Bananacoin: come funziona e quotazione criptovaluta che segue la performance del frutto

Basata su Ethereum, Bananacoin (BCO) è la nuova criptovaluta che segue l’andamento della banana: ogni token rappresenta il contratto di acquisto futuro di 1 Kg di banane che saranno prodotte nelle piantagioni di Laos.

Sembra finzione ma in effetti è già realtà: superato l’entusiasmo della “febbre da Bitcoin” ora si apre la possibilità per i trader ed investitori di reperire sul mercato delle criptovalute nuovi orizzonti e nuove opportunità di investimento.

Bananacoin (BCO) rappresenta un Altcoin interessante ed estremamente vantaggioso per tutti coloro che sono alla ricerca di un asset “trasparente” che consente di visualizzare la quotazione ed il pricing della materia prima legato all’export delle banane. Infatti, si tratta di un dato facilmente verificabile da tutta l’audience e non soggetto a distorsioni.

Per promuovere la crescita delle piantagioni di banane, due imprenditori russi e un agronomo thailandese hanno battezzato un nuovo modo per finanziare l’espansione della coltivazione di alberi di banane.

Bananacoin rappresenta una nuova modalità ed opportunità di investimento per i trader. È effettivamente così? C’è da chiedersi quali siano le ragioni che dovrebbero stimolare e giustificare la scelta del progetto di investimento. Come può l’industria ortofrutticola di banane essere legata ad una tecnologia Blockchain? Scopriamolo in questa guida dedicata al Bananacoin.

Investire in Bananacoin: che cos’è questa nuova criptovaluta?

Ecco la nuova frontiera futura del mercato delle criptovalute: il Bananacoin (BCO) è la nuova moneta virtuale paritaria che consente ai trader ed investitori di diversificare il proprio portfolio di asset digitali e di poter introitare guadagni derivanti dall’andamento delle performance del prezzo delle piantagioni di banane di Laos.

È davvero conveniente e promettente investire in Bananacoin? Qual è il potenziale? È un asset trasparente e qual è il livello di rischiosità? Ovviamente, vale la pena ricordare e sottolineare il fatto che investire in criptovalute comporta sempre il sostenimento di un livello di rischio che può arrecare una perdita di capitale investito.

Per questo motivo è importante sempre valutare in modo adeguato come poter diversificare al meglio i propri investimenti per minimizzare il rischio. Banana può rappresentare una scelta strategica vincente per chi è alla ricerca di un investimento sostenibile ed ecologico.

Che cosa significa acquistare Bananacoin? Per i trader che decidono di investire acquistando la criptovaluta Bananacoin significa sostenere finanziariamente la crescita della prima piantagione ecocompatibile coltivata a Laos.

La sua tecnologia è basata su Ethereum e la sua quotazione o performance riflette l’andamento monetario del prezzo all’esportazione di 1 kg di banane. Vale la pena sottolineare il fatto che negli ultimi sette anni il prezzo delle banane è salito tra il 4 e il 7 per cento l’anno; di conseguenza, si può ben capire che l’investimento può risultare potenzialmente promettente ed interessante.

La nostra missione è quella di coltivare una varietà biologica e sana di banane conosciuta come “Lady Finger” nelle nostre piantagioni di Laos e di esportarle in Cina dove la domanda è maggiore dell’offerta”, è quanto riportato sul sito istituzionale e mission strategica dichiarata ai vari stakeholder e potenziali sostenitori finanziari per progetto di investimento.

I token Bananacoin rappresentano un algoritmo crittografico in un database decentralizzato e distribuito (blockchain), parimenti alle altre valute digitali.

In conformità con la documentazione legale del progetto Bananacoin, il token Bananacoin costituisce uno Smart Contract o “contratto intelligente” per l’acquisto di 1 Kg banane da coltivare e produrre in futuro.

I token non possono essere classificati come denaro in quanto non sono considerati “mezzo di pagamento legale” ai sensi della legislazione di qualsiasi giurisdizione, né possono essere considerati aventi valore di valute o di titoli esteri.

Finalità del Progetto di investimento “Bananacoin”

Il progetto Bananacoin è stato concepito da un gruppo di professionisti con oltre 3 anni di esperienza nella produzione di banane a Laos ed è supportato costantemente da un pool di validi esperti sviluppatori di software e avvocati professionisti.

L’obiettivo strategico del progetto “Bananacoin” è quello di revisionare strategicamente il business e le modalità di esportazione relative alla produzione e alla distribuzione commerciale di banane.

I Founder del progetto hanno fissato un obiettivo: decentralizzare il processo di espansione del business e diffonderlo globalmente, superando i “tradizionali” schemi di instaurare partnership.

Il progetto Bananacoin si prefigge l’obiettivo ambizioso di promuovere il riconoscimento della tecnologia blockchain sul mercato delle materie prime, in stretta connessione con il supporto di altri partners Bitcoin, Ethereum, etc. etc.

Non a caso i token che vengono emessi utilizzano la tecnologia blockchain (Ethereum) e riflettono l’andamento e la performance della quotazione dell’export price di 1 Kg di banane.

Per raggiungere questo obiettivo, i sostenitori del progetto hanno pianificato l’implementazione delle seguenti iniziative strategiche:

  • Emissione e vendita del token Bananacoin, con un valore nominale di 0,5 USD (prezzo nominale di 1 token) legato al valore di mercato di 1 Kg di banane;
  • Acquisto di un’area per la produzione di banane (coltivazione) utilizzando fondi ricevuti dai finanziatori,
  • Raccolta e vendita di banane coltivate,
  • Messa in circolazione dei token Bananacoin per procedere con la negoziazione dell’asset,
  • Nel medio termine si sta pianificando di aumentare la superficie di produzione a 1.000 ettari e di presentare il progetto a vari Fondi agricoli asiatici.

TGE (Token generation event) è un modello di crowdfunding che consente di emettere token digitali in cambio di investimenti: ogni token conferisce al detentore di criptovalute il diritto di ricevere capital gain secondo le condizioni contrattuali sottoscritte.

Bananacoin: i vantaggi economici e tecnologici

Per quanto concerne i vantaggi tecnologici derivanti dall’acquisto e dall’investimento in Bananacoin possono essere di seguito sintetizzati:

    • convenienza, i token sono gestiti mediante l’utilizzo di portafogli (E-Wallet),
    • utilizzo della tecnologia Blockchain Ethereum, una delle più sicure e stabili sul mercato delle criptovalute,
  • facilità d’utilizzo dato che non richiede conoscenze specialistiche in crittografia o tecnologia blockchain.

Per quanto concerne i vantaggi economici:

  • decentralizzazione ed indipendenza dalle Autorità monetarie: i token non dipendono da banche o istituzioni finanziarie, ma sono direttamente legati alla produttività dell’azienda e alla sua attività di esportazione,
  • “protezione” dalla spirale dell’inflazione: i token il cui valore è legato e riflette la quotazione del valore di mercato delle banane consentono di mettersi “al riparo” dalla volatilità inflattiva che caratterizza le monete legali. Occorre sottolineare che negli ultimi 7 anni, il prezzo di 1 kg di banane è aumentato del 4-10% ogni anno (vedi diagramma),
  • l’uso della tecnologia blockchain garantisce una maggiore trasparenza, chi investe in questo progetto ha l’opportunità di accedere ad una serie di informazioni trasparenti legate alla crescita e raccolto delle banane, oltre che al volume del quantitativo di banane che viene commercializzato sul mercato.

Come acquistare BCO

Per iniziare ad investire nel progetto Bananacoin è necessario detenere nel proprio Wallet l’Ethereum o il Bitcoin.

È possibile utilizzare carte di credito/debito bancarie o eseguire altri trasferimenti di denaro per acquistare la valuta digitale come PayPal, Qiwi, Advcash, Alipay. Si possono anche scambiare altre criptovalute per acquistare Bananacoin: i modi più comuni per acquistare valuta criptata sono gli Exchange o i siti di servizi specializzati e robot.

Ecco dove puoi acquistare Bananacoin:

Ad oggi 1 BCO vale 0,5 USD, sono state venduti ben 3.415.650 su 14 m di token emessi e rappresentano un investimento con interessante e potenziale di crescita nel prossimo futuro. Il consiglio è quello di valutare l’acquisto di Bananacoin per diversificare la strategia di pianificazione degli investimenti personali.

SHARE

LEAVE A REPLY