Alibaba e Enit per il turismo italiano

È un accordo importante quello sottoscritto da Alibaba Group e Enit, Agenzia Nazionale del Turismo, che hanno firmato un protocollo di intesa al fine di promuovere la ricchezza e la bellezza artistica italiana sulla piattaforma di prenotazioni online Alitrip, parte dell’universo Alibaba.

L’accordo è stato siglato alla presenza die Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Franceschini e si tratta di uno strumento di grande interesse, di un mezzo commercialmente attivo e moderno, attraverso il quale si potranno consolidare ed incrementare le opportunità di viaggio della popolazione cinese nel Bel Paese.

Quali le caratteristiche di Alitrip?

Si tratta di una piattaforma impiegata da oltre 50 milioni di utenti in Cina, forte di annoverare al suo interno più di 100mila operatori e merchant impegnati nella vendita di biglietti aerei, di pacchetti vacanza, guide e prodotti turistici, per un totale di 2 milioni di servizi vari inseriti e disponibili nella piattaforma.

Interessanti quanto lungimiranti le caratteristiche dell’accordo, che prevede la realizzazione di un Italian National Pavilion online, uno spazio interamente dedicato agli operatori italiani del turismo e pensato per allargare gli orizzonti operativi quanto commerciali del settore turistico. Secondo Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director di Alibaba Group per l’area del Sud Europa, si tratta di una chiara dimostrazione della volontà di collaborazione fra Alibaba e il governo italiano, un progetto che si pone l’obiettivo di supportare gli attori impegnati nel turismo italiano nella vendita di pacchetti viaggi rivolti agli utenti cinesi.

Alibaba: la reazione in Borsa

Alibaba: il mercato e gli scenari futuri

Lo scopo dichiarato è di proporre prodotti in linea con le richieste della popolazione cinese e, soprattutto, abili nel valorizzare le buone caratteristiche del made in Italy. Food, design, fashion, cultura, bellezza e storia sono i tanti punti di forza dell’Italia, che meritano di essere messi in evidenza per dare vita ad accordi turistico commerciali di rilievo, appetibili per i turisti cinesi e abili nel dimostrare la forza attrattiva del Bel Paese.

Al contempo, il mercato cinese si propone come una delle realtà più dinamiche dell’intero panorama internazionale, uno dei maggiori mercati di oggi e di domani nel settore del turismo. La firma dell’accordo dimostra quindi la volontà di apertura e anche la modernità dell’Agenzia Nazionale del Turismo Italiano, perché la strategia messa in atto da Enit guarda all’aumento della spesa media dei turisti stranieri in Italia e il mercato cinese si propone come il potenziale ideale per raggiungere questo scopo.

L’ente si propone quindi di affiancare le regioni al fine di supportarle con cura in questo processo, considerando che l’Italia è una delle mete preferite a livello internazionale, soprattutto dal popolo cinese. Parole di stima e di fiducia sono arrivate anche dal vice President for European Markets di Alitrip, Kai Cui, che ha commentato positivamente l’accordo siglato, aggiungendo che ora gli operatori turistici italiani potranno aiutare i turisti cinesi a conoscere le meraviglie italiane in modo strutturato. Si tratta, quindi, di una grande possibilità, da sfruttare da ambo le parti per generare una metodologia di turismo controllato e benefico, per i cittadini cinesi che visitano l’Italia e per il paese stesso, che può contare su strumenti forti e regolati per lo sviluppo del settore turistico.

SHARE

LEAVE A REPLY