Criptovalute

Quotazioni Criptovalute principali

LogoSimboloNomeQuotazioneVar. %Market Cap

Libra è la criptovaluta di Facebook; essa è stata finalmente presentata al pubblico degli investimenti. In questa guida analizzeremo alcune sue caratteristiche e tutti i suoi dettagli più importanti.

La notizia di un suo imminente arrivo si è avuta quanto il social network ha pubblicato l’atteso comunicato stampa; qui è stato ufficializzato il suo arrivo.

L’azienda di Mark Zuckerberg ha fatto sapere che la criptovaluta di Facebook prende il nome di Libra con dettagli e caratteristiche differenti rispetto alle altre Altcoin. Per molti è considerata come l’evoluzione del social nei confronti dell’innovazione.

Intanto il metodo migliore per investire in criptovalute rimane quello delle piattaforme CFD. In questo articolo vedremo anche qualche informazione su 24option (trovi qui il sito ufficiale) che è attualmente la migliore piattaforme per operare sulle principali criptovalute.

Criptovaluta Libra: il progetto Facebook

Solo negli ultimi mesi si è avuta notizia da parte del social di una profonda opera di restyling; qui la criptovaluta LIBRA è vista e considerata solo come il punto d’arrivo di tutto il processo.

Certamente l’idea di dare vita ad un moneta propria è nata diverso tempo addietro, quando il social si è posto come obbiettivo quello di racimolare un miliardo di dollari intorno al lancio del suo “personale Bitcoin”.

L’intento? Creare un nuovo sistema di pagamento digitali.

Al fine di raggiungere i suoi scopi e per garantire anticipatamente l’accettazione di suddetta crypto, Facebook ha avviato alcuni colloqui con colossi del pagamento online, del calibro di Visa e Paypal.

Questo vuol dire che Facebook è messo alla testa di un consorzio di sviluppatori con il chiaro intento di creare dei servizi legati all’invio di denaro in tutto il mondo in modo semplice e gratuito tramite la criptovaluta di Facebook.

Attenzione perché questa non potrà e non dovrà mai essere gestita dai social. Essa è invece gestita da una no profit che supporta da una serie di società e organizzazioni.

Zuckerberg allo stesso tempo afferma di poter trarre profitto dal progetto per mezzo di Calibra ovvero il portafoglio digitale adatto alla memorizzazione e allo scambio della valuta. Calibra, Libra e facebook sono e continueranno ad essere entità completamente separate.

Libra: dettagli e caratteristiche della criptovaluta

Analizzando la criptovaluta Facebook possiamo notare che essa vanterà numerose ed evidenti differenze rispetto a qualsiasi altra moneta virtuale oggi esistente.

Al momento sembra che Libra avrà un valore stabile (stablecoin) e come tale non sarà soggetta alle fluttuazioni e alla volatilità tipicha del mercato. Se davvero fosse così, essa preclude la possibilità di essere utilizzata dai trader per essere tradata. Questo però permetterebbe al suo inventore di facilitare i micro pagamenti. Ecco la ragione della sua nascita.

Si parla oggi anche di blockchain open source, dove la gestione complessiva spetterà alla Libra Association (no profit la quale è organizzazione ed avrà base in Ginevra, Svizzera).

Tra le sue caratteristiche ci sono:

  • Accessibilità;
  • Stabilità;
  • Sicurezza.

Nel caso del wallett Calibra invece, esso sarà dotato di imponenti sistemi di sicurezza i quali si pongono come scopo quello di proteggere soldi e informazioni degli utenti.

Anch’esso sarà soggetto a stesso trattamento inerente a processi di verifica e antifrode che sono utilizzati per le banche e le carte di credito. In essa saranno introdotti sistemi automatizzati i quali hanno come scopo quello di monitorare, rilevare e prevenire comportamenti fraudolenti.

Infine, per tutti gli utenti viene messa a disposizione l’assistenza live nel caso si verificassero dei furti o degli smarrimenti di smartphone e password. Questo sistema di pagamento sembra che al momento non prevede l’applicazione di commissioni per effettuare acquisti online.

La criptovaluta potrà infine essere scambiata sugli altri social,compreso Messenger, Instagram e Whatsapp.

  • L’obiettivo? Rendere il conio digitale accessibile a tutti gli utenti.
  • Quando arriverà? Secondo quanto stabilito da un comunicato stampa, il lancio del conio digitale avverrà nel 2020 e non prima.
    Per il 2020, infatti, si prevede un anno veramente impegnativo considerando che esse dovranno fare i conti con l’halving del Bitcoin.

Tutti gli sviluppatori hanno per altro ammesso di trovarsi ancora ad uno stadio iniziale del progetto Libra e come tale non si dispone di ulteriori dettagli.

Come investire in cripotvalute?

Se non si può investire sulla LIBRA, allora sarebbe bene investire sulle altre criptovalute. In questo caso si potrebbe scegliere di investire in Bitcoin e Altcoin con le piattaforme di trading online, le quali per mezzo del trading CFD permettono di investire su di esse a prescindere dalla direzione del prezzo che esse prendono.

E’ possibile fare questo scegliendo una delle piattaforme di trading online regolamentate. Noi consiglieremmo di utilizzare eToro (clicca qui per il sito ufficiale) o anche 24Option (clicca qui per il sito ufficiale).

Per mezzo di questi broker tutti i trader, principianti ed esperti, possono scegliere di speculare sul valore del Bitcoin e di LItecoin, come anche di Ripple e di tutte le altre criptovalute che sono offerte.

Notate bene che se si sceglie eToro si può scegliere di investire e fare trading con i CFD sia su criptovalute sia anche su altri asset, come il noto mercato forex o anche le azioni, o le opzioni e meglio ancora le materie prime. In questo caso si può investire con la piattaforma di social trading e di copy trader.  Puoi sfruttare i vantaggi del social trading, cliccando qui.

Se invece si vuole scegliere il broker 24Option, esso ti mette a disposizione un sevizio davvero eccellente di segnali di trading che puoi sfruttare per non sbagliare i tuoi investimenti, come anche un servizio di formazione gratuito, coordinato da un certo di assistenza veramente impeccabile che permette di ricevere assistenza in merito ad un qualsiasi vostro asset.

Qual’è l’obbiettivo di Libra?

Libra si pone come scopo quello di permettere agli sviluppatori e alle imprese di costruire sempre nuovi prodotti legati a servizi finanziari inclusivi per le persone in tutto il mondo. Tutto questo verrà reso possibile dalla Libra Blockchain, costruita da zero per dare priorità a scalabilità, sicurezza, affidabilità e flessibilità. In questo, Libra Reserve (una riserva di attività reali) sosterrà la valuta Libra. Essa è tale perché fornisce bassa volatilità e ampia accettazione.

Al fine di incrementare la fiducia e la stabilità, il social network cede parte del controllo di questa blockchain privata alla Fondazione che la gestirà.

Al momento, tra i membri che la gestiranno ci saranno differenti esponenti di spicco che noi abbiamo riportato suddividendoli per categorie.

  • Pagamenti:
    • Mastercard;
    • PayPal;
    • PayU;
    • Stripe;
    • Visa.
  • Tecnologia e mercati:
    • Booking Holdings;
    • eBay;
    • Facebook/Calibra;
    • Farfetch;
    • Lyft;
    • Mercado Pago;
    • Spotify AB;
    • Uber Technologies;
    • Inc.
  •  Telecomunicazioni:
    • Iliad;
    • Vodafone;
  • Blockchain:
    • Anchorage;
    • Bison Trails;
    • Coinbase;
    • Inc.;
    • Xapo Holdings Limited;
  • Capitale di rischio:
    • Andreessen Horowitz;
    • Breakthrough Initiatives;
    • Ribbit Capital;
    • Thrive Capital;
    • Union Square Ventures.

Conclusioni

In attesa di sviluppi delle criptovalute, il metodo migliore consiste nello sfruttare le piattaforme REGOLAMENTATE. Ce ne sono moltissime, 24option (qui trovi il sito) è un esempio di qualità eccelsa, ma ce ne sono molte altre.

In queste scorse settimane abbiamo assistito ad un rialzo generale delle criptovalute e del Bitcoin in particolare. Molti investitori hanno pensato che le criptovalute stessero tornando alla ribalta ed hanno deciso di investire nuovamente su di esse.

Da questa prima ascesa, però, ne è risultato un calo abbastanza consistente che ha fatto bloccare il Bitcoin al di sotto degli 8000 dollari. In pratica il prezzo del Bitcoin è affondato e con esso il resto del comparto.

E’ una situazione in cui molti trader stanno speculando sfruttando i movimenti del prezzo del Bitcoin, più in generale delle criptovalute. Per partire è necessario come sempre individuare una piattaforma regolamentata che consenta di investire in criptovalute. Ad esempio siti come 24option (qui il sito ufficiale) offrono una sezione molto ampia dedicata alle criptovalute. E’ una piattaforma che viene utilizzata molto attualmente in quanto ha il vantaggio di avere un servizio di segnali gratuito per tutti gli iscritti. In pratica si tratta di analisi fornite da esperti che permettono di capire come si muoverà il mercato e investire per sfruttare il momento e fare profitti. Trovi il servizio di segnali gratis qui..

Ma questo crollo, a cosa lo si deve?

Possiamo dire che le quotazioni legate alle criptovalute sono oggi tornate sotto il controllo degli orsi? Questo non lo possiamo dire con certezza, ma possiamo solo affermare che il Bitcoin è ancora oggi sotto gli $ 8.000. Bisogna attendere i prossimi giorni per confermare quest’ipotesi.

Quello che oggi sappiamo con certezza, è che il prezzo del Bitcoin è in forte calo (proprio in queste ore). Ma allora come comportarsi? E soprattutto perché il prezzo del Bitcoin è crollato nuovamente?

Per analizzare il perché dobbiamo precisare che non solo il Bitcoin è crollato nuovamente, ma è crollato tutto il comparto, con quotazioni e criptovalute ad esso collegate che hanno fatto altrettanto. Esse oggi scambiano al ribasso, preda anche della debolezza del mercato.

E’ possibile notare che in questo periodo la capitalizzazione complessiva del mercato ha profondamente risentito di questi ribassi. Si tratta a ben vedere di ribassi generali e non solo del Bitcoin.

Se si analizza Il grafico del Bitcoin, come anche quello delle altre criptovalute, è possibile notare come in diverse ore sono stati bruciati ben oltre 20 miliardi di dollari (solo per il Bitcoin).Potremmo definire questa performance come una delle peggiori degli ultimi tempi, per altro legata a tutto il comparto delle crypto.

La settimana scorsa sembrava che il Bitcoin facesse tornare a ben sperare, invece, oggi si registra una perdita vicina al 10%, dopo aver sfiorato i $ 9.000 nei giorni passati.

Il Prezzo del Bitcoin affonda: come e perché?

Sono passate solo pochi giorni da quando trader e investitori hanno nuovamente puntato sulle criptovalute. In modo particolare sono stati diversi gli investitori che hanno pensato al Bitcoin e alle cripto ad esso connesse, per investire. In molti hanno pesato che stessero ritornando sui valori ottimali di pre-crisi registrata oltre un anno fa.

Oggi invece si registra un netto calo della quotazione del prezzo della criptovaluta più famosa al mondo. Essa ha fatto registrare un perdita di valore di oltre 1000 dollari. Analizzando le quotazioni delle altre valute è possibile notare come anche queste hanno fatto registrare una perdita compresa tra il 5% e il 15% circa.

Da questi dati, alcuni analisti vedono una flessione del prezzo del Bitcoin derivante da alcune strategie e mosse messe in campo dalla cosiddetta balena. In pratica prima ha venduto e poi dopo il tonfo, ha ricomprato una grande quantità di BTC.

L’intento?  Quello di guadagnare! Oggi si registra un potenziale guadagno di diversi milioni di dollari.

Sulla base di quelli che sono i dati forniti nelle ultime ore, si è scoperto che la BALENA ha spostato ben 25.000 Bitcoin (corrispondenti a ben $200 milioni) da un portafoglio virtuale all’exchange californiano Coinbase. Successivamente, abbiamo scoperto che ha spostato nuovamente 14.000 BTC ($112 milioni) dalla piattaforma verso un altro portafoglio. Ancora ha spostato altri 11.000 COIN ($88 milioni).

Il risultato?

Si sono venduti ben 25 mila BTC per un valore di prezzo pari a $215 milioni per poi ricomprali immediatamente (dopo il tonfo delle quotazioni) per un valore di $200 milioni.

Il guadagno ottenuto è pari a 15 milioni di dollari.

Una mossa astuta non pensi? Certamente è stata una delle mosse più audaci mai registrate, che per forza di cose ha fatto registrare un impatto sul prezzo del Bitcoin e sulle quotazioni delle criptovalute restanti. Per altro lo ha fatto in modo abbastanza marcato!

Se prendiamo in esame anche Ethereum possiamo vedere come essa sia scivolata nuovamente a $ 244 da una quotazione ormai raggiunta di $ 260. Come potete notare la perdita è abbastanza consistente! Lo stesso dicasi per Ripple, che anche se più contenuta, ha comunque fatto registrare una perdita portandosi a $ 0,40 da $ 0,44.

Infine, un ultimo sguardo lo possiamo dare alle altre altcoin, come ad esempio EOS che ha subito delle perdite a doppia cifra in termini percentuali.

E’ possibile continuare a sperare?

Nonostante una timida ripresa della settimana scorsa, ancora oggi non possiamo affermare che il mercato delle criptovalute è in ripresa. Sapevamo bene che si trattava di un asset abbastanza volatile, ma sbalzi di valore di questo tipo, nessun trader se li aspettava. Ancora oggi, infatti, tutto il comparto sembra proseguire in calo. Nello specifico il prezzo del Bitcoin sta ancora perdendo terreno e sta facendo registrare una perdita di quasi 10 punti percentuali rispetto ad una settimana addietro . Il suo valore si attesta sui $ 7.800. Non ci resta che attendere i prossimi giorni per capire se davvero il mercato è in ripresa o meno. E’ probabilmente il momento migliore per sfruttare piattaforme come eToro (clicca qui per il sito ufficiale) che permettono di copiare da altri trader, in modo da vedere come si stanno muovendo in questa situazione di volatilità per trarne il maggiore profitto possibile.

Molto spesso siamo soliti parlarti di truffa online, di sistemi poco seri che non sono adatti all’investimento online.

In questa guida abbiamo analizzato per te Cryptokartal e lo abbiamo fatto con il chiaro intento di farti comprendere se davvero è una piattaforma sicura e affidabile per investire sulle criptovalute o se invece è una truffa.

Broker CERTIFICATI e affidabili per investire in Criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Crypto Kartal: come funziona

Secondo quanto riportato dal sito web, la società è registrata presso St. Vincent e Grenadine con il nome Elmond Enterprise LT, con un indirizzo SVG standard.

Viene riportata anche la sede: Suite 305 Griffith corporate center PO Box 1510 Beachmont Kingstown, St. Vincent e Grenadine e in Estonia. Il nome del gestore è Fukazawa Partnership OU.

Al momento non si trovano neanche informazioni sullo status normativo. Questo lo si deve al fatto stesso che il governo di SVG non include il forex trading all’interno nel suo quadro normativo. Da qui anche tu potresti dedurre che Crypto Kartal non è soggetta ad alcuna supervisione normativa.

Per capire se ti trovi davanti ad un sistema truffa o meno è necessaria verificare la regolamentazione, meglio se europea e rilasciata dalla CySEC. Il compito di questa regolamentazione è quello di osservare l’operato del broker se rispetta o meno la  normativa e quelli che sono i suoi rapporti con i clienti investitori registrati sulla piattaforma.

Cryptokartal truffa?

Partiamo dalla domanda che tutti quelli come te si sono posti: Cryptocartal è una truffa?

Noi non lo possiamo dire. Non è compito nostro. Possiamo solo dire che a noi la piattaforma lascia un po’ perplessi in quanto ve ne sono di migliori in circolazione.

Per altro, in questa guida ci limitiamo solo a fare delle considerazione di carattere molto generale. Se vuoi un consiglio, puoi scegliere di investire con i CFD su criptovalute optando per dei broker regolamentati ed autorizzati, ovvero con piattaforme regolari.

Queste ti mettono in guardia dalle possibili truffe, ma soprattutto ti avvisano dei pericoli che sono collegati al trading online. Non esiste un sistema che faccia guadagnare soldi sui mercati online. Se esiste stanne certo che a te non lo verrebbero a presentare a te.

Per altro, se questo non esiste e te lo presentano come tale, sicuramente si tratta di una piattaforma non regolamentata che viola le normative finanziarie e non ti fornisce nessun tipo di garanzia. Da quello che ne sappiamo noi, Cryptokartal non è una piattaforma autorizzata.

Per altro la sua sede (stando a quanto riportato sul sito) è in Saint Vincent and the Grenadines, un arcipelago situato nel Sud dei Caraibi. Potrebbe essere un paradiso fiscale, non pensi? A te lasciamo le dovute conclusioni.

Cryptokartal infine non contiene nessun tipo di avviso di rischio.

Per essi sembra che fare trading di criptovalute sia un’attività facilissima e senza rischi! Puoi provarlo a tuo rischio e pericolo. Non è sicuramente un modo semplice per ottenere soldi facili.

Tutti i broker regolamentati, invece, sono soggetti a normative europee e sono obbligati a pubblicare gli avvisi di rischio. Ecco anche uno dei motivi per il quale si tratta di broker sicuri. Per altro devi tener presente che è molto importante capire bene un concetto: i soldi facili non esistono e solo i truffatori te li promettono!

Come investire sulle criptovalute in modo regolamentato?

Sarebbe bene chiarire prima di tutto questo punto. Sulle criptovalute è possibile investire in modo sicuro e senza fregature, ovvero in modo regolamentato, tramite strategie di trading CFD offerte dai migliori broker regolamentati.

Tieni presente che le criptovalute non sono una truffa, anzi sono un asset molto attraente su cui è possibile investire con piattaforme sicure e affidabili come ad esempio lo è 24option o Markets.com.

Si tratta di piattaforme che si adattano a tutti i trader, principianti e no. Inoltre puoi utilizzare anche tu il loro conto demo gratuito per ricevere l’assistenza telefonica anche questa gratuita collegata ad un vero esperto di criptovalute il quale fornisce consigli e indicazioni precise.

In pratica, si può cominciare subito a investire senza errori.

Se scegli di utilizzare un’altra piattaforma come ad esempio 24option puoi anche avere la certezza di operare non solo con una piattaforma che rispetta le normative europee e che fornisce un elevato standard di sicurezza, ma che ti offre un sistema d’investimento semplice che coniuga conto demo e corso di formazione gratuito.

>>Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

Cryptokartal opinioni e recensioni

Invece, operare con Cryptokartal potrebbe essere un pessimo affare e di seguito ti diremo anche perché.

Se ricerchi opinioni e informazioni su Cryptokartal è possibile notare come la maggior parte delle recensioni danno un’idea di come sia un fatale errore operare con esso.

Molti affermano anche che si tratta di una vera truffa, ma noi ripetiamo, non lo abbiamo provato. Quello che facciamo è limitarci a riportare delle semplici opinioni, espresse per altro da trader e investitori che hanno visto volatilizzarsi tutto il loro capitale in pochissimo tempo.

Analizzando anche il sito della CONSOB, possiamo notare che sono state presentate ad essa numerose denunce per truffa con dei veri e propri esposti CONSOB inerenti la violazione di vari regolamenti finanziari. Il problema è che oramai il denaro investito non potrà essere recuperato a prescindere che sia o meno una truffa.

Cryptokartal afferma di avere la sede legale in un paradiso fiscale! Qui gli inquirenti italiani non possono intervenire.

La storia si ripete. Ancora una volta ti vogliamo dire che le piattaforme di trading o i sistemi di trading automatici di criptovalute che ti promettono guadagni facili e sicuri non esistono. Tutte quelle che affermano il contrario stanno solo cercando di farti perdere dei soldi.

E’ tempo perso anche presentare denunce contro Cryptokartal o sistemi molto sistemi; sarebbe bene per te prevenire che curare! Come? Evitando di investire con piattaforme non regolamentate.

Cryptokartal non offre nessuna garanzia.

Conclusioni

Cryptokartal la possiamo definire come una piattaforma per investire sulle criptovalute non regolamentata e per altro al centro di molte polemiche. Come potrai vedere anche tu, recensioni e opinioni trovate su internet sono estremamente negative.

In tanti hanno utilizzato Cryptokartal e in tanti lamentano lo stesso problema. Molti hanno affermato che si tratta di una truffa e hanno anche presentato denuncia.

Se volete investire con essa, lo potete fare a vostro rischio e pericolo. Meglio a nostro avviso investire in criptovalute utilizzando piattaforme serie, autorizzate e regolamentate perché sono le uniche che offrono sicurezza e affidabilità.

Ad esempio puoi utilizzare 24option, in quanto si tratta di una piattaforma semplicissima da usare e ti offre anche un servizio di assistenza telefonica veramente molto apprezzato.

Partiremo da questa domanda per comprendere se davvero possa essere un sistema per guadagnare con i Bitcoin o se invece si tratta di una delle tantissime truffa presente online.

Prima di tutto devi sapere che investire sugli strumento finanziari è rischioso e potrebbe comportare la perdita dell’itero tuo capitale. Per altro farlo con sistemi poco seri e poco professionali potrebbe essere anche peggio.

Broker sicuri per investire su Bitcoin e criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Bitcoin Trend App

Bitcoin Trend App non è dato sapere come esso funzioni e soprattutto non è facile capire se davvero funziona o se invece si tratta di una truffa. Quello che sembra evidente è invece il guadagno; esso afferma che si potrà guadagnare fino a 500 euro con i Bitcoin per mezzo di questi sistemi, per altro a nostro avviso poco chiaro.

Ti diciamo sin da subito che non lo abbiamo provato e non abbiamo interesse a farlo!  Se tu vuoi perdere i tuoi soldi lo puoi fare liberamente. Non dire che noi non ti avevamo avvisato.

Bitcoin Trend App afferma che puoi guadagnare più di 10 mila euro al giorno. Come? Investendo appena poche centinaia di euro.

Bitcoin Trend App inoltre non ti permette di capire se si tratta o meno di una piattaforma autorizzata e non ti da la possibilità di conoscere i broker di appoggio.

Come funziona Bitcoin Trend App?

In realtà, per poter parlare d funzionamento di Bitcoin Trend App, bisogna capire come funziona Bitcoin Trend App. in pratica non funziona.

Bitcoin Trend App sostiene di aver sviluppato un insieme di complessi algoritmi per mezzo dei quali è possibile intercettare ogni opportunità di investimento online, prevedendo con esattezza quali siano le evoluzioni del prezzo di Bitcoin. Ma questa è pura fantascienza. Non esiste un sistema che con un versamento minimo di 250 euro si può guadagnare 10.000 €.

Anche le opinioni di chi ha provato Bitcoin Trend App sono tutte negative. Nulla esiste di quanto promesso!

Per altro nessuno potrà mai ricevere indietro i fondi versati con Bitcoin Trend App. Un indizio definitivo sul fatto che occorra stare alla larga da questo genere di proposte!

Bitcoin Trend App è una truffa?

Come accennato in precedenza, non lo possiamo dire noi. Non possiamo affermare che Bitcoin Trend App è una truffa.

Come guadagnare con i Bitcoin?

Puoi scegliere di investire e guadagnare con i Bitcoin non certamente con questa app, ma sicuramente con un broker onesto e regolamentato.

Se vuoi cercare di guadagnare con i Bitcoin puoi dunque scegliere di farlo acquistando Bitcoin, mettendoli in un wallet o anche tramite i CFD e i broker regolamentati.

Puoi investire in CFD Bitcoin con eToro o 24Opton.

eToro ti permette di fare trading in Bitcoin copiando gli altri trader che già investono in questo settore. Lo puoi fare con un conto demo o con un conto reale scegliendo anche di farlo tramite social trading. Grazie anche al copy trading eToro puoi copiare all’interno del tuo portafoglio le operazioni che vengono compiute da trader esperti.

Trading su Bitcoin con 24option

Puoi anche operare con 24option e prenderlo in esame come broker di riferimento per il tuo trading. Esso si presenta come un broker qualificato disponibile sul mercato italiano.

24option è la migliore piattaforma per quanto concerne il livello di facilità di utilizzo, con la conseguenza che anche i trader neofiti senza esperienza di trading con le criptovalute, potranno certamente trovare la giusta soddisfazione nel porre in essere la propria personale strategia di trading.

Puoi investire con 24Option sfruttando i segnali di trading che sono seri e affidabili a differenza di quanto offre Bitcoin Trend App.

Tuttavia sarebbe bene fare chiarezza. Diverso da quanto offre Bitcoin Trend App, 24option ti garantisce un servizio di segnali di trading gratuito che non ti promettono nessun guadagno certo.

>>Clicca qui e prova GRATIS il servizio di segnali di trading di 24option!

Conclusioni

A questo punto possiamo affermare che Bitcoin Trend App e tutte le sue caratteristiche non sono regolamentate e come tale non possiamo fare altro che suggerirti di startene alla larga da questo genere di piattaforme poco chiare e poco trasparenti.

Come puoi notare da questa recensione, tutti i broker di trading professionali ti garantiscono un guadagno. Essi non ti garantiscono un trading di successo al 100%. Ti offrono solo dei consigli di trading che sta a te valutare sulla base di quelle che sono le tue strategie.

Ricordiamo ancora una volta che non esiste nessuno strumento che vi possa garantire il successo nel trading online a prescindere dall’asset utilizzato.

A differenza di quanto afferma Bitcoin Trend App, per fortuna esistono operatori seri e qualificati che possono realmente accompagnarti in modo sicuro e professionale all’intero del mercato del trading a prescindere che si utilizzino criptovalute o altri strumenti finanziari.

24option (come anche tutte le piattaforme di trading da Plus500 a eToro) è una migliore alternativa. Ti consigliamo di provare gratuitamente tutti i servizi aprendo un conto demo.

Questo vuol dire poter toccare con mano quelle che sono le vere attrattive di questo broker che per altro sono molto simili a quelle degli altri broker.

Anche tu sei interessato a sapere se Bitcoin Rush truffa o se invece è un sistema funzionante?

Purtroppo, il sistema si presenta male affermando che Bitcoin Rush è un sistema che ti permette di diventare ricco in pochi giorni per mezzo del trading su Bitcoin che oggi è risalito di quotazione e valore ancora.

Come spesso accede in questi sistemi poco chiari, sono anche stati coinvolti famosi personaggi VIP come ad esempio Giorgio Armani e Vasco Rossi. Questi affermano di essere estranei al sistema e che non hanno mai investito con Bitcoin Rush e per altro non sono diventati ricchi per opera sua.

Come sempre devi tenere presente che i soldi facili non esistono e come tale non esiste un sistema che ti faccia guadagnare soldi.

Guadagnare con le criptovalute e con il Bitcoin potrebbe essere un ottimo sistema, ma solo se utilizzi delle piattaforme regolamentate. Noi ve ne proponiamo alcune:  eToro, Plus500, o anche o 24Option. Si tratta di piattaforme di trading regolamentate che ti permettono di investire e guadagnare in modo professionale anche con i Bitcoin.

Premesso questo procediamo con la nostra recensione che ti permette di comprendere se Bitcoin Rush truffa o funziona?

Il primo aspetto da esaminare è che l’app di trading Bitcoin Rush a differenza di quello che si pubblicizza non è un’app vincente e non è per nulla riservata ad un gruppo esclusivo di persone che per altro si dicono pronte a cogliere l’occasione di guadagnare una vera e propria fortuna.

Al contrario, invece, essa si presenta come uno schema di arricchimento rapido, non regolamentato e non autorizzato. Per altro, molto spesso accade, come in questo caso, che sei attratta dal nome fuorviante del Bitcoin.

I truffatori hanno come intento quello di ingannarti! Noi non possiamo dire che si tratta di una fregatura, ma ti possiamo certamente dire che non si tratta di un sistema chiaro e regolamentato. Per altro si è scoperto (dalle recensioni) che il software è automatizzato (crypto robot), ma in realtà non esiste.

Quello che loro vogliono è farti registrare sulle loro piattaforme e convincerti poi a depositare del denaro per altro su di un broker (che potrebbe non essere regolamentato).

Il sistema fa capo al broker EZCryptoplace. Esso presenta la sua registrazione presso St. Vincent e Grenadine.

Il loro intento come detto è quello di farti depositare del denaro; il deposito minimo richiesto è di € 250. Se effettui questo deposito, verrai immediatamente contattato dal “Senior Account Executive” che ti chiede ancora di investire ulteriori € 5.000 per ottenere sempre più soldi!

Quello che devi sapere è questo: i tuoi 250 euro sono andati in fumo!

Piattaforme certificate per investire in criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Bitcoin Rush cos’è?

Se noti bene, puoi anche tu scoprire che Bitcoin Rush viene pubblicizzato come un’app pluripremiata di segnali su Bitcoin, Litecoin ed Ethereum.

Essi affermano che puoi investire tramite questi segnali e ottenere un sicuro successo, in quanto esatti al “99,4%”. Per altro, investire con questa app è molto semplice e veloce.

Stai poi attento ad un altro fattore; Vasco Rossi, ma anche Bocelli o Armani non hanno nulla a che vedere con questo sistema e non hanno mai investito in Bitcoin Rush!

I truffatori utilizzano abusivamente il loro nome e la loro reputazione per promuovere l’app fraudolenta Bitcoin Rush.

Sicuramente queste persone hanno sporto denuncia nei loro confronti! Tutto sommato la possiamo considerare come una truffa anche nei loro confronti.

In pratica, le foto come anche i nomi di questi personaggi famosi sono state utilizzate per dare credibilità a questo inganno, ma i veri attori non hanno nulla a che vedere con questo sistema.

Bitcoin Rush: recensioni false?

Certamente un sistema che ruba le immagini non potrà che avere delle recensioni false, non credi? Molti attori sono pagati per affermare che hanno guadagnato ma nella realtà anche tu potrai vedere che queste persone non sanno neanche che cosa sia il trading online. Figurati se sanno come guadagnare con i Bitcoin.

Molto spesso le recensioni e le opinioni delle persone che affermano di aver guadagnato sono false come anche i loro nomi.

Come investire con successo nel Bitcoin

Ci sarebbe invece un metodo molto più semplice per te per investire e guadagnare seriamente con i Bitcoin. Lasciar perdere completamente Bitcoin Rush che potrebbe essere solo uno specchietto per le allodole e sicuramente non funziona.

Lo possiamo definire come un sistema che serve solo per farti aprire un conto con un broker non regolamentato e basta! Non vi è nessun guadagno per te!

Allo stesso tempo, però, precisiamo che possiamo guadagnare con il Bitcoin ma non devi pensare minimamente che si possono fare soldi facili.

Per investire in modo professionale devi imparare come funzionano i mercati e soprattutto devi affidarti a delle piattaforme sicure, affidabili, autorizzate e regolamentate.

A seguito di apertura del tuo conto, con Markets o con un’altra qualunque piattaforma regolamentata, è possibile comprare Bitcoin e ottenere un profitto soprattutto quando il valore del Bitcoin sale. Allo stesso tempo, puoi vendere allo scoperto i Bitcoin e ottenere sempre un profitto quando il valore del Bitcoin scende.

Investire in Bitcoin con la piattaforma eToro

Tieni presente che Bitcoin Rush non funziona per come dice. Certamente i guadagni ci sono, ma sicuramente non per te.

Sarebbe meglio provare ad investire con eToro, una piattaforma di trading licenziata e che può operare in Italia e che ti offre la funziona Copy Trading. Essa ti permette di copiare gli esperti e i CopyPortfolios con i fondi di investimento dei Popular Investors.

Tramite questa piattaforma è facile per te analizzare i migliori trader di mercato, seguire le loro scelte e scegliere quelli che hanno ottenuto il massimo profitto con il minimo rischio.

>>Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui >>

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.
Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.
Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.
Questo contenuto è da intendersi per fine educativo e non dovrebbe essere considerato come alcun consiglio di investimento.

Bitcoin Rush opinioni e considerazioni

Molti hanno l’idea che il Bitcoin Rush sia un clone di truffe. I suoi ideatori hanno utilizzato questo strumento per ingannarti con il chiaro intento di farti perdere denaro. Se analizzi le opinioni reali, ti accorgi che non esiste nessuna prova sul reale funzionamento di questo programma.

Come si evince dalle recensioni, l’unica cosa che ti permette di vedere è il pannello di trading del broker e non vi è nessuna vera tecnologia dietro Bitcoin Rush.

Per altro molti pensano anche che Bitcoin Rush sia gratis, ma in realtà non lo è!

Per utilizzarlo devi versare una quota di iscrizione pari a € 250.

Da quello che abbiamo detto fino a questo momento, in questa guida, sicuramente anche tu ti sarai accorto che Bitcoin Rush è una bufala e non vi è nulla di serio. Non è un sistema di arricchimento rapido e non potrà mai esisterne uno.

Se davvero vuoi investire in modo professionale, allora affidati al broker eToro e al sistema Copy Trading! Al momento esistono anche altre alternative regolamentate di ultima generazione che potresti utilizzare.

eToro  te lo consigliamo soprattutto se non sei afferrato in materia in quanto ti permette di copiare i trader che ne sanno più di te e soprattutto ti permette di farlo in modo regolamentato.

L’XRP di Ripple è sceso dal massimo di lunedì a $ 0,4646, al livello $ 0,3949 martedì mattina, in mezzo a una forte svendita sul mercato delle criptovalute. Mentre la moneta è riuscita a recuperare a $ 0,4070 al momento della scrittura, è ancora superiore al 7,6% su base giornaliera. Il terzo asset digitale con l’attuale capitalizzazione di mercato di $ 17,6 miliardi si è mosso in linea con il sentimenti ribassisti globali a breve termine sul mercato.

L’XRP è negoziato più attivamente su HitBTC contro USDT e BTC con un volume medio giornaliero di trading di $ 2,6 miliardi.

Tecnicamente, l’XRP / USD si è rotto sotto SMA100 (Simple Moving Average) sul grafico a 4 ore, attualmente a $ 04120. Questo sviluppo ha deteriorato il quadro tecnico infragiornaliero e ha rimesso a fuoco $ 0,4000 psicologici. È probabile che quest’area attiri nuovi acquirenti e serva da terreno di lancio per il recupero. Sul lato positivo, la resistenza locale viene creata dal suddetto SMA100.

Una volta eliminato, è probabile che la ripresa aumenti la trazione con il prossimo focus sul ritracciamento di Fibo del 23,6% a $ 0,4270 e SMA50 (4 ore) abbinato a SMA200 (1 ora) a $ 0,4350. Nel frattempo, SMA50 (1 ora) in avvicinamento a $ 0,44 potrebbe limitare il rialzo per il momento.

Se Bitcoin ha vinto la guerra, Ripple vince tante battaglie

Blockchain e criptovalute, in generale, sono in competizione riguardo l’innovazione. Si tratta di capire chi concepirà la soluzione migliore, un’opzione che assumerà sistemi esistenti. Finora, ci sono migliaia di progetti che cercano di detronizzare Ripple e Bitcoin. Mentre Bitcoin è il più capitalizzato, Ripple ha grandi visioni.

Da un primo sguardo, può sembrare insormontabile considerando il loro obiettivo di ridurre la quota di mercato di SWIFT. Tuttavia, negli ultimi anni, Ripple ha ottenuto piccole vittorie. Tra i tanti, l’obiettivo delle banche e delle istituzioni finanziarie di accedere a una rete più veloce trasparente e crittografata comporta dividendi. Sebbene non siano sincronizzate molte banche e non siano pronte per l’aggiornamento all’ultima versione di xCurrent, il fatto che siano disponibili ad ascoltare ciò che Ripple ha da offrire, è un grande vantaggio. Anche così, potrebbe volerci del tempo prima che ci sia un passaggio completo a xRapid.

L’opzione usa i binari xCurrent incorporando XRP, una moneta che sta affrontando sfide normative negli Stati Uniti. Agisce come mezzo di scambio su richiesta; uno strumento di liquidità che, una volta fuso con Cobalt, vedrà le transazioni regolarsi in un secondo o meno.

Ripple rialzo senza apparente motivo lunedì 4 giugno

L’XRP di Ripple è salito sopra $ 0,4600 lunedì scorso, dopo aver guadagnato oltre il 4% in un’ora. Il terzo asset digitale più grande è stato catapultato dal minimo infragiornaliero di $ 0,4393 e ha toccato $ 0,4646 prima di arretrare a $ 0,4580. In particolare, il volume degli scambi di XRP è cresciuto nelle ultime ore e ha raggiunto un picco di $ 16,3 miliardi. XRP è più attivamente negoziato su HitBTC contro USDT e BTC.

Mentre la ragione fondamentale per il forte e improvviso picco non è prontamente comprensibile, una mossa sostenibile sopra $ 0,4600 migliorerà il quadro tecnico a breve termine e consentirà una ripresa prolungata verso l’alto di maggio a $ 0,4740, che è anche il livello più alto da novembre 2018.

Sul lato negativo, il supporto iniziale è visto a $ 0,4380, creato da una confluenza di SMA50 (Simple Moving Average) e SMA100 su grafico a 1 ora. Una volta eliminato, è probabile che la svendita aumenti la trazione con il prossimo focus su $ 0,4280 (SMA200, 1 ora) seguito da un riavvolgimento del Fibo del 23,6% a $ 0,4270.

Seguendo quanto fatto da Cardano, EOS e Bitcoin Cash, l’XRP scende del 9,1 percento rispetto alla chiusura di ieri. Anche così, XRP è scambiato all’interno di un modello rialzista ma sotto pressione dopo la rottura di ieri. Tuttavia, e in linea con i precedenti trend di XRP / USD, ed è essenziale che la corsa a 60 centesimi sia alla base dei crescenti volumi di trading. Da quanto è visibile nel grafico giornaliero, la quantità di moto si riduce man mano che la partecipazione diminuisce.

Questo sta facendo deragliare il rally, ritardando la spinta verso l’alto e la liquidazione desiderata del massimo di maggio. Se mai, qualsiasi esplosione al di sopra di 50 centesimi cementerà i compratori. Dopodiché, metterà in moto la prossima ondata di picchi più alti dopo il rimbalzo dal ritracciamento di Fibonacci del 61,8 percento della gamma di scambi di maggio.

Al momento però, la fase centrale delle Bollinger Band (BB) che agisce come supporto flessibile non regge più. Le quote sono quindi impilate contro i trader. Se oggi finisce in ribasso, l’XRP potrebbe scivolare di nuovo verso il ritracciamento di Fibonacci del 61,8 per cento della gamma di scambi di maggio. O peggio di sotto a 30 centesimi.

Breanne Madigan lascia Goldman Sachs per Ripple

L’ex dirigente di Goldman Sachs, Breanne Madigan, ha lasciato la sua posizione presso Blockchain.com, un Wallet provider di criptovaluta, per unirsi a Ripple. Madigan, un veterano di Wall Street con circa 14 anni di esperienza presso la principale banca d’investimento globale Goldman Sachs, secondo quanto riferito nel suo profilo LinkedIn.

Madigan ha lasciato il suo ruolo come Head Institutional Sales and Strategy ricoperto presso Blockchain.comper 14 mesi. L’ex dirigente di Goldman Sachs si è unito a Ripple per guidare il team Global Institutional Markets per attirare più investimenti istituzionali in criptovaluti , come ha detto nel rapporto. Secondo quanto riferito, Madigan è entusiasta di guidare l’adozione di massa delle risorse digitali e la trasformazione di un sistema di pagamento globale.

Il ritiro di Madigan da Blockchain.com ha seguito un’altra recente partenza: quella del veterano di Wall Street Jamie Selway, che avrebbe lasciato la società nel gennaio 2019 dopo aver aderito all’azienda come responsabile globale dei mercati istituzionali nell’estate 2018.

Fondata nel 2011 come fonte di analisi crittografica, Blockchain.com era precedentemente nota come Blockchain.info. La società si è ulteriormente sviluppata per offrire servizi come wallet per le principali criptovalute, tra cui bitcoin, ether, bitcoin cash e altri.

Nel settembre 2018 Blockchain.com è stato inserito nelle prime 25 società di startup con sede nel Regno Unito da LinkedIn, classificandosi al numero 9. Nel frattempo, Ripple ha riportato di recente che le vendite dirette istituzionali nel primo trimestre del 2019 hanno visto una crescita enorme. Passando da $ 40,15 milioni nel quarto trimestre 2018 a $ 61,93 milioni.

Ripple presenta la sua app di banking mobile basata su XRP

Ripple sta ancora guadagnando l’attenzione degli amanti delle criptovalute. Il laboratorio XRPL di Ripple, con sede a San Francisco, ha progettato un’app per l’utente mobile che può fare molto di più che inviare criptovaluta da un portafoglio all’altro. La nuova app di Ripple è stata svelata in occasione di un evento della comunity Bitrue ad Amsterdam. Si chiamerà Xing.

La suddetta app sarà un’app completa di mobile banking che può operare senza l’intervento di qualsiasi istituto finanziario per la memorizzazione e la spesa di dollari, euro, XRP e altre valute. Come detto, hanno chiamato l’app Xing. Nell’occasione di presentare l’app per dispositivi mobili, Wietse Wind di XRP LAB ha detto che Xing fornirà all’utente un’esperienza bancaria online. Non è pensata solo per la crittografia, ma qualsiasi altra valuta. Quindi anche le tradizionali FIAT.

Inoltre ha aggiunto che stanno sviluppando un’applicazione bancaria costruita su una blockchain. Non è solo un Wallet criptato; si tratta di un’applicazione bancaria basata sul protocollo Inter-Ledger e sul registro XRP. Ha inoltre specificato che l’app mobile potrebbe rendere il pagamento delle valute cripto e tradizionali il più semplice possibile.

L’app può essere utilizzata da tutte le categorie di utenti, sia che si tratti di un esperto di computer o di una persona non tecnica. L’app sarà un’applicazione sicura e intuitiva con una guida di avvio inclusa. Mentre si utilizza l’app, l’utente non dovrà inserire un lungo indirizzo crittografico durante l’invio del fondo. Invece, l’app avrà funzionalità di ricerca e social nella sua directory account. L’utente dell’app avrà il potere di approvare o rifiutare qualsiasi pagamento a qualsiasi persona o azienda.

Come noto, Ripple sta lavorando duramente per l’adozione mainstream delle criptovalute. La sua azienda XRP LAB ha raccolto fondi per investire in molte altre iniziative. Attualmente XRP LAB sta lavorando su sistemi di storage a freddo e scambi decentrati. Negli anni, Ripple sta lavorando per andare oltre le aspettative. Fornisce servizi finanziari per molti paesi, in particolare nel sud-est asiatico. Gli strumenti ineguagliabili di Ripple e la transazione più rapida e più ampia attirano sempre più istituzioni finanziarie.

XRP collabora con SBI per fornire pagamenti in negozio

L’XRP sta portando l’attenzione verso di sé per un’altra serie di nuovi casi d’uso e innovazioni. L’adozione e l’adattamento di Ripple nei sistemi esistenti continua ad arrivare, in particolare con XPRL Labs e Wietse Wind. Le ultime notizie su Ripple sono la partnership con il gruppo di servizi finanziari di Tokyo, SBI Holdings.

SBI Holdings opera nei servizi finanziari, nell’asset management e nella biotecnologia ed è un grande operatore nel settore bancario, in particolare in Giappone. Lavorano di pari passo con Ripple per creare pagamenti in-store utilizzando la rete Ripple e la criptovaluta XRP.

SBI è attualmente al lavoro per integrare XRP nella propria app MoneyTap. La cosa buona è che l’app usa già la rete Ripple per fare le rimesse. L’app ha lo scopo di offrire agli utenti la possibilità di utilizzare i codici QR per pagare sia per prodotti che per servizi con il loro XRP. L’uso dei codici QR renderà anche il processo di pagamento molto più semplice di quanto non sia attualmente.

Il servizio verrà sperimentato presso un ristorante di Tokyo prima di essere completamente lanciato ai clienti al dettaglio entro la fine dell’anno. La chiave di questa espansione è che l’app è completamente autorizzata dalle autorità di regolamentazione in Giappone.

L’app utilizza il sistema xCurrent realizzato da Ripple per alimentare le rimesse tra 13 banche regionali. La cosa positiva dell’uso di xCurrent è che le rimesse sono istantanee. La forza di SEBI è tale da spingere l’app MoneyTap a un consorzio di banche che controllano quasi l’80% delle attività bancarie in tutto il Giappone. Questo include circa 61 banche ed è guidato sia da SBI che da Ripple.

Piattaforme per fare trading su RIPPLE

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Quando nel 2017 in Italia si è incominciato a sentir parlare di criptovalute in Italia, per molti questo termine era semplicemente sinonimo di “Bitcoin”. Invece le altcoin, ovvero tutte le crittomonete diverse da Bitcoin, stanno ottenendo risultati migliori da un anno a questa parte. Complice una tecnolgogia che in molti casi è migliore, più potente e più aggiornata, ci sono molti token interessanti che stanno seguendo un trend ascendente da molto tempo. Molti di questi sono cresciuti in valore anche nel 2018, anno che invece si è rivelato ben poco proficuo per Bitcoin.

Un altro fatto che ci dice quanto le altcoin si stiano affermando è la Bitcoin dominance: si tratta di un parametro che misura, in percentuale, quanto la capitalizzazione di mercato di Bitcoin pesi sull’intero mercato. Nel marzo del 2017 questo valore si aggirava intorno all’85%; a due anni e poco più di distanza siamo passati al 56%. Sembra anche che tutti i fattori conducano a pensare che, nel tempo, questa percentuale non farà altro che diminuire.

Migliori piattaforme per fare trading di Bitcoin

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Perché Bitcoin perde terreno

Le criptovalute che stanno emergendo in questo momento risolvono molti, se non tutti, i problemi che Bitcoin ha sempre avuto e continuerà ad avere. Dal momento in cui Bitcoin non ha dei manager noti, la sua tecnologia non è destinata ad evolvere nel tempo. Già oggi, se la confrontiamo con molte altre crittomonete, BTC è una moneta superata. I suoi principali limiti sono:

  • L’utilità limitata: con Bitcoin si possono soltanto inviare e ricevere token. Le reti decentralizzate come Ethereum e Tezos fanno molto di più. Su queste blockchain nascono intere applicazioni decentralizzate, contratti intelligenti in grado di eseguirsi da soli, siti, portali, fondazioni e molto altro ancora. Possono essere usate come base per creare qualsiasi progetto basato su blockchain.
  • Una pessima gestione del mining e del protocollo di verifica delle transazioni. Per minare i blocchi contenenti le transazioni da aggiungere alla blockchain servono apparecchiature incredibilmente costose e soprattutto dispendiose in termini di energia elettrica. Questo significa che Bitcoin ha un enorme impatto negativo sull’ambiente, in quanto il mining dei suoi token è una delle attività più antiecologiche a cui si può pensare.
  • Troppo tempo per confermare una transazione. Mediamente un nuovo blocco viene aggiunto alla blockchain di Bitcoin ogni 10 minuti, il che significa dover attendere almeno questo lasso di tempo prima che un movimento economico venga convalidato. Come pensare ad una valuta del futuro che ci richiede di stare in ostaggio al supermercato per 10 minuti, mentre aspettiamo che la cassiera ci confermi di aver ricevuto il pagamento? I token più evoluti sono in grado di rendere sicura una transazione in appena un secondo.
  • L’accentramento della ricchezza. Secondo le stime più attendibili, 1.000 tra persone e aziende detengono il 40% dei BTC esistenti. Chi ha aderito al progetto in tempi non sospetti ora può smuovere cifre enormi con una sola transazione, facendo muovere il prezzo a rialzo o a ribasso come meglio crede.

Le criptovalute emergenti più interessanti

Ci sarebbe da parlare davvero molto per poter scorrere tutte le criptovalute su cui vale la pena puntare gli occhi in questo momento. Come redazione abbiamo dovuto fare un notevole lavoro di cernita per scegliere le migliori, che ti sottoponiamo qui.

Binance Coin

Binance Coin è la criptovaluta ufficiale di Binance, l’exchange più popolare del mondo. In principio questa valuta nasce per iniettare liquidità nelle casse dell’azienda che l’ha creata; in cambio, gli utenti possono utilizzarla per acquistare a prezzo scontato tutti i servizi offerti dall’exchange. Dal momento in cui funziona molto bene ed assicura tempi rapidi nelle transazioni, tuttavia, è diventata molto popolare anche come criptovaluta “pura”.

La popolarità e la credibilità di Binance si sono ben presto trasmesse alla moneta virtuale che porta il suo marchio. Anche diverse attività commerciali in tutto il mondo hanno incominciato ad accettarla come metodo di pagamento, soprattutto con l’intenzione di metterla in cassa come investimento di medio termine. Binance Coin, infatti, è costruita per aumentare di valore nel corso del tempo grazie ad una politica di riacquisto da parte dell’azienda.

Ogni mese Binance accantona il 20% dei profitti aziendali come fondo per il riacquisto dei suoi token. In questo modo crea una domanda artificiale di token che diminuisce necessariamente l’offerta, facendone aumentare il prezzo. Per questo motivo è comune trovare persone che credono in Binance Coin come strumento per investire.

Tezos

Tezos è il principale concorrente di Ethereum, se così si può dire. Anche in questo caso, infatti, si tratta di una blockchain decentralizzata che mette a disposizione degli sviluppatori tutta la sua rete e la sua potenza di calcolo. Gli sviluppatori, pagando con i loro Tezzies, possono prendere in prestito questa potenza di calcolo per far girare sulla rete le loro creazioni: applicazioni, siti web peer-to-peer, qualsiasi genere di software. I software decentralizzati su Tezos sono poi rivendibili e utilizzabili per ogni fine, anche completamente avulso dal mondo delle criptovalute.

Questa rete permette anche la creazione e l’esecuzione di smart contracts, i famosi contratti intelligenti che hanno fatto tanto parlare di Ethereum. Si tratta di programmi veri e propri, scritti con un linguaggio apposito, che determinano delle condizioni tra due o più contraenti; quando un’informazione viene aggiunta alla blockchain, ad esempio “Mario ha riverniciato il muro di Luca”, il contratto esegue l’azione conseguente “Trasferimento di 200 Tezzies a Mario come pagamento”. Gli smart contracts offrono grande trasparenza e sembrano una delle implicazioni più interessanti dell’intero ecosistema nato con blockchain.

EOS

Eos.io è un progetto molto ambizioso, che dall’inizio del 2019 ha attratto più investimenti sul mercato cinese di ogni altra criptovaluta. Ricordando che la Cina è uno dei Paesi con il maggior numero di persone che utilizzano le crypto e sviluppano progetti a riguardo, questo è un dato tutt’altro che marginale.

EOS è interessante per diversi motivi. In primo luogo perché ha una sua blockchain, ma comunque può essere utilizzato per creare scambi di dati tra due diverse blockchain. Se ad esempio volessimo trasferire Bitcoin ad un utente, facendo in modo che questo riceva Ethereum, potremo farlo attraverso questa rete. Anche Ripple ed altri progetti permettono lo scambio di dati tra più blockchain, ma in quel caso l’intermediazione è basata su un passaggio intermedio in cui non c’è alcuna forma di decentralizzazione. EOS usa una terza blockchain per permettere lo scambio, e questo è molto importante.

Anche in questo caso esiste la possibilità di noleggiare potenza di calcolo dalla rete dietro pagamento, in modo da sviluppare applicazioni decentralizzate. In particolare molti sviluppatori si sono concentrati sulla creazione di giochi attraverso EOS: potrà sembrare un po’strano, ma è uno dei principali fattori che stanno determinando la crescita dell’utenza della rete nel suo complesso.

Da ultimo, vale la pena ricordare che EOS utilizza uno dei protocolli di consenso più avanzati in assoluto per verificare le transazioni. Oltre a non richiedere particolari attrezzature, si basa su un processo democratico in cui chi deve minare il blocco viene votato. Questo assicura ulteriore trasparenza, senza andare a discapito della velocità con cui le transazioni sono verificate.

Ontology

Ontology inizialmente era una delle applicazioni decentralizzate ospitate sulla rete di EOS, a testimonianza del fatto che si può creare più o meno qualunque cosa utilizzando la potenza di calcolo presa in prestito da una blockchain di grandi dimensioni. Quello che era un piccolo progetto cullato da uno ben più grande, oggi ha una capitalizzazione di mercato che supera il mezzo miliardo di dollari.

Nell’estate del 2018 Ontology ha costruito una sua blockchain e nel 2019 è al lavoro per ottenere la completa autarchia, togliendo anche ad EOS l’incarico di servire la potenza di calcolo con cui Ontology processa gli smart contract. I due progetti sono molto simili tra loro, ma pongono l’enfasi su due aspetti diversi: EOS sulle applicazioni decentralizzate, Ontology sullo scambio di dati tra blockchain diverse. In particolare, questo sistema assicura uno strato di protezione aggiuntiva su qualsiasi blockchain e anche sugli scambi tra reti diverse; lo fa aggiungendo un livello di crittografia secondario e mantenendo più nascoste le tracce che possono far risalire all’identità di chi ha compiuto una determinata azione.

Stellar

Stellar è un progetto decentralizzato che ha il fulcro nella sua tecnologia e nella sua criptovaluta, chiamata Lumens. L’obiettivo è quello di connettere qualsiasi sistema di pagamento al mondo, sia questo centralizzato o decentralizzato, che usi denaro crypto o tradizionale. Attraverso Stellar si assottigliano i confini di qualsiasi forma di valuta, ed i costi di transazione per scambiare da una parte all’altra del mondo una qualunque cifra sono infinitesimali.

Il concetto di base è quello di avere dei depositi di liquidità, sotto forma di diverse monete tradizionali e non, assicurandosi che ogni transazione venga scritta su una blockchain crittografata, anonima e sicura. Quando un utente invia una certa quantità di una moneta ad un altro, il suo invio entra a far parte dei depositi che Stellar ha in garanzia. Dall’altra parte avviene l’erogazione del denaro, sotto qualunque forma, prelevandolo da un altro deposito. In questo modo si ha sempre una serie di scambi a somma zero, che permettono l’esecuzione di qualsiasi pagamento in una forma quantomai conveniente.

Stellar è un progetto molto promettente, ma anche molto vicino a Ripple. Gli investitori dovrebbero stare attenti e diversificare il rischio, perché man mano che passa il tempo sembra che il mondo sia troppo piccolo per più di un progetto di questo genere. Ripple gode già di un certo vantaggio in termini di accordi e partnership con grandi banche e realtà finanziarie istituzionali, ma Stellar rimane molto amato dalla community delle criptovalute.

Lybra (Facebook)

Per il momento non è ancora disponibile, ma è già tra le criptovalute più promettenti del 2019. Da quando l’azienda di Mark Zuckerberg ha confermato ufficialmente l’intenzione di rilasciare una criptovaluta legata al proprio brand, tutti i giorni la stampa di settore si dedica alla scrittura degli aggiornamenti in merito.

Il progetto è noto come “Lybra”, anche se non è detto che il token si chiamerà così. C’è crescente attenzione nei riguardi di questo token, che sembra destinato a cambiare il volto del mercato delle criptovalute. Oltre un miliardo di persone nel mondo si connette quotidianamente su Facebook, Instagram o WhatsApp. La portata di questo nuovo progetto potrebbe essere qualcosa che non ha precedenti nel settore.

Sappiamo ancora poco circa le reali intenzioni di Facebook. Sappiamo che sarà una stablecoin, ovvero una crittomoneta il cui controvalore in dollari americani non cambia nel tempo, e sappiamo che l’azienda ha già intavolato i lavori con Visa e Mastercard per fare in modo che possa diventare uno strumento di pagamento diffuso in tutto il mondo. Sarà uno degli argomenti che faranno più discutere gli appassionati di criptovalute nei prossimi anni, per cui malgrado nessuno disponga ancora di questi token vale la pena menzionarli tra i progetti emergenti.

Come investire sulle criptovalute emergenti del 2019

Per investire su queste criptovalute si possono fare due operazioni diverse: la prima è quella di rivolgersi ad un exchange di criptovalute, come il già citato Binance. In questo caso, però, dovremo assicurarci di avere un wallet e di avere una buona padronanza di tutti gli strumenti che servono per inviare e ricevere le monete virtuali. Per chi ha soltanto il desiderio di speculare, senza acquistare o vendere beni in criptovalute, la soluzione migliore a nostro avviso rimane il trading online.

Utilizzando un broker per il trading online tutto diventa più semplice: si apre un account, si sceglie l’asset su cui investire, si depositano i fondi e si apre la posizione desiderata. La maggior semplicità deriva dal fatto che in qeusto caso non si scambiano criptovalute vere e proprie, ma CFD; questi contratti hanno in ogni momento il medesimo valore delle crypto che rappresentano. Attraverso questo piccolo passaggio diventa possibile semplificare le operazioni al massimo. Il trading permette anche di investire a ribasso, quando pensiamo che il valore di una certa criptovaluta scenderà, e di sfruttare la leva finanziaria per amplificare la portata del nostro capitale.

I broker che ti raccomandiamo:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Bitcoin Loophole truffa o funziona? Recensioni e opinioni 2019

Tutti i trader del mondo ricercano sempre una soluzione ideale ai loro investimenti. Questo loro modo di fare è però terreno fertile per i broker che non hanno nulla di legale e che si pongono come scopo quello di truffare i trader che, ignari del fatto che non sono dei broker affidabili, affidano i loro soldi a questi broker con la conseguenza della perdita completa del loro capitale investito.

La situazione non cambia dall’ Inghilterra alla Germania, passando per l’Itala fino ad arrivare al sud America o al sud Africa. In pratica le truffe coinvolgono i trader di tutto il mondo.

Bitcoin Loophole potrebbe essere uno di questi. Molti sono i trader e gli investitori che si sono affidati a questo broker con la speranza (infranta) di poter guadagnare in modo rapido e veloce. Come esso tanti altri sistemi promettono dei guadagni facili. Si tratta ovviamente di sistemi non regolamentati e che nella realtà non hanno nulla a che vedere con i guadagni.

Purtroppo come Bitcoin Loophole molti atri crypto robot agiscono ai danni dei consumatori; non esiste un sistema che al momento faccia guadagnare soldi senza far nulla.

Piattaforme CERTIFICATE per fare trading sulle criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Come funziona il software Bitcoin Loophole?

Il primo punto da analizzare, ancor prima di investire con un broker, è verificarne il suo funzionamento.  Lo stesso vale per il crypto robot di trading.

Al momento sappiamo che l’applicativo viene fornito come piattaforma web riservata, solo ai soci. Questo vuol dire che per poterla utilizzare ci si deve registrare versando la quota di socio. L’apertura del conto è gratuita. Il software funziona grazie all’iscrizione, ovvero al deposito della quota da socio. Per divenire socio bastano 250 euro e iniziare a guadagnare tramite crypto trading.

Questo è quanto viene affermato dagli inventori in pratica un sistema che ti faccia guadagnare da subito non esiste.

Il sistema invece consiglia di effettuare il deposito, familiarizzare con il sistema di investimento scegliendo quindi gli strumenti da utilizzare impostando anche le coppie di trading dalle quali vorresti ricavare la rendita finanziaria personale e quindi cliccare  su auto-trade. L’algoritmo di trading automatico deve quindi procedere al calcolo finanziario che porterà il tuo investimento a crescere nel tempo.

Caratteristiche tecniche del Robot Bitcoin Loophole

Bitcoin Loophole tramite il sito ufficiale fa sapere che il robot è stato dotato di tecnologia superiore atto a implementare il codice dei più recenti linguaggi di programmazione all’interno del settore del trading online. In sostanzal’applicativo anticipa i prezzi dei mercati di 0,01 secondi. Si tratta di un enorme vantaggio per tutti i trader e professionisti del settore. Il robot di trading finanziario ha una precisione senza precedenti. Tutto il programma viene presentato come un sistema che permette di effettuare scambi vincenti con una percentuale di vincita superiore al del 99%.

Purtroppo ad oggi un sistema di questa portata non è stato ancora inventato e se lo è stato di sicuro non si tratta di Bitcoin Loophole. Le opinioni e le recensioni rilasciate dai trader che purtroppo lo hanno provato affermano tutt’altro.

Quanto si guadagna con il Crypto Robot Bitcoin Loophole?

Zero! Non si guadagna con il crypto robot di trading Bitcoin Loophole! O meglio, sicuramente non guadagnerai nulla, gli inventori e gli ideatori invece guadagneranno tantissimo.

Gli inventori affermano che le transazioni fruttano un minimo di 500 dollari a 1000 dollari al giorno.

Purtroppo nulla di questo è vero e ti diremo di più. Essendo il trading con le criptovalute un investimento pericoloso e ad altissimo rischio non è possibile fare delle previsioni di guadagno di questo genere. Per altro il Bitcoin ma tutte le altre criptovalute sono un asset molto volatile, il cui prezzo oscilla vertiginosamente senza preavviso. L’oscillazione a volte è anche superiore ai 20-30 dollari.

Il sistema invece afferma che tramite accredito della somma pari a 250 euro con carta di credito dei circuiti Visa o Mastercard è possibile in pochi secondi iniziare a fare trading automaticamente e guadagnare molto denaro.

Per fortuna se si utilizza questo strumento di deposito è possibile effettuare un chargeback mastercard italia e cercare di riottenere i soldi indietro. Quest’operazione però potrà essere effettuata solo entro il termine massimo di 6 mesi.

Infine, il sistema afferma che è possibile guadagnare attivando il pulsante rosso Auto-Trading spostandolo da off a on. Da questo momento in poi, ha inizio il lavoro del crypto robot.

Se invece vuoi investire in modo serio e professionale non devi affidarti a questi strumenti ma scegliere di investire con i broker trading CFD regolamentati che ti permettono di investire sui bitcoin e speculare su di essi. In questo caso puoi comprare e vendere allo scoperto senza possedere il Bitcoin ma solo speculando sul valore.

Puoi tradare oggi stesso aprendo un account di trading demo o reale con il broker Plus500 ad esempio, il quale offre un conto demo gratuito ed illimitato ma anche un conto reale dal deposito minimo di 100 €. Grazie a Plus500 è possibile investire con i CFD e speculare sui Bitcoin come anche sulle altre criptovalute. Non è consigliabile utilizzare questo broker nel caso in cui non si ha una certa dimestichezza con il trading online.

>>Puoi avere maggiori dettagli e approfondimenti sul broker, cliccando qui e richiedendo assistenza clienti o attivando un account demo gratuito.

Se invece questo broker non risponde alle tue aspettative, allora puoi scegliere di investire con 24Option o ancora eToro.

Anche in questi casi si tratta di broker regolamentati ed autorizzati che ti offrono delle soluzioni di investimento differenti come ad esempio il social trading eToro che offre a tutti la possibilità di investire e copiare i trader Guru che si sono distinti per professionalità e per grado di rischio basso. eToro è consigliabile anche ai trader che non hanno esperienza nel settore.

Dettagli e approfondimenti sul broker e sulla piattaforma possono essere richiesti direttamente al servizio di assistenza clienti eToro aprendo un account demo effettuando la registrazione tramite questo link>>

eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs. Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.
Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.
Questo contenuto è da intendersi per fine educativo e non dovrebbe essere considerato come alcun consiglio di investimento.

Il social trading eToro è completamente legale e ti permette di copiare le operazioni di trading Bitcoin degli altri trader.

Possiamo considerare Ethereum come la piattaforma digitale all’interno della quale possono essere compilate una varietà di applicazioni, come ad esempio programmi di sicurezza e metodi di pagamento. Molti conoscono la criptovaluta come ethereum ma sarebbe più appropriato definirla ether.

Nel trading online, quello che avviene per le valute tradizionali, avviene per le criptovalute; è possibile scambiare e fare trading direttamente sull’ether tramite il cambio ETH/USD.

La differenza tra le valute digitali e le valute FIAT consiste nel fatto che le crypto funzionano al di fuori delle autorità centrali, come banche o governi. In pratica non sono regolate e controllate da nessuna autorità.

Migliori piattaforme per fare trading su Ethereum

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI

Analisi del prezzo dell’Ethereum

Da quanto emerge in questo mese, possiamo affermare che il prezzo dell’Ethereum è in rialzo. Questo lo si deve soprattutto alla spinta generale che stanno avendo nuovamente le criptovalute.

Analizzando l’Ethereum possiamo vedere che la capitalizzazione di mercato sta per raggiungere quella del Bitcoin, il quale ancora oggi detiene il primato di criptovaluta più grande al mondo.

Il prezzo di ETH sta aumentando per via di altri importanti fattori come ad esempio l’interessamento ad essa di altre aziende come Microsoft e JPMorgan. Queste credendo in Ethereum e nei suoi sviluppi futuri. Da qui ne potrebbe derivare un possibile aumento di valore soprattutto nel lungo periodo di 4-10 anni.

Secondo alcuni analisti, la criptovaluta Ethereum è in continua evoluzione e come tale cresce di valore ad un ritmo abbastanza elevato anche se ridotto rispetto al Bitcoin.

Analisi del cambio ETH/USD

Analizzando la coppia ETH/USD notiamo un guadagno derivante dalla trazione che si pone al di sopra dei livelli di resistenza $ 154 e $ 155. Questo vuol dire che la coppia è salita al livello di $160; la scalata non è stata per nulla semplice in quanto ha trovato “intoppi” vicino al livello $ 158 e alla media mobile semplice di 100 ore.

Dopo aver toccato il livello di prezzo massimo di periodo a $ 159 ha iniziato un lento declino fino ad arrivare a quota 154 dollari.

Se si analizza una prospettiva ribassista di breve periodo, si potrebbe optare per tradarla al ribasso, ovvero puntando ad una rottura al di sotto del livello di $ 152. Da questo valore si deve poi considerare il valore di supporto che è fissato a $ 146. Ecco il motivo per il quale è consigliabile investire su criptovalute ed in particolare su Ethereum con strategie di trading CFD; il motivo è semplice!

Puoi ottenere un guadagno sia quando il prezzo scende, come in questo caso, puntando al ribasso, sia puntando al rialzo e alle nuove prospettive di crescita.

Trading su ethereum: come funziona?

Nella maggior parte dei casi l’ether viene quotato contro il dollaro statunitense (ETH/USD). Questo vuol dire che quanto si compra ether si vendono dollari e viceversa. Nel caso in cui il prezzo dell’ether aumenta, trarrai profitto; in caso contrario, incorri in una perdita.

Facendo trading è possibile sfruttare le oscillazioni di mercato per investire quado il prezzo del cambio sale e quando il prezzo scende.

Puoi scegliere di fare trading sull’ETH con i CFD e le piattaforme di trading regolamentate. Grazie ai CFD si specula sul valore del prezzo; questo vuol dire che puoi aprire e chiudere posizioni in un arco di tempo veramente ridotto. Puoi investire aprendo una posizione a rialzo, dove il valore aumenta man mano che il prezzo della valuta digitale sale rispetto al dollaro statunitense. Puoi scegliere di investire a ribasso in caso contrario.

Quali fattori influenzano il prezzo dell’ethereum?

La criptovaluta ethereum è una delle poche valute digitali meno esposto a fattori economici e politici; queste notizie invece influenzano in modo significativo le valute tradizionali; oggi il suo valore si basa su dinamiche del tutto uniche; ad esempio, a differenza di quanto succede con il bitcoin, non esiste un limite nell’emissione dell’ethereum.

Ci sono poi delle notizie inerenti ad una possibile adozione dell’ethereum da parte dei governi; questo vuol dire adottare le criptovalute, prendendo in considerazione meccanismi di controllo e altre nuove linee guida. Allo stesso tempo, però l’adozione di queste viene frenata da alcune notizie negative, ovvero dalla vulnerabilità a cui esse sono soggette e che riguardano soprattutto errori e attacchi di pirati informatici. Tutto questo puòinfluenzare il pensiero degli investitori che percepiscono il valore dell’ethereum come un valore instabile.

Ci sono delle novità importanti anche nell’adozione dell’ethereum a livello tecnologico. Grazie all’integrazione dell’ethereum nei sistemi di pagamento, delle piattaforme di finanziamento collettivo e di altri fattori, si potrebbe considerare la criptovaluta come un ottimo investimento, che migliora la percezione di questo strumento, agendo contro i sistemi tradizionali i quali, nel corso del tempo, andrebbero ad indebolirsi.

La mancanza di regolamentazione invece permette all’ETH di essere apprezzata dai trader. Questi la vedono come un’ottima possibilità di guadagno in quanto sono essi stessi ad influenzare il mercato con la loro operatività.

Come fare trading su Ethereum?

Come detto è possibile fare trading su ETH con uno dei broker regolamentati; sarebbe opportuno iniziare con un conto demo gratuito offerto da eToro o da 24Option. Si tratta di un metodo adottato da tutti i trader al fine di apprendere come si muove il cambio ETH/USD. Speculando su di esso è possibile ottenere dei guadagni.

Per incominciare a negoziare questa criptovaluta è sufficiente aprire un account demo con la piattaforma di social trading eToro che ricordiamo è un broker che non solo permette di negoziare ETH e altre altcoin, ma ti offre anche la sicurezza della regolamentazione CySEC. Se eToro non è il broker adatto a te, puoi sempre scegliere di utilizzare Plus500.

Che importanza riveste la Blockchain nella sicurezza informatica? È davvero così importante per il futuro? Il mondo in cui viviamo è sempre di più dipendente dalla tecnologia ed è sempre più internet-connesso: qualsiasi tipo di dato è presente in rete, le aziende ed i servizi da cui dipendono le nostre vite sono gestite attraverso sistemi informatici. Difendere questi sistemi dagli attacchi informatici è fondamentale per il buon funzionamento della società contemporanea e futura.

La sicurezza informatica assume un’importanza sempre più rilevante, ecco perché i nuovi sistemi di difesa basati sulla Blockchain stanno prevalendo sui tradizionali. Il sistema di certificazione decentralizzato delle transazioni tipico della Blockchain garantisce standard di sicurezza molto superiori.

Che cos’è la Blockchain?

La Blockchain (catena di blocchi) appartenente alla Tecnologia dei Registri Distribuiti o DLT (Distribuited Ledger Technology) èun sistema di certificazione decentralizzato delle transazioni di asset digitali o di dati.

La Blockchain è nata per gestire lo scambio delle criptovalute come il Bitcoin e la sua funzione primaria è quella di certificare le transazioni tra i soggetti facenti parte della rete Blockchain, ma per la sua natura di sistema praticamente inviolabile, è adatta anche in altri ambiti come appunto la sicurezza informatica.

Sostanzialmente, a differenza di un sistema centralizzato in cui il controllo sulle transazioni viene effettuato da un ente centrale unico (come ad esempio una banca), che detiene e gestisce in maniera esclusiva i registri di queste transazioni, in una Blockchain tutti i partecipanti del network effettuano il controllo su tutte le transazioni e le certificano.

Allo stesso tempo, tutti i partecipanti detengonoil registro delle transazioni (sotto forma di catena di blocchiBlockchain), il quale viene aggiornato contemporaneamente in seguito alla certificazione di ogni singolo blocco. Si ricorda che il blocco è l’insieme di tutte le transazioni avvenute in un determinato arco temporale.

Il meccanismo di sicurezza di una Blockchain, che la rende praticamente immune da attacchi, si basa sul fatto che tutti i partecipanti sono controllori e testimoni delle transazioni e ne certificano la correttezza all’interno del sistema, rendendo praticamente impossibile qualsiasi tentativo di frode.

Un eventuale hacker dovrebbe possedere, nello stesso istante, il maggior numero di voti all’interno della rete per riuscire a far valere un’operazione fraudolenta, cosa che – dipendendo ovviamente dalla dimensione della rete – risulta essere praticamente impossibile.

La Blockchain, essendo un sistema praticamente inviolabile ed incorruttibile, può risultare quindi determinante anche nel campo della sicurezza informatica, per combattere attacchi DDoS, Virus o tentativi di sostituzione dell’infrastruttura a chiave pubblica che conosciamo oggi.

La Blockchain contro gli attacchi DDoS

Gli attacchi DDoS (Distribuited Denial of Service) sono un particolare caso di DoS (Denial of Service), cioè un attacco hacker che impedisce l’accesso a determinate risorse in rete (siti web, server, datacenter, reti di distribuzione contenuti, servizi DNS, ecc..) tramite un “bombardamento” di richieste di accesso e connessione, che causano la saturazione della banda di comunicazione verso le stesse, rendendole irraggiungibili agli utenti.

Durante un DDoS, l’hacker si impossessa di numerosi dispositivi in rete (computer, cellulari…), li infetta con Malware e Trojan e genera un attacco di massa che determina un disservizio della risorsa per diverso tempo.

Un sondaggio effettuato da Kapersky Labs nel 2017 ha dimostrato come gli indirizzi IP siano effettivamente vulnerabili all’interno della comune IoT (Internet of Things), cioè la rete degli oggetti come computer, smartphone, tablet, ecc.

Un rapporto Deloitte, prodotto in collaborazione con il Blockchain Institute, dimostra come gli stessi dispositivi, all’interno di una rete P2P a controllo decentralizzato (come in una Blockchain) possano essere utili a contrastare questo tipo di attacchi.

Per fare un esempio, Gladius fornisce un servizio di sicurezza informatica basato sulla Blockchain, che sfruttando la potenza di calcolo dei computer partecipanti alla rete, aggrega la larghezza di banda inutilizzata dai dispositivi e la mette a disposizione dei soggetti che dovessero trovarsi sotto attacco DDoS, mantenendo le porte aperte alle risorse e rendendo in pratica inefficace l’attacco.

La Blockchain contro i Virus

L’infezione dei dispositivi in rete da parte di Virus, Trojan, Malware, Worm, ecc. è piuttosto comune: negli ultimi due anni ben 16 milioni di famiglie americane hanno dovuto far i conti con questo problema.

Esistono in commercio software antivirus in grado di eliminare le minacce esistenti, ma nuovi e più pericolosi virus vengono messi costantemente in circolazione. Le Software house stanno preparando gli aggiornamenti.

Ecco che la Blockchain può risolvere anche i problemi di latenza degli aggiornamenti dei software antivirus. Utilizzando un programma come Norton dobbiamo attendere che l’azienda rilasci gli aggiornamenti per le definizioni dei virus, cioè dobbiamo attendere la gestione da parte dell’ente centrale, mentre in una Blockchain questo processo può essere istantaneo.

Polyswarm e OpenAVN sono due esempi di antivirus basati sulla Blockchain. Utilizzano i dispositivi partecipanti alla rete per raccogliere informazioni su tutti i tipi di minacce in circolazione, aggiornando le definizioni dei virus in modo molto reattivo.

Offrono un livello di protezione molto più elevato, grazie al crowdsourcing (sviluppo collettivo) della raccolta dati. Un antivirus basato sulla blockchain è in grado di aggiornarsi praticamente in tempo realee fornire una protezione costante.