto, Paypal lo rimborsa dello stesso ammontare speso;
  • Possibilità di vedersi rimborsati nel caso di acquisti non autorizzati, se segnalati entro 60 giorni;
  • Fruizione dell’avanzato sistema di crittografia grazie al quale si è al riparo da furti d’identità.

Dove Comprare ETH con Paypal?

Per chi decide di acquistare Ethereum facendo trading con i CFD, si può optare per diverse Piattaforme di Trading online che consentono di concludere la compravendita pagando con Paypal.

Tutte le Piattaforme che seguono sono rigorosamente autorizzate e regolamentate; dunque, sono assolutamente sicure ed affidabili, sono gratuite e non richiedono commissioni.

I migliori Broker che permettono di comprare e di fare trading su CFD con sottostante ETH sono i seguenti:

  • Plus500, una delle migliori Piattaforme di trading online, autorizzata e regolamentata, è assolutamente gratuita e consente di aprire un Conto demo con soldi virtuali, senza avere problemi di alcun tipo e per acquisire sufficiente esperienza. Una volta che si decide di aprire il Conto Reale, occorre depositare denaro reale. Si può trasferire fondi mediante l’utilizzo di Paypal ma anche con carta di credito e bonifico bancario. Tutti i metodi sono sicuri e affidabili al 100%.
    CFDs sono strumenti finanziari complessi. L’80.6% dei trader retail perde denaro. Informati sui rischi prima di fare trading.
  • 24Option è un altro Broker sicuro ed affidabile che consente di comprare Ethereum senza costi e commissioni: si può aprire il Conto reale mediante trasferimento di soldi veri utilizzando vari metodi di pagamento, tra cui Paypal.

Come si può ben comprendere basta scegliere Broker online sicuri ed affidabili per aprire Conti Reali mediante il trasferimento di depositi con carta di credito, bonifico bancario, Postepay, Skrill e, pure, con Paypal.

Investire in IOTA conviene? Si sa il mercato delle criptomonete affascina e sta attirando sempre di più l’attenzione degli investitori e dei trader. Tra le tante criptovalute su cui investire, IOTA è un innovativo progetto open-source, che consiste in un token crittografico di nuova generazione non minabile.

IOTA è una criptovaluta che consente agli investitori di concludere in modo assolutamente sicuro i pagamenti e le transazioni finanziarie sul canale web. Le criptovalute, come Bitcoin, sono l’argomento del momento.

Dopo essere stata fondata due anni fa da David Sønstebø, Sergey Ivancheglo, Dominik Schiener, e Dr. Serguei Popov, dal corrente mese di dicembre 2017 la capitalizzazione di mercato di IOTA è di oltre 12 miliardi di dollari statunitensi.

Trattandosi di una moneta virtuale con le features tipicizzanti (decentralizzazione, crittografia, estrema volatilità, etc.) i trader si chiedono come investire in IOTA e come ottenere rendimenti interessanti sul capitale investito.

Vediamo di capire meglio quali sono le strade alternative che un investitore può optare e selezionare per investire in IOTA con successo e rendimento, pur essendo consapevoli della volatilità della quotazione.

Investire in IOTA: aprire un Wallet

Tra tutte le criptovalute che un potenziale trader ed investitore può valutare come asset su cui investire, la moneta virtuale IOTA è sicuramente una delle più interessanti e innovative.

Nata come moneta virtuale pensata per l’Internet of Things, IOTA, a differenza della gran parte delle altre criptovalute, non è basata sulla classica Blockchain ma su Tangle, una tecnologia innovativa molto più veloce.

Inoltre, si fa apprezzare rispetto alle altre monete virtuali per il semplice fatto di non prevedere il pagamento di commissioni; pertanto, è facile concludere transazioni e pagamenti digitali o effettuare acquisti telematici utilizzando il Wallet di IOTA.

Che cos’è un Wallet IOTA? È sicuro? Meglio diffidare

Dato che IOTA è un progetto relativamente nuovo, non esistono ancora dei Wallet completamente user-friendly, quindi molti investitori e user stanno conservando gli IOTA negli exchange Bitfinex, ma il numero di piattaforme disponibili dovrebbe a breve aumentare.

Ci sono varie versioni del Portafoglio elettronico IOTA, in base al tipo di uso che se ne vuole fare e in base al tipo di utente che lo deve utilizzare.

Adatto a tutti i tipi di user con diverse necessità, si consiglia di utilizzare il Light Wallet con interfaccia grafica, semplice e completo.

L’opzione più comune per conservare la criptovaluta IOTA è quella di scaricare lo IOTA GUI client direttamente dal sito istituzionale sul proprio Desktop. Si tratta di un Borsellino elettronico disponibile per Windows, Mac e Linux.

Per chi è alla ricerca dello IOTA Wallet Mobile, sono disponibili diversi portafogli sia per Android che per iOS, in versione beta.

Su Google Play le recensioni degli user mettono subito in evidenza la difficoltà nell’accedere ai nodi; dunque se vuoi un consiglio: E’ POCO AFFIDABILE, NON INSTALLARLO!

Molti utenti hanno visto SPARIRE i propri fondi, NON USARE e NON INSTALLARE l’App sul proprio device. I tempi matureranno e, a breve, ci si attende il lancio di uno IOTA Wallet Mobile che sia sicuro ed affidabile.

Ricordiamo inoltre che, a prescindere da Bitfinex, la maggior parte degli Exchange hanno dimostrato di essere poco affidabili e poco seri: ad oggi tenere IOTA sul conto di un Exchange è veramente rischiosissimo.

IOTA: Investire in CFD

Data l’insicurezza e l’inaffidabilità di aprire un Wallet IOTA, molti trader ed investitori professionali preferiscono investire su IOTA con i CFD ovvero con i Contratti per Differenza.

I CFD con sottostante IOTA contratti finanziari derivati e regolamentati, i cui scambi sono sottoposti al controllo delle autorità di vigilanza europee (CONSOB per l’Italia) senza il rischio di subire truffe.

Fare trading con i CFD conviene in termini di sicurezza, affidabilità, serietà e in termini di costi, dato che possono essere utilizzati senza pagare alcuna commissione.

Diverse sono le Piattaforme di trading online offerte dai Broker che consentono di fare trading con CFD guadagnando quando la quotazione di IOTA sale e quando scende. Ecco le migliori:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Ad oggi (14 dicembre 2017) la quotazione degli IOTA è di 3,79 dollari o di 3,21 euro con una capitalizzazione stimata in €8.930.420.785. Come ben si capisce IOTA è ancora una valuta digitale “giovane” e innovativa.

Tuttavia, i CFD sono i soli strumenti finanziari su cui investire su IOTA in quanto affidabili, flessibili, gratuiti e consentono di guadagnare in qualunque condizione di mercato.

Il CFD su IOTA ha lo stesso prezzo di IOTA e può essere comprato (se si pensa che il prezzo di IOTA aumenterà) o venduto (se si pensa che il prezzo di IOTA diminuirà).

Il capital gain ottenuto alla fine dell’operazione sarà proporzionale alla differenza di prezzo tra apertura e chiusura, per questo si parla di contratti per differenza. Tale plusvalenza è soggetta al trattamento fiscale e deve essere dichiarata in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, come sancito dall’Agenzia delle Entrate.

Investire in Litecoin: un’opportunità o un rischio? Quali sono le strategie tattiche migliori per iniziare a guadagnare con questa criptovaluta in forte crescita?

La crescita esponenziale del mercato delle monete elettroniche è sempre più rilevante per tutti i trader e i potenziali investitori che iniziano ad interfacciarsi con il Forex e con il promettente mercato delle criptovalute.

Le monete virtuali, a differenza delle valute correnti (euro, dollaro o sterlina, etc.), non sono emesse da una banca centrale e sono svincolate dalle Autorità, oltre a vantare determinati vantaggi in termini di sicurezza e di affidabilità per l’utilizzo della crittografia.

Fatta questa indispensabile premessa, dopo il fascino del Bitcoin, dell’Ethereum e del Ripple, sul mercato delle criptovalute stanno prendendo piede altre monete virtuali con un alto potenziale su cui iniziare a fare trading e ad investire.

Il Litecoin rappresenta una di queste monete virtuali peer-to-peer che consente di inviare e ricevere pagamenti da ogni parte del mondo, a costi esigui. Il Litecoin è una valuta open source, un metodo di pagamento globale completamente decentrato che ha dei volumi di trade in crescita.

Come investire in Litecoin? Per iniziare a fare trading con questa criptovaluta occorre affidarsi ai migliori Broker che consentono di operare sulle Piattaforme di Trading online più sicure ed affidabili.

Inoltre, per guadagnare ed investire sul Litecoin è possibile guadagnare coni CFD con sottostante la criptovaluta, oltre ad aprire Wallet con Litecoin, anche se acquistare direttamente le monete virtuali comporta dei notevoli rischi intrinseci alla volatilità della quotazione.

Broker per fare trading sul Litecoin

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Investire in Litecoin: aprire i “Borsellini elettronici”

Una delle strategie più diffuse per investire sui Litecoin è quella di aprire “Borsellini elettronici”, i famosi Wallet che danno la possibilità al sottoscrittore di depositare e di prelevare criptovalute.

Il funzionamento dei Wallet è molto simile a quello dei conti correnti bancari e, il sistema crittografico permette di investire in modo assolutamente sicuro ed affidabile, senza alcun problema relativo a truffe.

Si parla di Cyber Security per chi decide di aprire un Borsellino elettronico di Litecoin da utilizzare per concludere transazioni commerciali e finanziarie.

Essendo un software open source simile al Bitcoin, i Wallet Litecoin rappresentano in questo momento la criptovaluta con la migliore tecnologia sul mercato.

Nonostante il Litecoin abbia una quotazione piuttosto volatile, del resto come le altre criptovalute, l’incremento del suo prezzo è di quasi il 1.000% e questo riflette la fiducia che i più esperti trader ed investitori nutrono nei confronti del Litecoin.

La sicurezza e l’affidabilità tecnologica sono le principali caratteristiche distintive e punti di forza per chi sta valutando di iniziare ad investire sui Litecoin.

Inoltre, si deve tenere in considerazione il semplice fatto che per i Litecoin, così come per la Criptovaluta Numero 1 (BTC) si parla di “generazione” e di “blocchi”, con la differenza che generare un blocco di Litecoin richiede meno dispendio temporale e “sforzo tecnologico” rispetto ad un BTC.

Questo è un altro punto a favore per chi vuole diversificare il portafoglio investimenti e ha intenzione di acquisire Litecoin. Infatti, per accedere al proprio portafoglio e usare la criptovaluta oppure semplicemente per visionare il saldo, è necessario autenticarsi con nome utente e password e, in certi casi, alcuni portafogli virtuali richiedono una doppia autenticazione.

Migliori Piattaforme di Trading per investire in Litecoin

Ecco le migliori Piattaforme di Trading online da prendere in considerazione se si vuole iniziare ad investire in Litecoin:

  • Plus500: è uno dei migliori broker per fare trading via CFD di cryptovalute come Bitcoin, Litecoin, Ripple, Ethereum. La piattaforma di trading è di assoluta qualità e numerosi sono gli strumenti finanzari per fare trading sulle principali criptomonete. Il servizio è esclusivo via CFD. Per saperne di più clicca qui e visita il sito ufficiale.
    CFDs sono strumenti finanziari complessi. L’80.6% dei trader retail perde denaro. Informati sui rischi prima di fare trading.
  • eToro, la migliore Piattaforma di Social Trading che consente ai neofiti di copiare le mosse tattiche dei trader più esperti senza avere grandissime competenze tecniche e seguire corsi di formazione. Per diventare Copytrader occorre iniziare a copiare una posizione ed aprire un conto su eToro, qui si può conoscere i migliori trader esperti utilizzando il social network per gli investimenti. Occorre scoprire e seguire il migliore Popular Investor (Guru) che si vuole copiare per diversificare il proprio portafoglio investimenti,
  • AvaTrade è un’interessantissima Piattaforma che consente di fare trading CFD su Litecoin sia long che short (acquistando o vendendo) all’istante. Quali sono i punti di forza? Sfruttare una leva di 10:1, fruire della funzionalità intuitiva delle piattaforme AvaTradeAct e MetaTrader 4, scaricare le app gratuite per tablet e cellulari con tutta la sicurezza della protezione di un broker regolamentato. Inoltre si può beneficiare di un’ampia gamma di opzioni sulle quali investire, passando dalle materie prime, al forex; dagli indici alle azioni; possibilità di operare con un conto di trading demo e opera sulla piattaforma MT4. Fai trading con Litecoin su AvaTrade e approfitta del bonus per nuovi clienti fino a 10.000€.

Investite in LTC: Considerazioni conclusive

Oggi sono in tanti che stanno valutando l’opzione di investire in Litecoin e, ci si chiede se effettivamente sia conveniente.

Il Litecoin è la valuta del futuro e la sua quotazione potrebbe continuare a salire; ad oggi la quotazione è riassunta in questo grafico:

Le previsioni di crescita hanno ottime fondamenta e, gli esperti di trading scommettono che gli LTC possano triplicare il loro valore. Per questo investire in Litecoin è un’ottima opportunità per iniziare a guadagnare.